Innovazione

Realtà virtuale: sei casi di successo da aziende italiane

MSC Crociere, Edison e altri hanno presentato le loro iniziative di successo che hanno coinvolto la realtà viruale

La realtà virtuale sta diventando sempre più il nuovo trend dell’universo tecnologico. Secondo gli analisti, infatti, il mercato globale della virtual reality potrebbe raggiungere i 13 miliardi e mezzo di dollari entro il 2020, dai due miliardi e mezzo stimati per quest’anno. Costituisce, insieme all’intelligenza artificiale e all’accesso universale a Internet, uno dei tre pilastri dell’evoluzione del digitale dei prossimi dieci anni.

Per questo non potevamo mancare al primo Samsung Gear VR Business Case History Forum, l’incontro organizzato da Samsung Italia dedicato alla VR e alle opportunità che offre al mondo business.

 

Ecco i sei casi di successo, sviluppati da realtà italiane che, grazie alla realtà virtuale, stanno trasformando la customer experience nei mercati delle utility, dell’auto, dei viaggi, e nel mondo dello sport.

MSC Crociere


Il modo migliore per raccontare l’esperienza sulle navi è portare le persone a bordo e generare l’effetto WOW.  Così MSC Crociere ha utilizzato la realtà virtuale per raccontare la nave e il viaggio in crociera, dando la possibilità ai clienti di visualizzare gli ambienti di una nave MSC Crociere, dove passeggiare liberamente, scoprendo il fascino degli spazi a disposizione.

Chi indossa i Gear VR può anche assistere nel teatro di bordo a uno dei tanti spettacoli entusiasmanti in programma ogni sera su tutte le navi della flotta MSC Crociere, “salendo” addirittura sul palco in mezzo agli artisti durante l’esibizione, entrare nella spa, nei ristoranti e nelle piscine.

Peugeot


Quando Peugeot ha commissionato a H-FARM degli innovativi test drive che riuscissero a trasmettere e valorizzare l’emozione di guida, la scelta della tecnologia VR era scontata.

Sono nati tre video, realizzati con la regia di Stefano Accorsi, che utilizzano la tecnologia della realtà virtuale, in grado di far vivere a tutti un’esperienza innovativa all’interno dell’abitacolo. Sono state utilizzate videocamere professionali modificate con l’inserimento di ottiche fish-eye per offrire una sensazione più realistica e fedele all’interno dell’abitacolo.

Edison

Edison ha utilizzato la realtà virtuale per far vivere un viaggio nel cuore dell’energia: in occasione di Edison Open 4Expo, ha infatti lanciato i primi due video girati a 360 gradi, offrendo a tutti la possibilità di esplorare e conoscere gli impianti di generazione elettrica e di produzione di idrocarburi.

Per la prima volta, la user experience dei GEAR VR ha reso possibile la completa immersione nei fondali al di sotto di una piattaforma petrolifera, la Vega A a largo della Sicilia, rivelando la ricca fauna marina e permettendo di seguire il percorso del petrolio dal giacimento al trattamento e stoccaggio.

Per la realizzazione di questo progetto sono state prodotte più di 15 ore di girato ed è stato utilizzato un drone esa-octocottero con un supporto per 12 camere Go-Pro hero 4, sincronizzate tramite wi-fi, in modo da riprendere a 360° in 4k.

Brandon Box

Brandon Box è un’azienda specializzata in branded content, contenuti virali e web series che ha sviluppato soluzioni e tecnologie per le riprese video a 360°; video che hanno trovato applicazione concreta nel mondo dello sport, in ambito automotive, nel settore medicale e in quello dell’aeronautica.

Con Oculustory, nata nel 2014, sviluppa internamente prototipi per la ripresa a 360° e soluzioni di post-produzione. A settembre 2015 girano la prima serie in prima persona a 360° stereoscopica con scene in movimento: THE BOMB.

È presente anche nel campo della formazione, con i primi interventi chirurgici in prima persona (nel corpo del chirurgo con la possibilità di espandere il dettaglio dell’intervento in 3D), nel settore aeronautico (col punto di vista di piloti e meccanici), nella sicurezza (con simulazioni di attentati e situazioni di intervento di personale specializzato) e nell’edilizia (con integrazioni di render ed esperienze in Unity).

Carraro Lab

Carraro LAB ha presentato i suoi casi di successo nei settori del turismo, dell’educazione e del social engagement: dallo sviluppo della piattaforma virtuale di Expo 2015, al video a 360° e il gioco immersivo “La casa del bianco e del nero” sviluppato per la serie televisiva Il Trono di Spade, fino alla realizzazione dell’app immersiva “Being Leonardo”, che ha dato vita alla Oculus Room in occasione della mostra a Palazzo Reale.

In particolare, lo sviluppo della piattaforma virtuale di Expo 2015, si è tradotto in una esperienza GEAR VR di massa, con circa 10.000 visitatori al giorno coinvolti in una gamma di applicazioni VR per i partecipanti.

Ikon

IKON Virtours

Ikon ha realizzato Virtours, piattaforma per la creazione e fruizione di contenuti immersivi, che sfrutta le potenzialità del cloud per trasformare la realtà virtuale in un efficace strumento di business in diversi ambiti, dal settore immobiliare a quello turistico, dall’ambito sanitario alla nautica, passando dall’interior design all’editoria.

Alcuni dei suoi principali clienti di Ikon sono: Emirates, Assicurazioni Generali, Fincantieri, Ethiad Rail, Conad, Università Bocconi, Gruppo Danieli, Best Western Italia, CocaCola, Allianz, Illycaffè, Costa Crociere. Molti dei più recenti progetti realizzati per questi brand sono in ambito VR.