Big player

Il colosso AT&T ha acquisito Time Warner con HBO, Warner Bros. e CNN per 85 miliardi

Il Dipartimento di Giustizia Americano aveva sollevato obiezioni riguardo alla trasparenza dell'operazione

AT&T ha completato l'acquisizione di Time Warner, dando vita a un colosso crossmediale.

Solo due giorni fa, un giudice federale si era pronunciato favorevolmente dando il via all'operazione, dopo che la procedura di acquisizione era stata sospesa a causa delle obiezioni del Dipartimento di Giustizia. Al centro della polemica, il numero potenzialmente enorme dei conflitti di interesse che riguarderanno la promozione dei contenuti.

LEGGI ANCHE: La Boring Company di Elon Musk costruirà un tunnel super veloce a Chicago

Un accordo da 85 miliardi di dollari per acquisire Time Warner

L'accordo è stato concluso con una stima economica di 85 miliardi di dollari con cui AT&T si è accaparrata i canali media di Time Warner, tra cui HBO, Warner Bros. e CNN. Un accordo preliminare era stato firmato già nell'ottobre del 2016, ma il percorso era stato interrotto proprio quando il Dipartimento di Giustizia ha sollevato obiezioni riguardo alla transazione, sostenendo che la posizione particolarmente dominante sul mercato non avrebbe favorito il consumatore causando un rialzo del prezzi.

at

LEGGI ANCHE: Una intelligenza artificiale ha previsto chi vincerà i Mondiali di calcio 2018 e questo è il risultato

Resta comunque la possibilità dell'appello per il Dipartimento di Giustizia, ma al momento non sembra che si procederà in questa direzione.

Perché il Dipartimento di Giustizia non era d'accordo

AT&T è uno dei maggiori provider di servizi internet, TV e telefonici negli Stati Uniti D'America. Adesso che le imponenti proprietà media di Time Warner finiscono nelle sue mani, il rischio che si generi un numero imprecisato di conflitti di interesse è alto. In particolare, AT&T potrebbe godere di una esposizione maggiore rispetto ai competitor per promuovere le sue produzioni, generando una posizione dominate sul mercato.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Solo due giorni fa, un giudice federale si era pronunciato favorevolmente dando il via all'operazione.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY