Aruba rimborsa i clienti per l'incendio

I clienti rimarranno contenti?

Dal 29 di aprile sono passate poco più di due settimane. Quel giorno nella sede operativa di Aruba ci fu un principio d’incendio sulle batterie degli UPS che mise ko milioni di siti italiani.

Ora l’Internet Service Provider italiano annuncia di voler rimborsare i clienti rimasti danneggiati dal black-out e lo fa tramite una mail.
In quest’ultima, si dice che:

– a tutti i clienti che utilizzano i servizi hosting e domini che includono la posta elettronica attiveremo gratuitamente la Business Mail. Coloro che già utilizzano questo servizio riceveranno invece una Gigamail;

– tutti i contratti relativi a ServerDedicati, Housing e Virtuali saranno prolungati gratuitamente di 15 giorni solari;

– tutti i clienti avranno l’opportunità di usufruire di un voucher del valore di 5 Euro per l’acquisto dei prodotti Fotoaruba. Le spese di spedizione sino ad Euro 1,90 e le spese di gestione dell’ordine saranno a nostro completo carico.

Niente riconoscimento dei danni quindi (la volontà di ricorrere dipenderà dai clienti e seguirà il suo iter) anche perché i contratti che la legano agli utenti prevedono il principio del best effort e non la richiesta danni.

Aruba punta sul fornire gratis alcuni servizi in più: basterà agli utenti? Vedremo!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?