Il segreto di The Secret

Il segreto di The Secret Cosa lega Platone, le filosofie orientali, la fisica quantistica e un assegno in bianco? C’è un segreto che li accomuna: Il segreto. Il segreto della felicità. Da sempre gli uomini si interrogano sul senso e il fine ultimo della propria vita: l’amore, il benessere, la fortuna sono solo alcune delle possibili risposte: ma come ottenerli?

Pare che la formula magica esista praticamente da sempre ma l’abbiano conosciuta solo pochi privilegiati, tra i quali Platone, Shakespeare, Newton, Hugo, Beethoven, Lincoln, Emerson, Edison, Einstein. Solo dal 2006 il segreto è diventato patrimonio dell’intera umanità, grazie alla produttrice cinematografica australiana Rhonda Byrne.

Sul sito ufficiale italiano si legge che la signora Byrne ne ha “avuto la percezione fuggevole in un libro centenario: La Scienza del Diventare Ricchi” di Wallace Wattles, uno dei principali scrittori motivazionali del movimento del New Thought, attivo negli Stati Uniti fin dalla fine dell’ ‘800.

Unendo poi vari tasselli (ha studiato, come dice, centinaia di libri, religioni e filosofie antiche, in cui ha trovato tracce del segreto) è giunta ad applicare in prima persona quanto appreso, con ottimi risultati, giura. In effetti come produttrice del film e autrice del libro deve aver guadagnato parecchio: il film The Secret, che negli Stati Uniti ha anticipato l’uscita dell’omonimo libro, ha venduto complessivamente, negli USA, oltre 3,75 milioni di copie, mentre  il libro tratto dal film ha raggiunto la cifra di oltre 7 milioni di copie stampate.

In Italia la prima edizione di The Secret DVD ha esaurito la prima tiratura di 12.000 copie in sole 24 ore dall’uscita. La versione italiana del libro ha superato le 100.000 copie vendute (la prima stampa si è esaurita dopo soli 3 giorni).

Novanta minuti (o se preferite 198 pagine) di racconti, testimonianze e insegnamenti trasmessi direttamente dalla voce di 29 “maestri dell’universo” che hanno applicato con successo il Segreto alla propria vita: filosofi, dottori, fisici quantistici, imprenditori e scrittori di successo, tra cui John Gray, de Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere.

CHIEDI-CREDI-RICEVI
Ma quale sarebbe il segreto? Tutto si basa sulla legge d’attrazione, spiegata in modo razionale e pratico all’interno del libro, secondo la quale ogni essere umano può agire come un magnete in grado di attirare a sé tutte le situazioni e le cose materiali con la sola forza del pensiero secondo il principio riassunto dal motto “chiedi-credi-ricevi”. Sarebbe l’universo a soddisfare tutti i desideri e a inviare agli esseri umani le fortune.

Sì vabbè, direte voi, ed è quello che pensato subito anch’io. Eppure ci sono due ordini di motivi che mi hanno spinto a riflettere un po’ di più sulla questione:

1. Il primo è di ordine strettamente scientifico (mai avrei pensato di avere a che fare con la fisica quantistica nella mia vita, e invece…): sì perché esiste un esperimento che dimostra come il “comportamento” della materia possa essere influenzato dall’occhio e/o dalla volontà (conscia o meno) dell’osservatore; è conosciuto come “L’esperimento delle due fessure”; guardate:

Tutto ciò rientra nell’ambito di quelle che scientificamente vengono definite “quantum weirdness” cioè bizzarrie quantistiche.

2. Secondo ordine di motivi (basato sull’osservazione empirica fatta da me medesima che tanto quantistica non sono): esistono una serie di proverbi, modi di dire, frutto della indiscutibile saggezza popolare che sembrano confermare la teoria alla base del segreto:

• (come diceva mia nonna) AIUTATI CHE DIO T’AIUTA (a riprova del fatto che un’entità superiore –Dio o universo che la si voglia chiamare- possa intervenire favorevolmente nel caso in cui il soggetto cominci a scorciarsi le maniche)

UNA TENSIONE CHE SI TAGLIA COL COLTELLO (dimostrazione del fatto che spesso percepiamo come materiale una cosa immateriale e che quindi materia e pensiero sono fatti in alcuni casi della stessa sostanza – e possono quindi attrarsi a vicenda)

YES WE CAN (motto internazional-popolare che dimostra come qualcosa che sembrava impossibile possa realizzarsi)

I SEGRETI DEL SUCCESSO
Ma ritorniamo al DVD/libro e a questioni d’ordine più terra-terra; i (secondo me 3) capisaldi della grande operazione di marketing alla base del successo di “The secret” sono:

1) Viral DNA
Il segreto per ottenere tutto ciò che vogliamo, dall’amore eterno allo yacht extralusso fa gola un po’ a tutti.

