Si può fare la guerra alle email indesiderate, siete pronti?

Sarà capitato anche a voi di dover fornire un indirizzo email valido per la verifica dell’iscrizione ad un qualche sito, blog, forum e cose del genere. Immagino, se vi è capitato questo, che successivamente all’iscrizione vi siano arrivate anche email di pubblicità riguardanti farmaci miracolosi per fare cose che è meglio non precisare ad alcune vostre parti del corpo, richieste di amicizia provenienti da community di cui non sapevate nemmeno l’esistenza, offerte speciali di diamanti e gioielli a prezzi stracciati… insomma ci siamo capiti no? Sono sicuro che, almeno una volta nella vita virtuale, avete ricevuto questi messaggi spazzatura, meglio conosciuti come spam.

Piccolo approfondimento
Vi siete mai chiesti da dove viene il termine spam? Nasce tutto da una marca di carne in scatola non proprio eccezionale (in foto in cima all’articolo) e da un pezzo storico dei Monty Python:



Fine dell’approfondimento.

Se non siete stati così fortunati da riceverne solo qualcuna e vi siete ritrovati con la casella intasata, e avete bisogno di un indirizzo valido per registrarvi, potrebbe farvi molto comodo una casella verissima, ma che si autodistrugge dopo sessanta minuti (e senza esplodere!), permettendovi nell’arco di quel tempo di inviare, ricevere e rispondere normalmente. GuerrillaMail vi offre questo servizio, apostrofando tutti i suoi utenti “combattenti attivisti”, contro lo spam ovviamente.

Sulla home del sito trovate anche l’aggiornamento in tempo reale della mole di servizio fornita. Nel momento in cui sto scrivendo recita così: “So far, GuerrillaMail.com has processed 76,961,760 emails (+8), of which 10,658,028 were valid and delivered to their active combatants, destroying 66,303,732 spam emails. (2757 emails going to the quarantine / hour)”. Quindi, giusto per farvi un’idea, su quasi 77 milioni di email passate attraverso le caselle GuerrillaMail, circa sei su sette sono email di spam.

Se l’articolo vi ha convinto e siete andati a richiedere la vostra casella, fate attenzione: alla scadenza della vostra ora, tutta la posta accumulata in quella casella andrà persa, quindi vi conviene inoltrare quello che vi serve alla vostra casella abituale. Vi rivelo un’altra cosa: di recente è stata aggiunta una feature al servizio che vi permette di avere una casella su GuerrillaMail senza passare per il suo sito. Potete infatti digitare un indirizzo a caso in qualsiasi form seguito da @guerrillamailblock.com ed andare in seguito a controllarlo.

Insomma, come dice il nome stesso, un’email in pieno stile guerrilla, che farà felici tanti combattenti… rompete le righe, anzi, sarà lo spam a non rompere più altre cose a voi!