Potrebbe sembrare strano, ma la parte più difficile di un Master in Business Administration è l’ammissione e l’incontro con i docenti. Scegliere il corso, compilare la candidatura, affrontare test e colloqui faccia a faccia con i selezionatori sono le fasi che determinano l’accesso all’MBA. Come prepararsi al fatidico momento?

Per superare i test ti proponiamo 3 trucchi che potranno aiutarti ad affrontare al meglio la selezione del corso che può rivoluzionare la tua carriera lavorativa e trasformarti in un top manager.

the_mba_2

1. Strutturare al meglio la candidatura

I selezionatori MBA vogliono capire le tue passioni e le tue aspirazioni in relazione al master e, in particolare, al corso che vorresti frequentare. Quindi, nel redigere la candidatura è importante, in primis, scegliere il percorso formativo che più si addice alle tue esigenze perché ci sono corsi full-time, part-time, EMBA, le materie di studio si differenziano in base all’orientamento degli istituti e quale sia la scelta didattica più adatta a te puoi saperlo solo tu e dipende anche da cosa vuoi fare da grande!

Inoltre, nel compilare la candidatura bisogna curare nei minimi dettagli il curriculum facendo emergere persino il percorso che vorresti intraprendere dopo la specializzazione. Ad esempio, se ti interessa frequentare un MBA per dare una svolta alla tua carriera è fondamentale che nel cv si evidenzino le competenze che ti hanno permesso di affrontare le sfide in passato e la tua capacità di apprendimento. Ma attenzione! Il curriculum deve essere breve, al massimo una pagina, quindi scegli bene le qualifiche da inserire per fare un’ottima impressione ai selezionatori.

cose da eliminare dal tuo curriculum

Possono condizionare l’andamento della candidatura in senso positivo o negativo e non sono certo un banale pezzo di carta: stiamo parlando delle lettere di presentazione. Fondamentali per accedere all’MBA, bisogna scegliere bene a chi chiederle perché è da considerare che i selezionatori preferiscono lettere professionali rispetto a quelle accademiche. Muoviti per tempo se vuoi avere una lettera di presentazione che rispecchi veramente la tua esperienza con la persona con la quale hai collaborato e possa essere uno strumento che faciliti il tuo inserimento all’MBA.

2. Avere il giusto spirito per il test

Il test non è facile! Il consiglio principale è di iniziare subito il Graduate Management Admission Test (GMAT) in maniera tale da avere più tempo a disposizione per poter migliorare il punteggio. L’obiettivo del test è valutare l’attitudine agli studi economici che hai sviluppato durante il percorso accademico e professionale.

Ci sono domande a risposta multipla alle quali bisogna rispondere con molta attenzione ma è anche vero che l’algoritmo tiene in considerazione gli errori banali, senza troppe penalità sul punteggio finale. Ricordati che puoi sempre rifare il test e che le scuole non giudicano negativamente gli allievi che si ripresentano a sostenere il GMAT. Inoltre, nel caso in cui tu abbia ottenuto un basso punteggio al test puoi contare di superare le selezioni con ottimi risultati professionali, studi accademici, referenze o attraverso la stesura di una domanda di ammissione particolarmente brillante. Mostra ai selezionatori che sei disposto a lavorare duramente per avere successo: una qualità che è cruciale per un candidato MBA!

3. Partecipare al The MBA Tour

The MBA Tour organizza eventi che offrono l’opportunità ai candidati di incontrare faccia a faccia i docenti selezionatori delle migliori scuole di business in tutto il mondo. Durante i colloqui si possono avere informazioni sulle procedure di ammissione al master ma non è da trascurare la possibilità per gli aspiranti allievi di presentarsi ai selezionatori: è importante fare una buona impressione perché catturare positivamente l’attenzione dei docenti sin dal primo incontro può incidere sull’ammissione all’MBA.

the_mba_1

Con la miglior mise da lavoro, tieni in mano il tuo curriculum e proprio quando ti presenti davanti ai selezionatori che all’MBA Tour rappresentano la scuola che hai sempre voluto frequentare la mente ti si annebbia: come superate questo momento?

È fondamentale avere qualcosa (di intelligente!) da dire e quindi è meglio preparare un discorso. Niente grandi orazioni ma semplicemente basta raccontare al docente perché ti interessa fare un MBA e quali sono i tuoi obiettivi. Per evitare vuoti di memoria puoi anche scrivere i punti principali del tuo pitch su un foglio così da poterli esporre a braccio ma senza dimenticare niente. Ricorda che i selezionatori vogliono rispondere alle tue domande e darti le migliori informazioni possibili, quindi è importante essere schietti durante la presentazione, raccontando il vero motivo per cui sei interessato all’MBA di quella scuola.

Il colloquio con i selezionatori presenti all’evento è già un primo step per l’accesso all’MBA quindi non farti prendere dall’ansia, rilassati, sii te stesso e segui i consigli del prof. Sheldon Dookeran, Assistant Director Recruitment & Admissions Rotman School of Management.

Ora sei pronto a partecipare all’evento gratuito che lunedì 18 settembre si terrà a Milano! Iscriviti sul sito web The MBA Tour 

THE MBA TOUR

Lunedì 18 settembre, 2017
17:00 – 22:00

Westin Palace Milano
Piazza della Repubblica 20
Milan, 20124 Italy
(39)(02) 63361

Iscriviti Qui

La manifestazione è gratuita

In collaborazione con

Condividi questo articolo


Segui Felicia Mammone su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it