Week in Social

Week in Social: dall’impegno di Facebook contro il terrorismo, alle Snap Map di Snapchat

Anche d'estate Week in Social vi porta tutte le novità social della settimana sotto l'ombrellone

Emanuele Loiacono
Emanuele Loiacono

Digital strategist & Social Media Manager @TBI Marketing

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Altra settimana calda anzi, caldissima nel mondo dei social media. L’estate è appena iniziata e anche se siete su una spiaggia deserta, Week in Social vi raggiunge anche lì con i suoi freschissimi aggiornamenti della settimana appena trascorsa.

Tra annunci ufficiali e voci di corridoio, anche questo venerdì siamo pronti a svelarvi tante succulentissime novità. Dall’impegno di Facebook contro il terrorismo, alla possibilità di condividere la registrazione di un video in diretta su Instagram Stories, fino all’arrivo delle canzoni sponsorizzate su Spotify.

Pronti a partire con noi?

Le novità di Facebook

Zuckerberg annuncia guerra al terrorismo

In un post pubblicato sulla suo profilo, Mark Zuckerberg ha annunciato l’impegno di Facebook nel combattere la diffusione di contenuti legati al terrorismo, attraverso un sistema di intelligenza artificiale.

Zuckerberg contro il terrorismo

Facebook ha messo in campo software in grado di riconoscere automaticamente il contenuto di utenti che caricano foto o video, di volti di persone identificate come terroristi.

Inoltre per evitare la diffusione di messaggi con contenuti terroristici, il software è capace di confrontare testi con quelli che sono stati ritenuti già sospetti nel passato, come preghiere o azioni di supporto ad organizzazioni terroristiche, riuscendo automaticamente a individuarli e bloccarli.

Zuckerberg afferma inoltre, che per combattere la diffusione di contenuti legati al terrorismo, c’è bisogno dell’aiuto di tutti gli utenti: “È un sistema, che confida sulla gente e sulla sua disponibilità a segnalarci i contenuti legati al terrorismo che vedono. Questa cosa funziona proporzionalmente alle informazioni che riceviamo“. A tal proposito Facebook ha messo a disposizione l’indirizzo mail hardquestion@fb.com a cui inviare idee e suggerimenti utili da parte degli utenti, che possano aiutare a trovare una soluzione per migliorare la sicurezza della piattaforma.

Creative Hub si arricchisce di strumenti per testare in anteprima il funzionamento delle inserzioni 

Lo scorso dicembre, Facebook aveva annunciato e introdotto la piattaforma Creative Hub, in cui marketers e inserzionisti hanno la possibilità di trovare ispirazioni per la creatività delle proprie inserzioni, testarle e inviare le prove direttamente sul proprio smartphone per visualizzarle e interagire con l’annuncio come se fosse online.

Pochi giorni fa, Facebook ha annunciato l’imminente introduzione di due nuove funzionalità in Creative Hub. La prima riguarda la possibilità di testare la creatività creata per un’inserzione prima di pubblicarla, permettendo agli inserzionisti di conoscere le reali potenzialità e i risultati previsti in termini di performance.

Creative Hub di Facebook si aggiorna

Questo strumento permetterà di avere un’anteprima video del funzionamento e dei risultati dell’inserzione, dando la possibilità agli inserzionisti di raccogliere i giusti feedback per ottimizzare la creatività dei propri annunci, prima di pubblicare un’inserzione.

La seconda novità introdotta riguarda invece la possibilità di importare un mockup di un’inserzione precedentemente creato su Creative Hub, direttamente sul proprio account pubblicitario.

In questo modo si ha la possibilità di utilizzare un solo tool per il test e la creazione di un’inserzione Facebook, massimizzando il tempo e migliorando il lavoro di squadra tra chi produce i contenuti e chi crea le inserzioni.

