eCommerce

Conviene vendere su Amazon? Ecco una breve guida

Alcune delle domande da farsi prima di decidere di portare i propri prodotti sul marketplace

Fabio Casciabanca
Fabio Casciabanca

Editor Business Ninja Marketing

Amazon è stata negli ultimi venti anni una delle aziende che in maniera più incisiva ha contribuito all’innovazione nella vendita al dettaglio. E così anche vendere su Amazon sembra essere diventato un mantra per aumentare le vendite online.

Dai suoi inizi, negli anni Novanta, come semplice bookseller, fino all’ultima colossale acquisizione di Whole Foods, Amazon ha cambiato non solo il modo in cui si vende, ma anche quello in cui si compra, e quest’ultimo forse in maniera ancora più profonda.

Vendere su Amazon

Credits: Depositphotos #74068233

Il boom di Amazon e l’everywhere commerce

Quasi il 50% degli utenti negli Stati Uniti che oggi acquista prodotti su Internet vive in una famiglia con almeno una affiliazione ad Amazon Prime e amazon.com è visitato ogni mese da più di 2 miliardi di visitatori.

Insomma, potremmo dire che Amazon è ormai uno specchio della società più che una semplice piattaforma di eCommerce, dato che anche la sua espansione verso il brick and mortar, ossia  verso l’offline, sembra oggi rappresentare una nuova sfida anche al commercio tradizionale.

Per chiudere infine con le prospettive di commerce everywhere aperte da Amazon Echo, il dispositivo a comando vocale del gigante dell’eCommerce, pronto ad offrire un’esperienza di shopping davvero totale.

Conviene davvero vendere su Amazon?

Gli utenti, insomma, lo ritengono irrinunciabile e per i venditori sembra essere l’unica vera possibilità di espansione delle proprie vendite online. Ma è davvero così?

Ce lo siamo domandati per capire quando è davvero conveniente e utile per un piccolo business pensare ad Amazon per le sue vendite, o se la piattaforma è davvero diventata indispensabile.

Se per i consumatori Amazon significa poter trovare qualsiasi cosa in un unico sito e acquistare in pochissimi clic, con spedizione garantita in pochi giorni e spesso gratuita, per i merchant Amazon significa accesso ad un traffico irraggiungibile solo attraverso il loro piccolo eCommerce.

Vendere su Amazon

Credits: Depositphotos #91250472

Il tuo prezzo può essere competitivo su Amazon?

Forse il prezzo non è uno dei fattori principali per cui in Europa si sceglie di comprare su Amazon, ma tra spese di spedizione incluse e rapidità nella consegna, a conti fatti, anche questo aspetto diventa davvero importante per la vendita sulla piattaforma.

Soprattutto considerato il numero di competitor che si rischiano di incontrare per lo stesso prodotto su Amazon, il prezzo può diventare determinante. È quindi necessario verificare prima di partire con le nostre vendite sul marketplace se siamo in grado di essere davvero competitivi, altrimenti la nostra presenza rischia di rivelarsi un buco nell’acqua.

Vendere su Amazon conviene?

Credits: Depositphotos #55785499

Distribuire tramite Amazon è la scelta giusta per te?

Amazon offre ai suoi merchant la possibilità di distribuire i prodotti direttamente tramite il proprio centro di distribuzione. Questo significa che sarà Amazon a stoccare i prodotti in un suo centro per poi consegnarli con la rituale celerità.

Naturalmente questi vantaggi hanno un costo aggiuntivo e anche in questo caso andrebbe valutato quanto le fee richieste per il servizio vadano a incidere sul tuo guadagno, prima di scegliere questo sistema, anziché farsi carico direttamente delle spedizioni.

Pro e contro vanno valutati attentamente, perché potrebbero essere proprio disponibilità e tempi di consegna a renderti meno competitivo rispetto ai concorrenti.

Vendere su Amazon

Credits: Depositphotos #56479023

Sei all’altezza della SEO per Amazon?

La ricerca di visibilità è la chiave per il successo anche su Amazon. Se pensavi che essere sul marketplace ti esonerasse automaticamente dal doverti preoccupare di ottimizzazione e parole chiave, ti sei sbagliato e di grosso.

La ricerca per parole chiave è uno degli strumenti più utilizzati dagli utenti sulla piattaforma, per questo è necessario investire nell’ottimizzazione delle proprie liste di prodotti e delle proprie inserzioni, con una costante manutenzione e monitoraggio.

Proprio come nella SEO per i motori di ricerca consueti come Google, anche il motore di ricerca interno di Amazon ha le sue regole, i suoi algoritmi e le sue preferenze.

Prima regola, anche in questo caso, offrire risposte coerenti con le richieste degli utenti, utili e quindi prestare particolare attenzione a titoli dei prodotti, informazioni e schede, parole chiave e quantità e qualità delle recensioni.

LEGGI ANCHE: Amazon Wardrobe: prova a casa gratuitamente e poi decidi se comprare

Amazon: è sufficiente esserci?

L’illusione, insomma, che basti riversare le schede dei propri prodotti sul marketplace per guadagnare di più va sfatata. Anche per vendere su Amazon c’è da lavorare e da investire, con attenzione e competenza: il vero plus qui è il pubblico enorme a livello mondiale a cui avrai accesso.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?