Mobile Marketing

McDonald’s Snaplications: trovare lavoro con Snapchat

Il recruiting diventa sempre più social

Si chiama Snaplications la nuova campagna di social recruiting lanciata in Australia da McDonald’s in collaborazione con Snapchat.

Il colosso statunitense ha deciso di utilizzare la nota applicazione di messaggistica, molto amata dai giovani, come strumento di recruiting,  per offrire loro un nuovo modo per inviare la propria candidatura, utilizzando il linguaggio, quello dei social, che i Millennial stessi utilizzando quotidianamente.

È la prima volta che Snapchat prende parte ad un processo di selezione del personale, stesso discorso per McDonald’s che prima d’ora non aveva mai sfruttato i social network per attirare l’attenzione di nuovi potenziali dipendenti.

Trovare lavoro con uno snap

snaplications-mcdonalds-2

Niente curriculum per gli aspiranti dipendenti McDonald’s,  ma uno snap da inviare al profilo Snapchat dell’azienda.

Per l’esattezza un video di presentazione della durata di 10 secondi  con indosso la divisa virtuale del brand, grazie al’ausilio di un apposito filtro a tema creato ed inserito all’interno dell’app per l’occasione. Personalità, positività ed entusiasmo, queste le caratteristiche principali che la nota catena statunitense si aspetta di vedere nelle creazioni inviate dai giovani.

Il video di 10 secondi che l’azienda riceverà dagli utenti, di certo non sostituirà il tradizionale colloquio face to face ma sarà un primo punto di incontro tra i giovani e l’azienda per accedere agli step successivi del processo di selezione.

snaplications-mcdonalds-screen

Superata la prima fase grazie alla Snaplication, i candidati riceveranno un link che rimanderà ad un modulo più tradizionale da compilare per accedere al secondo step selettivo.

Attualmente McDonald’s in Australia, conta circa 106.000 dipendenti, con il 65% under 18, mentre Snapchat conta più di quattro milioni di utenti australiani attivi giornalmente, di cui l’ 82% sono giovani.

Prendendo in considerazione questi dati è chiaro l’intento di McDonald’s di volersi avvicinarsi e coinvolgere il pubblico dei millennial utilizzando il loro stesso linguaggio di comunicazione.

Shaun Ruming, funzionario principale di McDonald’s Australia, ha dichiarato:

Recentemente ho avuto modo di imparare molto sul mondo di Snapchat grazie a mia figlia di 14 anni.  In Australia McDonald’s è fra le maggiori aziende capaci di offrire lavoro ai millennial del paese, diventa quindi fondamentale cercare modi innovativi per reclutare nuove figure giovani.

Al momento il social recruiting di McDonald’s attraverso Snapchat sembrerebbe essere solo un primo esperimento, ma lascia senza dubbio presagire che la selezione del personale sarà sempre più social e mobile.