2) Testimonial
Se l’hanno usato Shakespeare, Edison, Beethoven, Einstein e Rhonda Byrne, beh, c’è da credere che funzioni.

3) Word-of-mouth
Il segreto è credibile ma non troppo da suscitare invidie preventive tali da spingere a non diffonderlo (almeno dal 2006 in poi). E così si genera il passaparola.

In Italia comunque, il libro è uscito prima del DVD, altra furba scelta che permette di accattivarsi anche il pubblico di aspiranti pseudo-intellettuali che ama tanto dire “La trasposizione cinematografica non rende giustizia al libro”.

Tra l’altro pare che anche altrove ci siano state delle furbate. Come ho già detto il film The Secret (secondo il parere di molti anche ben fatto) è stato lanciato nel 2006 dalla produttrice australiana Rhonda Byrne. Per vari motivi non fu possibile distribuirlo normalmente in Australia, allora venne deciso il lancio in internet attraverso un sito che consentiva la visione online dopo aver pagato pochi dollari.

Nella prima versione del film compariva Esther Hicks, che insieme al marito Jerry diffondeva da tempo una serie di insegnamenti spirituali basati proprio sulla Legge di Attrazione. Nella seconda versione del film invece è stato eliminato ogni riferimento agli Hicks che, si è scoperto poi, non avevano gradito l’aggressivo marketing della Byrne e, dopo un ultimatum, avevano scelto di abbandonare il progetto senza però impedire alla Byrne di continuare l’operazione. C’è anche una lettera di Esther Hicks che spiega l’accaduto.

Insomma nemmeno il grande e nobile segreto dell’universo ha impedito i risvolti più terreni della questione; e pensare che addirittura si è arrivati ad analogie tra le filosofie orientali, il buddismo, il taoismo e la fisica moderna: come le une giungono alla consapevolezza dell’unità e della interrelazione tra tutte le cose, così l’altra ci ha rivelato che tutta la materia esistente è costantemente collegata ed unita nel vero senso della parola. E più osserviamo il mondo fino al subatomico (ossia le particelle più piccole dell’atomo) più questo legame è evidente. Insomma capire le basi della fisica quantistica significa capire le basi della psicologia quantistica e quindi del Segreto.

THE SECRET’S WIDGETS
Ma torniamo nuovamente al “pratico” (in questo altalena di supermisticismo/supermaterialità): dando uno sguardo al sito ufficiale ho trovato i wallpaper, i “Secret Daily Teachings” (insegnamenti che ricordano giorno per giorno -tutti i 365 giorni dell’anno- come far fruttare la legge d’attrazione), i “Daily Teachings Widgets” disponibili per Yahoo, Apple, Google and Vista (messaggi giornalieri di Rhonda Byrne direttamente sul proprio computer), gli sms con i consigli, cd con colonna sonora del film, audio book, visione online del film – tutti servizi aggiuntivi, molti dei quali a pagamento – che ruotano intorno al prodotto “The secret”.

Sul sito ufficiale italiano la cosa più bizarra è un assegno in bianco – naturalmente fittizio – scaricabile gratuitamente (e ci mancherebbe):

Il segreto di The Secret

Una volta scaricato, basta aggiungere i dati personali e la somma da chiedere all’universo; rimirando ogni giorno l’assegno, e immaginando intensamente le sensazioni che proveremmo con quei soldi in tasca, i soldi arriveranno puntuali.

Sì perché le regole fondamentali per l’applicazione della Legge d’attrazione sono:

• Sapere con precisione cosa si vuole
• Provare gratitudine
• Immaginare di sentire le sensazioni che proveremo nel veder realizzato il desiderio

Più facile di così! Sì, il segreto era sotto gli occhi di tutti, la forza del pensiero… basta solo sapere dove rivolgerla, e questo credo sia il messaggio più importante, “the secret”.