Facebook

Facebook Pixel: ecco perché è il miglior amico del SMM

Converti velocemente utenti in potenziali clienti con una semplice strategia di retargeting e senza dover diventare un fanatico di tecnologia

Valerio Faedda
Valerio Faedda

Web Editor & Social Media Manager @Club Esse

Pensa se potessi monitorare le tue campagne marketing su Facebook sapendo esattamente se stai ottenendo i risultati sperati, targetizzando il tuo pubblico, o dell’azienda per cui lavori, convertendo più velocemente gran parte dei visitatori della tua pagina in potenziali clienti.

Pensa se potessi risparmiarti improvvisazioni e notti in bianco sugli insight; che mondo meraviglioso sarebbe per i poveri e bistrattati social media manager. Un momento, ho appena spoilerato tutto. Eh sì, perché in soldoni è proprio questa la grande utilità di Facebook Pixel.

Ma procediamo con ordine. Il primo passo da compiere è comprendere esattamente cosa sia materialmente questo “pixel” e come poterlo utilizzare rendendolo un’arma a nostro favore.

Cosa è e a cosa serve Facebook Pixel

Essenzialmente è una linea di codice (un frammento di Javascript per i più esperti) che può essere implementata in un sito web con la funzione di monitorare conversioni, micro conversioni, comportamenti e tendenze dell’audience a cui ti stai rivolgendo.

facebook pixel attraverso il retargeting aiuta il lavoro di un social media manager

In questo modo potrai ridefinire il target di riferimento delle tue Facebook Ads, rendendo le campagne visibili a tutti coloro che hanno visitato il tuo sito web, mentre trascorrono il loro tempo su Facebook tra un post e l’altro.

Questa stringa di codice è in grado di monitorare chiunque visiti il tuo sito, ma soprattutto di raggiungerlo (retargeting) a prescindere dalla sorgente di riferimento e dal proposito per cui lo fanno. Di conseguenza ti consentirà di aumentare e convogliare tutte le tue strategie di marketing anche da altre piattaforme.

Segmenti di traffico e pubblico personalizzato

Il vero punto centrale di tutta la questione, senza utilizzare tanti giri di parole, è che avere un intenso traffico di visitatori e utenti sul tuo sito, non vuol necessariamente dire che questi acquisteranno i tuoi prodotti o sceglieranno i tuoi servizi. E qua la schiera di SMM farà un sospiro malinconico.

scoraggiamento di una SMM che non usa facebook pixel

Suvvia, sarebbe troppo semplice e poco divertente. D’altronde avere un bel volume di utenti è già un buon punto di partenza; hai i numeri per trasformare quel pubblico passivo in visitatori attivi che non finiscono sul sito o blog per caso, ma guidati da quelle Facebook Ads, intenzionati probabilmente a scoprire qualcosa in più di questo o quel servizio.

Per far fruttare al meglio questo passaggio ti tornerà utile creare dei segmenti di traffico per indirizzare tutti gli sforzi di marketing verso un pubblico personalizzato con delle campagne mirate.

LEGGI ANCHE: Come definire un pubblico personalizzato per le vostre Facebook Ads

Usa il Pixel come una lente d’ingrandimento

facebook pixel consente di segmentare il pubblico

Entrando nello specifico, intendo che puoi seriamente osservare le caratteristiche di diversi settori del bacino di utenza di un sito o blog e lanciare campagne Facebook mirate, scegliendo il pubblico attraverso le sue azioni o preferenze in queste diverse sotto categorie:

  • L’ammontare di tempo che trascorrono sul sito/blog
  • Le pagine che visitano (scegliendo di inserirle tutte, o solo certe pagine, o alcune piuttosto che altre)
  • Il lasso di tempo tra una visita e l’altra
  • Evento di conversione (come registrazione, lead e ascquisto)
  • Puoi anche scegliere di personalizzare la scelta  se ad esempio vuoi indirizzare la campagna a coloro che visitano una certa pagina, senza che questa si converta in lead.

E conoscendo “Zuckerberg & Co”. c’è da scommettere che le funzioni del Facebook Pixel verranno implementate costantemente.

Aiuta il tuo pubblico con la creazione di categorie

Il miglior modo per settorializzare il pubblico è creare delle categorie nel sito o blog di riferimento, in modo da rendere più semplice e soddisfacente la navigazione per l’utente, ma soprattutto per consentirti di individuare e personalizzare l’audience su cui riverserai le Facebook Ads.

Puoi restringere ancora di più il target di riferimento creando dei pixel che mirino a utenti che visitano determinate pagine, rendendo ancora più precisa la tua inserzione e verosimilmente trasformando visitatori casuali in prospettive e clienti, portando ad un livello superiore il tuo funnel di conversione.

In conclusione, se sei un SMM e non hai ancora utilizzato Facebook Pixel il consiglio è quello di farlo al più presto, incrementando la spinta e l’efficacia del tuo funnel, in cambio avrai dei visitatori consapevoli e soprattutto attivi.

Yes we Ninja!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Valerio Faedda

Web Editor & Social Media Manager @Club Esse

La cinematerapia con me è l'unica cosa che funzioni. Osservo tutto, leggo tutto e ascolto tutto, poi, faccio come mi pare con entusiasmo. Laureato in Comunicazione multimediale ... continua

Condividi questo articolo


Segui Valerio Faedda .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it