App of the Week

StoryCorps, l'app che raccoglie le storie di tutto il mondo

Diventa un reporter con StoryCorps

 

Ogni storia merita di essere raccontata: nel mondo ogni generazione, ogni singolo individuo, ha una storia che merita attenzione. Ma non tutti sono personaggi famosi e non tutti hanno l’occasione far conoscere al mondo intero la propria storia.

Un’applicazione mobile può colmare questo vuoto:  StoryCorps ci offre l’occasione per essere protagonisti o reporter dell’umanità e raccoglie così le voci di tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: Quotle, l’app per le citazioni in stile Instagram

Uno smartphone dotato di microfono, le domande giuste, esperienze ed emozioni sono i semplici ingredienti che rendono unica quest’applicazione.

La piattaforma mobile è stata ideata dall’omonima associazione americana no-profit StoryCorps con l’obiettivo di dare a tutte le persone a prescindere da quale sia il loro status sociale, il loro pensiero religioso o il loro background socio-culturale la possibilità di registrare e conservare le esperienze delle proprie vite e tramandare la saggezza da una generazione all’altra.  StoryCorps dà a tutti la possibilità di essere ascoltati, ogni persona ha una propria storia che il mondo deve conoscere.

Il fondatore di StoryCorps Dave Isay afferma:

“StoryCorps è un’applicazione che vuole conservare la saggezza dell’umanità, e insegnarci ad ascoltare un po’ di più e a parlare un po’ meno. Può essere utilizzata in diversi contesti: immaginate se le persone della vostra comunità andassero dotati dell’applicazione all’interno di ospedali, case di riposo, prigioni e documentassero i racconti e le esperienze di vita delle persone più trascurate della società, oppure ancora se nel mondo un giorno diventasse una tradizione l’essere omaggiati di un’intervista StoryCorps durante il 75esimo compleanno”

storycorps-app

Spesso quando ci troviamo in compagnia di parenti, ad una cena di famiglia, ad un compleanno molto spesso siamo più impegnati a controllare l’ultima notifica o l’ultimo WhatsApp  ricevuti piuttosto che ascoltare le persone che ci circondano. Con StoryCorps accade esattamente il contrario, lo smartphone in questo caso unisce e ci consente di avvicinarci ad un nostro caro guardarlo negli occhi porgli delle domande che normalmente non avremmo fatto e ascoltarlo.

Realizza la tua intervista

Diventa un reporter con StoryCorps

 

StoryCorps permette anche anche ai non addetti ai lavori di diventare dei veri e propri reporter o documentaristi in quanto facilita e guida gli utenti nel realizzare le interviste: aiuta nel preparare le domande giuste e permette di registrare con un audio di alta qualità attraverso l’utilizzo di un qualsiasi dispositivo mobile.

Per realizzare un’ intervista basta  individuare la persona giusta, scegliere le domande più appropriate tra quelle suggerite, trovare un posto tranquillo e dare inizio alla registrazione ascoltando da vicino l’ interlocutore.

Una volta terminata l’intervista è possibile condividerla con il resto del mondo e contribuire così a realizzare il grande archivio della saggezza dell’umanità.

A fine intervista l’app chiede di inserire delle parole chiave e di scattare una foto con il soggetto intervistato, il momento perfetto per un selfie!

StoryCorps  disponibile gratuitamente sia per iOS che per Android funziona seguendo le logiche di un social network: gli utenti possono seguire i propri amici, visualizzare le audio storie postate dagli altri e condividerle.

Attualmente in America StoryCorps  sta portando avanti una stupenda iniziativa chiamata “The Great Thanksgiving Listen” in cui in collaborazione con le scuole incoraggia gli studenti a intervistare i propri nonni nel Giorno del Ringraziamento. Tutti i contenuti audio insieme danno così forma ad un archivio di storie fatte dai racconti e dai ricordi delle generazioni più grandi.