Instagram

Instagram offline: presto disponibile per Android

Un modo in più per rimanere sempre connessi...anche senza connessione

Alexia Gattolin

Content Coordinator & Writer

Impara le strategie e gli strumenti per il Social Media Management. Scopri il Master Online in Social Media Marketing di Ninja Academy.

In occasione dell’F8 – la conferenza annuale degli sviluppatori con cui Facebook annuncia le principali novità in arrivo – è stata presentata un’interessante feature di Instagram: la versione per Android dell’app sarà presto disponibile anche in modalità offline.

LEGGI ANCHE: F8 2017: tutte le novità dalla conferenza annuale di Facebook per i developer

Cosa potremo fare su Instagram offline?

Lo scorso anno era stata introdotta sul social la possibilità di salvare le bozze, utile proprio in caso di scarsa connessione, o quando si vuole postare in un secondo momento senza perdere una foto già editata e pronta per la pubblicazione.

instagram offline

Ora, con Instagram offline, potremo fare molto di più: creare e salvare i post, accedere al tab Esplora e ai profili visualizzati di frequente, mettere like, commentare, seguire nuovi utenti o procedere al defollow. Il tutto senza connessione dati, a patto che tutti i contenuti interessati siano stati precedentemente caricati dall’app in presenza di internet.

Non appena accederemo alla connessione dati, l’app effettuerà poi ogni azione compiuta e “registrata” in modalità offline.

Più connessi, anche senza connessione

via GIPHY

L’opzione, che a dire il vero è stata parzialmente rilasciata in alcuni Paesi e sarà estesa molto probabilmente anche ad iOS, è appositamente pensata per consentire l’accesso all’app in luoghi con scarsa connessione o assenza totale di Internet.

“La mission di Instagram è aiutare le persone a connettersi attraverso la condivisione di esperienze. L’80% della sua community è al di fuori degli Stati Uniti, e man mano che la piattaforma si sviluppa, Instagram dovrà essere presente su un numero sempre maggiore di device e network per mantenere connesse le persone”.

Un ulteriore passo in avanti, quindi, per consentire ai Paesi in via di sviluppo di non rimanere tagliati fuori da uno dei social più popolari al mondo, e perseguire l’obiettivo programmatico da sempre tanto caro a Zuckerberg: connettere le persone.

La scelta di una maggiore accessibilità per tutti, tra l’altro, non è solo una prerogativa di Facebook e Instagram: proprio recentemente Twitter ha annunciato l’arrivo di Twitter Lite, la web-app veloce e leggera, adatta in caso di scarsa connessione a Internet e concepita proprio con le stesse motivazioni.

Anche se i social sono sempre più live, paradossalmente la modalità offline ci permetterà di essere più connessi, sempre e ovunque.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?