5 consigli per comunicare da veri professionisti sui social media

Dalla Social PR Series di Mashable pratici consigli per comunicare con successo

Avete creato pagine Facebook, account Twitter, canali Youtube, blog ecc… seguite assiduamente gli aggiornamenti dal mondo social su Ninja Marketing e avete già messo in pratica molti Ninja consigli…
Cos’altro fare per far sì che ciò comunicate sui social media abbia un valore aggiunto?

Mashable e Vocus hanno ideato la Social PR Series con lo scopo di aiutare le aziende a ottenere ascolto e a far parlare di sé sui social media nel migliore dei modi, senza sovraccarico d’informazioni.

Ecco cinque suggerimenti per comunicare con successo sui social media:

1.    Anticipare e partecipare alle conversazioni su Twitter

Non si può sempre prevedere quali notizie o eventi diventeranno un #hashtag che la gente seguirà, ma è abbastanza sicuro che eventi come gli Oscar o il recente Royal Wedding avranno un folto gruppo di persone che seguiranno gli hashtag prima, durante e subito dopo ogni evento.
I veri professionisti della comunicazione sui social media dovrebbero prendere in considerazione di pubblicare notizie e contenuti rilevanti riguardo questi eventi in modo da avere un pubblico subito pronto a retweettare il comunicato.

Attenzione però! Si può certamente postare il proprio tweet “nella mischia” sperando nei retweet, ma per partecipare realmente alle conversazioni ci si deve impegnare attivamenteretweettando buoni contenuti, seguendo persone importanti, rispondendo alle domande e postando qualcosa di più di un semplice link al vostro brand – così facendo la community vi riconoscerà e valorizzerà il vostro contributo.

2.    Scrivere titoli tweettabili

Se utilizzate un servizio di distribuzione delle notizie per divulgare i vostri comunicati stampa avrete notato che quando vengono condivisi nei tweet compare il nome del servizio che utilizzate e spesso, quindi, il titolo del comunicato viene tagliato perché supera i 140 caratteri.
Scrivere i titoli in ottica tweettabile può influire sul numero di tweet e retweet del vostro comunicato.

Quattro domande da porsi quando si scrive un titolo tweetabile sono:
•    E ‘sufficientemente breve da inserirsi in un tweet che comprende anche il vostro nome utente e un link?
•    Il vostro brand o il nome del prodotto sono all’inizio del titolo in modo che non vengano tagliati?
•    Contiene parole chiave pertinenti in modo che sia ricercabile?
•    È abbastanza incisivo da generare retweet basati solo sul titolo?

3. Trasformare il blog in una fonte di informazioni

I blog sono diventati strumenti molto importanti per la condivisione di notizie e contenuti multimediali che non necessariamente prevedono un comunicato stampa ufficiale, ma potrebbero essere comunque interessanti per i media.

Per esempio, la New York Public Library (NYPL) utilizza Tumblr condividendo continuamente storie e notizie sulla biblioteca. Angela Montefinise, Direttrice delle Pubbliche Relazioni della NYPL, sostiene che molte delle notizie e delle foto pubblicate sul loro blog vengono usate dai giornalisti per scrivere degli articoli.

4.    Creare delle Social News Backgrounders

Quando promuovete una storia, spesso può essere difficile raccogliere tutte le informazioni originarie in una singola mail o chiamare tutti per telefono. I giornalisti hanno meno tempo di tutti per effettuare una ricerca approfondita su di un argomento e apprezzeranno molto i contenuti che renderanno più facile il loro lavoro. Per questo motivo prendete in considerazione di creare delle Social News Backgrounders che accompagneranno il vostro lancio, utilizzando un sito come Delicious.

Serena Matter
, Social Account Manager media alla Peak Communicators, dichiara che lei usa Delicious per creare una raccolta dei link agli articoli più attuali e alle informazioni inerenti al tema che prevedono di promuovere ai media. “Fornisco questa risorsa ai giornalisti a cui voglio promuovere una storia in modo da poter familiarizzare con l’argomento e ridurre il loro tempo di ricerca. Possono riferimento al Backgrounder anche in futuro, nel caso in cui stiano scrivendo un altro articolo sullo stesso tema.”

5.    Utilizzare servizi di aggregazione delle news

Se il vostro piano di comunicazione implica l’aggiornamento di Facebook e di Twitter con notizie rilevanti sul vostro settore, sapete quanto tempo si può passare a controllare i feed ed eseguire ricerche ogni giorno.
Serena Matter consiglia di utilizzare uno strumento di aggregazione come Netvibes per creare una dashboard di fonti di contenuti rilevanti.

“Io uso Netvibes come strumento per l’aggiornamento dei profili dei clienti con la creazione di dashboard personalizzate per amalgamare le fonti di contenuti rilevanti”, dice Materia. “Le dashboard mi permettono di trovare facilmente le informazioni specifiche di settore che posso poi postare sulla pagina Facebook o sul profilo Twitter del cliente “.

ARTICOLI CORRELATI

Twitter per i giornalisti: nuovi strumenti per il social journalism

Personal Branding: come scoprire e sviluppare il vostro marchio

Cos’è e come si usa Twitter [PRIMI PASSI]

Twitter Trend: cosa c’è dietro gli hashtag più popolari

6 strumenti utili per la gestione di Twitter

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso Intensivo in Non-Conventional & Viral Marketing