I grandi network tv verso la realtà virtuale: ecco DiscoveryVR

Le compagnie televisive iniziano a mostrare attenzione verso la realtà virtuale: Discovery è tra i primi network a creare contenuti in VR

realtà virtuale

Dopo l’arrivo dei video a 360° su Youtube, avanzano i progetti di realtà virtuale tra le media company. La VR, per gli inglesi Virtual Reality, simula la realtà effettiva attraverso il computer, fornendo all’utente un’esperienza sensoriale più ampia rispetto alla normale fruizione di un video.

Lo abbiamo visto con la diffusione di migliaia di contenuti immersivi che permettono, attraverso un mouse o uno smartphone, di esplorare lo spazio in modo del tutto inedito; mentre l’aggiunta di nuovi livelli informativi e la sovrapposizione di elementi sia reali che virtuali consente la fruizione di una realtà aumentata o augmented reality (AR). Se volete capirci di più vi rimando a questo video:

Sembrano queste le nuove frontiere della tecnologia a cui si stanno ispirando le principali tech company internazionali. Con questo vogliamo dire che le cose sono andate parecchio avanti da quando Facebook ha acquistato Oculus VR, l’azienda che si occupa della produzione del visore per la realtà virtuale Oculus Rift.

LEGGI ANCHE: Video 360 su YouTube: il nuovo standard della viralità? [VIDEO]

Per quanto riguarda i videogame, proprio questa settimana Sony ha presentato all’IFA di Berlino Project Morpheus (il rimando alla trilogia di Matrix c’è tutto). Si tratta di un visore, collegabile alla PlayStation 4, che consente di avere una semplice interazione con l’ambiente virtuale del gioco. Il Ceo della casa giapponese, Kazuo Hirai, crede fortemente nella realtà virtuale: “Morpheus è un’innovazione straordinaria che anticipa il futuro del videogioco perché offre un senso di immersione che è ben oltre quello cui siamo abituati, permette di esplorare mondi di profondità prima impensabili”.

realtà virtuale televisione

Project Morpheus, uscita prevista nella prima metà del 2016

Ma non è finita qui. Anche le compagnie televisive iniziano a mostrare attenzione verso queste nuove tecnologie: Discovery è tra i primi network a creare contenuti in VR. La compagnia televisiva, nota al grande pubblico soprattutto per i suoi canali via cavo, ha di recente investito nella VR experience lanciando discoveryvr.

Il servizio offre agli spettatori l’accesso a una serie di video a 360°. I video con realtà virtuale sono disponibili anche su app per iOs e Android, su Samsung Milk VR e YouTube. La sezione VR del network americano ripropone alcuni video e show già esistenti su Discovery Channel, come Survivorman e Mythbusters.

“Crediamo fortemente nel VR e siamo molto entusiasti di fornire contenuti a 360° a coloro che sono interessati” Barry Pousman, direttore della programmazione Discovery Digital Networks.

Per iniziare in bellezza, Discovery ha legato al progetto VR il lancio della nuova edizione di Shark Week, per una vera e propria immersione subacquea nel mondo degli squali, provare per credere.