Social media

Come far diventare virale il tuo video

Scopriamo insieme quali siano le caratteristiche che dovrebbe avere un video su Facebook per diventare popolare

Una ricetta universale per far diventare virale un video o un qualsiasi contenuto, diciamolo subito, non esiste. I video sono diventati ormai il contenuto dominante su Facebook: per questo, è necessario perlomeno avere delle indicazioni di massima. A darcele ci ha pensato il team di Buzzsumo, il quale ha analizzato 100 milioni di video diversi, ricavandone alcune conclusioni e risultati che però possiamo considerare degli ingredienti indispensabili.

I video sono il formato di post più coinvolgente

Dicevamo: i video raggiungono e coinvolgono più persone di qualsiasi altro tipo di post su Facebook.

Un video nativo (cioè caricato direttamente su Facebook), in media, raggiunge il 16,7% dell’audience totale, ben oltre l’11% dei video YouTube. I video Instagram si fermano ad un piccolo 3,6%.

Anche i numeri dell’engagement raccontano la stessa storia: i video nativi Facebook coinvolgono il 4,9% dei fan, quelli YouTube il 2,8%, Instagram di nuovo terzo con 2,4%.

Se ne avete la possibilità, seguite l’esempio dei grandi brand e caricate i vostri video direttamente su Facebook e non fermatevi a una semplice condivisione da YouTube.

I contenuti più coinvolgenti

Secondo i dati di Buzzsumo, la categoria vincente è il food, seguita da moda e bellezza, con i gattini (ops, scusate, gli animali) al terzo posto.

Le categorie più sfortunate sono i video che riguardino i marketing, l’immobiliare, e la finanza.

come far diventare virale il tuo video

Non fatevi però scoraggiare se questi sono gli argomenti che trattate nella vostra pagina: un pizzico di creatività e uno di fortuna potrebbero aiutare.

Come potete vedere nella figura che abbiamo ricavato da Facebook Analyzer, i video con contenuti legati al food possono arrivare a oltre un milione di like, e ad un totale di 2,7 milioni di interazioni. Ma anche i video relativi alla categoria automobili, possono arrivare a numeri importanti: oltre un milione di interazioni per i primi due, quasi un milione per quello della Disney dedicata al nuovo film Cars 3.

come far diventare virale il tuo video

La lunghezza ottimale dei video

Nelle sue satire, Orazio, poeta e maestro di stile, scrisse: “C’è una giusta misura nelle cose, ci sono giusti confini al di qua e al di là dei quali non può sussistere la cosa giusta.”.

Questo pensiero sembrerebbe essere valido anche per la durata dei video.

Perché se i dati di Buzzsumo sembrano confermare che la lunghezza ideale di una video sia tra i 60 e i 90 secondi, dal grafico che riportiamo potete osservare come dopo i 90 secondi il numero di interazioni decresca fino a stabilizzarsi quando la durata raggiunge o supera i 6 minuti.

Ma i video con meno interazioni in assoluto son quelli brevi, da trenta secondi.

come far diventare virale il tuo video

Attenzione però! Questi dati valgono per i video registrati e non per i video in diretta.

Per questi il numero di interazioni è sì minimo per quelli brevi, ma va in un crescendo che si stabilizza intorno ai 15 minuti di durata.
I video in diretta con più interazioni avevano, secondo i dati di Buzzsumo, una durata media di 20 minuti.

Questa notevole differenza relativa alla durata non si rispecchia nel numero di interazioni: che siano registrati o in diretta, il numero medio di interazioni è simile in entrambi i casi. I video registrati ottengono una media di 928 interazioni, contro le 1043 dei video in diretta.

Le reazioni più comuni ai video

Quali sono le emozioni che più comunemente suscitano i video negli spettatori?

In un contesto dove sembrano prevalere odio e violenza, è bello scoprire grazie a Buzzsumo che le reazioni più comuni sono la risata e l’amore.

come far diventare virale il tuo video

Nei video in diretta l’amore vince (almeno sulla risata, che cade negli ultimi posti) e al secondo posto troviamo la tristezza. Probabilmente, spiegano gli analisti di Buzzsumo, è perché in un contesto professionale (questo sembra essere l’utilizzo preponderante per i video in diretta), la risata non sia una reazione adeguata.

Il testo per introdurre i video

I 10mila video più coinvolgenti pubblicati su Facebook tra giugno 2016 e giugno 2017 avevano tutti in comune una cosa: la brevità del testo scritto per introdurre il video stesso.

Come far diventare virale il tuo video

Una media di 84 caratteri e poi via con le immagini! Questi dati si riferiscono naturalmente ai post in lingua inglese. Analizzando i video in italiano, quelli più popolari sono accompagnati da un testo introduttivo tra i 100 e 150 caratteri di lunghezza.

I nostri consigli per creare video di successo

Questi consigli sono, purtroppo, generici. Per scoprire davvero cosa potrebbe funzionare meglio per voi sarebbe opportuno fare una analisi specifica del vostro settore e capire, in quello, quali siano le caratteristiche che dovrebbe avere un video per diventare popolare.

  • Fate video brevi (ma non troppo): la durata ideale è di circa 60 secondi;
  • Siate incisivi nel testo che accompagna il video: mantenetevi tra i 100 e 150 caratteri, invogliano a guardare subito il video;
  • provate a fare dei video in diretta: Facebook sta promuovendo questo tipo do contenuto e possono avere una durata maggiore, compresa tra i 15 e i 20 minuti;
  • consigli, trucchi e istruzioni per come fare sono i tipi di video che funzionano di più. Naturalmente anche i video motivazionali e umoristici sono molto popolari;
  • create contenuti condivisibili: i video più popolari pubblicati nell’ultimo anno hanno ricevuti più condivisioni che mi piace. Concentratevi su quelle.

Buzzsumo mette a disposizione uno strumento che può essere prezioso e utile a questo scopo. Facebook Analyzer  vi permette infatti di analizzare i posti pubblici di una qualsiasi pagina Facebook o che contengano una certa keyword.

Non è uno strumento gratuito, ma è possibile registrarsi per avere un accesso completo per una prova gratuita di 14 giorni.

Che aspettate? Fate il vostro video!