A tal proposito, Luca La Mesa, il top teacher di Ninja Academy, ha commentato: “La possibilità di testare la creatività prima di pubblicarla è sicuramente molto utile. Al crescere del budget investito ogni opportunità di A/B test o feedback qualitativo può portare ad un miglioramento della performance. All’interno del Social Media LIVE Program ci confronteremo con tanti professionisti proprio per comprendere quali creatività e strategie hanno performato meglio nei diversi mercati (sport, fashion, brand, celebrity ecc…).”.

LEGGI ANCHE: Gruppi su Facebook: Zuckerberg annuncia le nuove funzionalità

Instagram introduce Replay

Non sei riuscito a seguire una diretta su Instagram che ti interessava particolarmente? Niente paura, da qualche giorno Instagram ha introdotto Replay: la funzione che permette di condividere nelle Stories i replay delle proprie trasmissioni live, anche quando queste si sono già concluse. Prima di questo aggiornamento infatti, i video live rimanevano visibili solo durante la diretta e non in differita, come avviene già su Facebook.

Instagram introduce Replay

D’ora in poi al termine di una diretta, basterà cliccare su “condividi” in basso allo schermo del vostro smartphone, per aggiungere la registrazione del vostro video live alle Instagram Stories.

Per poter utilizzare questa nuova funzione, assicuratevi però di possedere l’ultima versione aggiornata di Instagram.

Spotify testa le sponsored songs

Spotify pensa a far cassa in vista della sua imminente quotazione in borsa. Pochi giorni fa è apparsa una nuovissima opzione su molti smartphone e pc chiamata sponsored post. Ebbene si, anche nello streaming del colosso svedese sono comparsi i primi brani sponsorizzati. Si tratta di una prima fase di test sugli utenti che utilizzano Spotify in versione free, quindi senza aver sottoscritto nessun tipo di abbonamento.

Spotify Sponsored Songs

Ma quali saranno i brani sponsorizzati?

Saranno le etichette discografiche a scegliere quali brani promuovere, in base a scelte puramente commerciali. I brani sponsorizzati saranno integrati all’interno delle playlist dell’utente e saranno selezionati in base ai gusti musicali dell’ascoltatore.

Una novità che potrebbe rappresentare per Spotify un’importante fonte di ricavo, oltre agli abbonamenti premium e agli annunci pubblicitari presenti nei free account. L’obiettivo dell’introduzione dei brani sponsorizzati, è quello di dare una sferzata verso l’alto al bilancio, che attualmente ha registrato una perdita di 389 milioni di dollari. Correzioni assolutamente necessarie da fare in vista dell’imminente quotazione in borsa che dovrebbe avvenire entro la fine del 2017.

Snapchat lancia la Snap Map

Ancora aggiornamenti su Snapchat. E’ stata annunciata poche ore fa la nuova funzione Snap Map, ovvero la possibilità di geolocalizzarsi e condividere la propria posizione in tempo reale e di visualizzare quella degli altri. Snap Map consente di individuare la posizione degli amici, rappresentati su una mappa attraverso dei simpatici avatar, in stile BitMoji, per scoprire dove sono e cosa stanno facendo, attraverso le loro ultime storie.

Come funziona SnapMap?

È possibile attivare le funzionalità di Snap Map attraverso la fotocamera di Snapchat, scegliere gli amici con cui condividere i dati e le informazioni, oppure essere invisibili attivando la “modalità fantasma”. Snap Map permette di osservare chi tra i nostri contatti è nei paraggi, visualizzare con un tap sulla foto profilo gli ultimi contenuti condivisi e magari fissare un appuntamento per incontrarsi nella vita reale.

Snap Map su Snapchat

La mappa inoltre, evidenzierà gli “heat colors”, ovvero zone in cui vi è un’alta concentrazione di utenti, che potrebbero indicare un concerto o un grande evento. Un modo in più per combattere la concorrenza spietata di Instagram stories.

Per questa settimana è tutto. Se non siete ancora abbastanza sazi di news e aggiornamenti vi aspettiamo sempre puntuali venerdì prossimo. Per seguire tutte le novità del mondo social seguite la nostra pagina Facebook e il nostro gruppo Linkedin.