Business

Google cerca di rilanciare gli SMS con la tecnologia RCS

Il colosso di Mountain View lancia la sfida alle app di messaggistica istantanea con il nuovo protocollo RCS (Rich Communications Services)

Kurosawa
Federico Gambina

Web Editor & Social Media Specialist

Il lancio del nuovo Nokia 3310 continua ad essere sulla bocca di tutti. I più nostalgici hanno accolto il ritorno del figliol prodigo con entusiasmo mentre c’è chi non è del tutto soddisfatto. La causa principale di questa insoddisfazione pare che sia dovuta alla scelta di tagliare fuori tutte le app che usiamo giornalmente, incluse Messenger e WhatsApp.

In questo ritorno ad un passato glorioso, Google ha voluto dire la sua. Sembrerebbe infatti che stia cercando di rilanciare gli SMS attraverso un protocollo di messaggistica che permetterebbe ai classici messaggi di testo di inviare anche contatti, immagini, video, creare gruppi sms e molto altro. Il protocollo in questione prende il nome di RCS (Rich Communications Services).

La nuova tecnologia RCS è stata lanciata in modo sperimentale da Google sulla rete americana Sprint, con l’obiettivo di offrire agli utenti con smartphone Android un nuovo sistema di messaggistica SMS con le stesse funzionalità delle più famose app di messaggistica istantanea.

Google cerca di rilanciare gli SMS: le strategie

Così Google cerca di rilanciare gli SMS

Il primo passo di Google è stato quello di distinguersi da Facebook, cambiando il nome della propria app di messaggistica da Messenger a Android Messages. Un mancanza di creatività che possiamo tralasciare considerando che gli RCS assicurano a tutti gli utenti, anche chi non ha installato l’app, di ricevere i messaggi attraverso i servizi SMS e MMS, non obbligandoci ad installare ulteriori app di messaggistica.

Buone notizie per Google anche sul fronte delle partnership.

LEGGI ANCHE: Nokia 3310: le caratteristiche tecniche dell’operazione Nostalgia

Molti dei più importanti operatori del mondo hanno già aderito al progetto, parliamo di aziende come: Vodafone, Orange, Deutsche Telekom e Globe. Non mancano i brand di telefonia come: LG, Motorola, Sony, HTC, e Nokia i quali pre-installeranno la app Android Messages sui propri device per fare in modo che l’app venga utilizzata dalla maggiore parte degli utenti che utilizzano smartphone Android.

Non ci resta che aspettare gli esempi di RCS che verranno presentati in queste ore al Mobile World Congress di Barcellona.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?