Startup

Chi è Massimo Ciociola, l’italiano applaudito da Zuckerberg ieri a Roma

Founder e CEO di Musixmatch, la compagnia bolognese lanciata nel 2010

Massimo Sommella

Editor @ Ninja Marketing

Copy of Massimo Ciociola-5

Massimo “Max” Ciociola è l’italiano del momento. Ieri infatti, durante il Townhall Q&A di Mark Zuckerberg a Roma, Massimo è stato citato dal CEO di Facebook tra i vincitori del FbStart Program come esempio di come le buone idee possano provenire da qualsiasi parte del mondo. L’idea in questione si chiama Musixmatch ed è oggi una delle realtà imprenditoriali italiane più interessanti e promettenti del panorama digital.

Ecco lo spezzone del video:

Mark Zuckerberg Live from Rome – Q&A session 29/08/2016 from alessandra on Vimeo.

Musixmatch

C’è ancora qualcuno che non conosce quest’app?

Musixmatch è ad oggi il più grande catalogo al mondo di testi di canzoni raccolti in crowdsourcing ed è tra le top 300 app più scaricate al mondo. Viene utilizzata da oltre 30 milioni di utenti.

iOS_Spotify_Connect_player

L’app ha decisamente cambiato il comportamento dei consumatori ed ha integrato al meglio l’universo mobile. Mentre prima occorreva infatti cercare il testo della canzone su Google, con l’app Musixmatch è possibile collegare direttamente la propria musica, gestire le tue playlist e visualizzare i testi tramite l’app (anche sincronizzati in modalità “karaoke”).

Ad oggi la società ha raccolto più di 14 milioni di dollari di investimenti per sostenere la sua crescita internazionale. Tra i supporter della società troviamo Micheli Associati, United Ventures, P101 ed alcuni angel investors tra cui Paolo Barberis, founder di Dada, Paolo Basilico e Roberto Condulmari di Kairos Partner.

La fiducia di Zuckerberg fa ben sperare nel futuro della compagnia anche rispetto alla notizia poco edificante dello scorso giugno, quando lo stesso Max ha annunciato la fine della partnership con Spotify.