Twitter

Papa Francesco twitta contro Trump?

Come twitta @Pontifex: consigli, pensieri e critiche neanche troppo velate

Papa Francesco è un gran twittatore e gli va riconosciuto il merito di aver esteso la voce del Vaticano oltre le mura della comunicazione tradizionale, abbracciando in pieno la Parola di Dio 3.0. Il Papa su Twitter non si limita a un solo profilo: ne ha diversi in diverse lingue per essere, fino in fondo, il Papa di tutti.

I tweet sui diversi profili sono gli stessi per tutti i canali declinati in un’altra lingua? Sì, ma probabilmente sono tutto fuorché generalisti. @Pontifex, in uno stile buono, puro e caritatevole non le manda a dire a nessuno: tra pace nel mondo, accoglienza e ogni bene Papa Francesco ha un certo tempismo nell’esprimere alcuni concetti che, in generale, sono sicuramente messaggi d’amore, ma che se letti alla luce dell’agenda politica ed economica appaiono quantomai ficcanti. Questo è vero soprattutto da quando qualcuno vuole costruire un certo muro tra gli USA e il Messico scatenando l‘ira del Signore.

via GIPHY

I messaggi “anti-Trump” che hanno preso piede a partire dal nuovo anno sono costruiti sapientemente, secondo noi, intorno a quattro elementi. Vediamo quali.

Parlare in positivo

Una delle grandi armi della comunicazione – istituzionalissima, ricordiamocelo – del Papa è il messaggio positivo. Papa Francesco sa utilizzare questo strumento retorico: in altre parole il Papa invece di dire “non è giusto che il caffè sia finito” guardando in cagnesco il coinquilino che avrebbe dovuto comprarlo, raccoglie una tazzine vuota e, in un sospiro pieno di pietas dice “Sarebbe così bello se ora potessimo bere del buon caffè insieme”. Avete capito, attraverso messaggi positivi veicola messaggi dal contenuto molto forte, con il risultato che si esprime in merito alla politica internazionale ma senza attaccare direttamente le persone, ma le loro idee.

È il caso del 18 febbraio 2017. Viene organizzata una grossa manifestazione per il giorno seguente dal popolo latino, una sorta di muro umano per protestare contro le politiche di Trump: @Pontifex, casualmente, twitta:

Dovete ergerete muri, io edificherò ponti

Ultimamente nel vocabolario di @Pontifex è emersa una parola: ponte. Il ponte emblematicamente unisce due zone di terra altrimenti divise, insomma il contrario di quello che fanno i muri. E mentre @RealDonaldTrump parla moltissimo di muri, @Pontifex ha iniziato a parlare, invece, di ponti innescando un  turn over significativo della menzione della parola “bridge/bridges” tra i tweet in lingua inglese.

Ma non sono solo i “ponti” a porsi linguisticamente contro i muri.

Ama il prossimo tuo come te stesso

Il 9 gennaio è stata una data piuttosto importante per la politica interna americana, perchè il regime decisamente protezionista trumpiano ha visto il suo primo, eclatante, frutto: la Ford – che doveva espandersi in Messico – ha ritrattato le precedenti dichiarazioni annunciando la stessa espansione in territorio USA e annullando l’investimento previsto a sud. Casualmente, @Pontifex twitta  dopo l’entusiastico tweet trionfale di Trump un messaggio d’amore e di speranza che può essere letto con diversi livelli di significato:

Capovolgere il tavolo

Come può la forza Jedi combattere i Sith anche su terreni spinosi come la guerra nell’Impero? In altre parole com’è possibile affrontare di petto, ma senza essere in contrasto diretto con qualcuno, un tema come i fondi stanziati all’esercito e il terrorismo? Papa Francesco con il candore di Amélie Poulain capovolge la prospettiva e mentre Trump twitta di fondi a F35 e di rinforzo degli eserciti, @Pontifex parla degli orrori della guerra. Se uno racconta la guerra in un frame di protezione e sicurezza, l’altro ne mostra la fragilità e le turpi violenze. Da una parte i protagonisti sono forti soldati, dall’altro fragili bambini coinvolti negli orrori dei grandi.

Pescatore di utenti

Questi elementi elencati sono spunti di riflessioni e non appaiono come univocamente vincolanti a una lettura politica dei tweet del Pontefice. Tuttavia comunicare è veicolare un messaggio e far sì che questo messaggio arrivi al pubblico. Così, se i tweet di @Pontifex possono essere letti  o meno in chiave anti-Trump, quelli degli utenti che gli rispondono sono indubbiamente di stampo politico e chiaramente legati alle azioni politiche del Presidente degli Stati Uniti.

Che ne pensate amici lettori? Ditecelo sulla nostra pagina Facebook e nel nostro gruppo LinkedIn!