Week in Social

Week in Social: dal Marketplace di Facebook al restyling completo di YouTube

Tutte le novità social della settimana per rimanere sempre aggiornati e affrontare al meglio il rientro dalle vacanze

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Siamo ufficialmente nel mese dove tutto inizia di nuovo. Palinsesti tv aggiornati, costumi e teli mare all’ultimo lavaggio, porta pranzo a pieno regime. Dopo una lunga pausa estiva non vediamo l’ora di riappropriarci delle vecchie sane abitudini quotidiane. Se a qualcuno questa affermazione può far storcere il naso, tranquilli, parliamo dell’unico e imperdibile appuntamento che da oggi torna a scandire le vostre settimane. È venerdì, torna più in forma che mai Week in Social, la rubrica targata Ninja Marketing con tutte le novità social della settimana, in questo caso del mese.

Tante le news e gli aggiornamenti e tanti gli argomenti di cui parlare tornati in ufficio. Dall’introduzione del marketplace Facebook anche in Italia, al restyling di Youtube fino ai nuovi formati di Instagram per la condivisione di foto e brevi video. Ma andiamo con ordine.

Facebook Marketplace anche in Italia

Ma quanto ci piace mettere in vendita sul web gli oggetti che non usiamo più? Tanto! E di app e piattaforme che ci consentono di dare una sbirciata a ciò che potremmo acquistare vicino casa nostra ce ne sono diverse, ma da qualche giorno è possibile utilizzare anche la piattaforma messa a disposizione da Facebook. Si avete capito bene, è finalmente anche in Italia Facebook Marketplace, il mercatino dell’usato che sfrutta la potenza social per far breccia nei desideri del vicinato.

week in social

Come funziona? Semplice. La classica iconcina di un negozio appare tra una richiesta di amicizia e una notifica, cliccandoci sopra gli utenti possono caricare e vendere i loro oggetti alle persone nelle vicinanze. Basta inserire una foto, alcune informazioni (nome dell’oggetto, descrizione e prezzo), luogo in cui si trova e categoria. I potenziali acquirenti possono contattare il venditore tramite messaggi privati. La transazione può essere conclusa nel mondo reale, non tramite Facebook. E voi lo avete già provato? Diteci cosa ne pensate.

Ecco invece cosa ne pensa il nostro Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy e docente del primo Social Media LIVE Program:

I test del marketplace sono solo il primo passo e, se andranno bene, è probabile che Facebook deciderà di inserirsi anche nella parte di transazione (per ora non prevista) anche per avere sempre più dati su cosa ci piace comprare e quanto spendiamo online. L’importanza che Facebook sta dando a questo “rilancio” del Marketplace la si intuisce dal fatto che hanno inserito un pulsante ad hoc nella app mobile.

SocialMediaLiveProgram-NM_600x420

Facebook: in arrivo il retargeting per chi ha visitato un negozio

Rimaniamo in casa Facebook e in tema shopping. Il social di Mark Zuckerberg sta testando una nuova opzione per la personalizzazione del pubblico che consentirebbe alle aziende di targettizzare gli annunci verso le persone che hanno già visitato il proprio negozio, bar o ristorante.

week in social

Grazie al nuovo strumento, Facebook sarebbe in grado di creare un elenco di persone che hanno visitato negli ultimi 30 giorni il punto vendita, probabilmente attraverso la geolocalizzazione. Una vera e propria rivoluzione in campo business che avvicinerebbe sempre più brand e imprese al social network per eccellenza.  A questo proposito Luca La Mesa ci racconta la sua esperienza:

In una recente analisi svolta per un importante cliente nel mondo della moda abbiamo notato come l’utente che è familiare sia con lo store che con gli asset digitali del brand tende a spendere molto di più rispetto ai consumatori che sono solo online o solo offline. Le strategie omnicanale saranno sempre più importanti e questa è solo una delle novità che i social stanno preparando in questa direzione. Si aprono diversi interessanti scenari da testare in maniera approfondita

LEGGI ANCHE: Facebook: in arrivo il retargeting per chi ha visitato un negozio

Facebook contro le fake news, niente ads a chi le diffonde sul social network

Guerra aperta alle fake news. Neanche con l’estate si è fermata la battaglia di Facebook alle notizie false, fuorvianti e acchiappa clik. Ma a quanto pare questa volta Facebook ci è andato giù pesante. Come? Togliendo a chi le diffonde la possibilità di sponsorizzarsi, e quindi di incrementare il numero di lettori e i ricavi correlati.

