Social Networking, la storia in vignette

Una rassegna dei momenti salienti del social networking nella storia a partire dal... 1930!

L’artista Adam Long ha realizzato queste divertenti vignette che raccontano l’evoluzione dei social media dal 1930 ad oggi, in occasione del 75° anniversario della fondazione dell’Advertising Research Foundation e dell’apertura della sede di San Francisco di PeopleBrowsr. Ecco a voi la presentazione!

PeopleBrowsr Presents A Brief Cartoon History of Social Networking 1930-2011

1930 – Notificator: pagando una piccola cifra, i londinesi possono lasciare messaggi agli amici su delle “bacheche automatizzate”

1969 – CompuServe diventa  il primo servizio commerciale online

17 gennaio 1978 – CBBS (Computer Bullettin board System) per informare i membri su eventi importanti

1989 – Tim Berners Lee inventa il World Wide Web

Nel 1989, il servizio di giochi online Quantum Link cambia il suo nome in America On Line e diventa presto il gigante degli accessi online.

Nel 1997 AOL introduce l’Instant Messaging

2003 – Lanciato Friendster. Lanciato MySpace. Lanciato LinkedIn

2003 – Tim O’ Reilly tiene il primo Foo Camp

2004 – Viene lanciato The Facebook per aiutare gli studenti del campus a socializzare. Nel 2005 il nome viene cambiato in Facebook… suonava più “figo”.

Gli amici di Facebook cominciano a mandarsi poke in tutto il paese… e poi in tutto il mondo.

2005  – Sul suo blog “The Buzz Machine” Jeff Jarvis si lamenta del servizio (di customer care della Dell n.d.t.) parlando di “Dell Hell”

2006 – Viene lanciato Twitter

2007 – Taggare foto. Condividerle con gli amici. Dal maggio 2007, più di 3 miliardi di immagini vengono caricate giornalmente dagli utenti. Da luglio 2010 il numero sale a 50 miliardi.

SXSW 2007 – Twitter tiene banco al festival. I tweet passano da 20.000 a 60.000 al giorno.

Agosto 2008 – Il video virale di Burger King. Un impiegato che fa il bagno nel lavello da la sveglia alle aziende sul tema del potere dei social media.

Giugno 2009 – Brüno viene stroncato in 3 giorni da tweet negativi. donotfold: Sono totalmente d’accordo. Il film Brüno fa schifo. aliciamk: Il film Brüno è morto per passaparola.

Giugno 2009 – Elezioni in Iran: il dipartimendo di Stato chiede a Twitter di ritardare la manutenzione programmata in modo che i cittadini “più tecnologici” possano continuare a protestare contro la rielezione del presidente Mohamad Ahmadinejad

6 luglio 2009 – “United breaks guitar”, canzone di Dave Carroll sul servizio clienti dell’American Airlines diventa viral. Ha avuto 150.000 visualizzazioni il primo giorno.

22 gennaio 2010 – L’astronauta della NASA T.J. Creamer manda il primo tweet dallo spazio

13 febbraio 2010 – Troppo grasso per volare.  Kevin West viene invitato a lasciare un volo della Southwest. Twitta l’accaduto in tempo reale, facendo diventare la notizia di rilevanza nazionale.

Giugno 2010 – Dopo che la vittoria del Giappone sulla Danimarca ai Mondiali, viene inviato il numero record di 3283 tweet.

21 luglio 2010 – Facebook raggiunge i 500 milioni di utenti

Dicembre 2010 – People Browsr lancia ReSearchly

People Browsr = tanti dati per “piccoli fratelli” ” Grande fratello, chi ti sta guardando?”

Marzo 2011 – Dopo 25 ore e 17 minuti su Twitter, Charlie Sheen raggiunge un milione di follower (un nuovo record). Seguirà il successo del prodotto o sarà un fallimento?

Marzo 2011 – 18 milioni di persone in una settimana guardano su YouTube il video della 13enne Rebecca Black… e concordano sul fatto che sia terribile. La canzone diventa una hit, confermando una volta per tutte il potere dei social media.