Facebook Fake

La compagnia ha annunciato che le pagine “colpevoli” di pubblicare ripetutamente notizie bufala sul social network non potranno più comprare spazi pubblicitari sulla piattaforma. Un duro colpo per chi sperava di attirare utenti e potenziali clienti catturando l’attenzione con notizie appetibili quanto false. Dello stesso parere anche il nostro Luca La Mesa che ci conferma che:

C’è un vero e proprio business dietro le fake news e Facebook sta cercando di contrastarle in vari modi. Dopo aver ridotto la reach organica dei post riconosciuti come “falsi” ora si appresta a bloccare le inserzioni delle stesse pagine, se ripetutamente utilizzano questi ingannevoli trucchetti. Se implementata bene sarà un’ottima novità andando ad alzare la qualità dei contenuti del social e permettendo anche ai brand “sani” di recuperare una piccola parte della visibilità organica e a pagamento che verrà liberata da questi tipi di post. Il colpo più importante all’industria delle fake news credo lo potrà dare anche Google andando a staccare la mini fonte di reddito (Adsense) collegata a quei siti. Una volta senza guadagno non avranno più ragione di inquinare le nostre bacheche con notizie false.

Facebook fake

WhatsApp apre alle aziende, in arrivo profili verificati per i contatti coi clienti

Per porte che (finalmente) si chiudono a portoni che (finalmente) si spalancano. Mentre Facebook continua la sua battaglia contro chi diffonde sui social notizie false, Whatsapp apre i suoi orizzonti e strizza l’occhiolino al mondo business. Cosa vogliamo dire? Presto detto. A breve le funzioni di messaggistica istantanea che hanno reso famosissima l’app saranno disponibili anche per le aziende. In questo modo negozi, esercizi commerciali e brand potranno entrare direttamente in comunicazione con i propri utenti/clienti.

week in social

Una svolta epocale che potrebbe ancor di più fidelizzare il pubblico di una una delle app più famose e utilizzate al mondo. Attenzione, non tutte le aziende o i brand avranno questa possibilità. Solo i profili verificati e autorizzati avranno accesso a questa fondamentale funzione che per ora è già attiva, ma solo in anteprima per un numero ristretto di soggetti.

Instagram: formato orizzontale e verticale quando si condividono più foto e video sul social network

Addio ai classici quadratini che tanto abbiamo amato. Instagram si libera finalmente dal vincolo delle foto quadrate negli album. Il social ha infatti introdotto la possibilità di postare più foto insieme usando anche scatti nei formati ritratto e panorama, cioè verticale e orizzontale. Non sarà quindi più necessario tagliare le immagini prima di pubblicarle.

YouTube cambia look, video si muovono con i gesti

Week in social

Da oggi gesticolare davanti al vostro pc non vi sembrerà così strano. Di cosa stiamo parlando? Del primo vero restyling di Youtube che tra le tante cose permetterà di muovere e scorrere i video con i gesti. Tra le novità più evidenti sicuramente un design più pulito, nuovo logo, e come dicevamo video che si muovono con i gesti e alla velocità preferita. A 12 anni dal lancio YouTube cambia look introducendo novità, sia nella versione per dispositivi mobili sia in quella per computer.

Per questa settimana con le novità social è tutto! Seguite la nostra pagina Facebook, il nostro gruppo LinkedIn e su Twitter per rimanere aggiornati su tutte le novità del mondo social. Buon rientro!