6 consigli per creare valide reti per la tua startup

La creazione di contatti è uno degli aspetti più importanti per un business. Ecco come ottenere il massimo dalla tua startup

Le reti per la tua startup, le connessioni e gli incontri rappresentano un aspetto molto importante del business.

Dicendola all’inglese, il networking è importante per realizzare un’ottima cassa di risonanza per la tua azienda, e sapere come utilizzarlo al meglio può rivelarsi fondamentale. È consigliabile saper costruire una rete di connessioni che non sia soltanto valida, ma che abbia anche la capacità di durare nel tempo.

Come fare? Ciò che conta non è solamente dare una buona impressione ai propri clienti, ma cercare di offrire loro un profilo chiaro, concreto e che sia in grado di durare nel tempo.

Quando presenterai la tua azienda durante un grande evento cerca di creare più collegamenti utili per il tuo business ed evita sterili chiacchiere che porteranno a poco e niente.

Ecco alcuni pratici consigli che ti aiuteranno a realizzare un’efficiente rete per la tua startup.

Parlare in maniera chiara e semplice aiuta a creare reti per la tua startup

Le persone non avranno mai bisogno di grandi discorsi, di incantevoli giri di parole o di grandi tagli e cuci.

Quattro sono invece i punti principali da rispettare quando si comunica con i propri potenziali clienti.

Essere onesti e mostrarsi chiari e diretti quando si parla con i propri interlocutori è fondamentale. Così come mostrarsi autentici, perché è sempre importante essere se stessi.

Non vendere sogni, ma cerca di fare veramente quello che promi. Metti amore in quello che dici, come in tutte le cose è la passione il valore aggiunto dei tuoi discorsi.

Quando si parla con i propri clienti, è quindi opportuno essere se stessi, informandosi, ascoltando con attenzione e ponendo domande approfondite e intelligenti. Mai annuire ascoltando in maniera superficiale, questo messaggio arriverà dritto ai tuoi interlocutori e non creerà di certo una bella immagine di te.

Creare una chimica colloquiale è importante

È quantomeno consigliabile creare subito un clima disteso tra te e gli interlocutori. Mai porsi a un livello superiore o cercare di essere saccenti: questo potrebbe creare un clima poco piacevole durante una discussione o, ancora peggio, durante una trattativa.

Il segreto è parlare con i tuoi clienti proprio come se stessi parlando con tua nonna o con un tuo amico, mostrandoti chiaro e parlando in maniera cordiale e piacevole. Così facendo il tuo interlocutore si sentirà a casa sua e potrà confidarsi in maniera positiva e allo stesso tempo adeguata.

Invece di cercare di convincere qualcuno a vedere le tue soluzioni, prometti un pensiero positivo che può essere utile sia per te sia per i tuoi potenziali clienti. Partendo da un’emozione o da una positività, metterai subito a loro agio le persone con cui stai intrattenendo una relazione, guadagnando bei punti in chiave business.

Incoraggiare le persone ad aprirsi

Quest’aspetto è intrinsecamente legato a quello precedente. Qualora tu riesca a mettere la conversazione su un piano colloquiale, sarà automatico cercare di invitare gli altri (in maniera ovviamente delicata) a parlare di loro stessi.

Ti starai chiedendo il perché! La spiegazione è gentilmente offerta dalla Harvard University di Cambridge.

Secondo una ricerca eseguita dai suoi studenti, sembra che le persone provino un grande piacere a parlare proprio di loro stesse.

Così facendo, nel cervello si attiva la stessa regione relativa alle ricompense come cibo e denaro. Creare un ambiente che inviti alle confessioni, può rivelarsi essenziale per il tuo business, l’importante è cercare di non essere invadenti.

Raccontare una storia vale molto di più di una semplice presentazione

Quando ti presenti e cerchi di sviluppare una rete di connessioni, non raccontare semplicemente le caratteristiche aziendali e quelle dei tuoi prodotti. Racconta invece una storia.

È lo storytelling che colpisce veramente gli interlocutori, cerca di sfruttarlo a tuo favore per non vendere un semplice prodotto ma un racconto che faccia innamorare le persone.

“Fai in modo che il consumatore sia l’eroe della tua storia” è una citazione di Ann Handley che mi sembra calzare a pennello con quest’aspetto.

LEGGI ANCHE: Qual è la tua storia? 7 regole di storytelling per startup

Mai perdersi in chiacchiere superflue quando cerchi reti per la tua startup

Le chiacchiere non interessano a nessuno. Non perderti in lunghe poesie o grandi racconti e cerca, si di parlare, ma allo stesso tempo di andare subito al nocciolo della questione. Alla gente interessa la sostanza, non le favolette.

Anche i silenzi e le pause sono importanti

Molto spesso non colpisce quello che dici ma il modo in cui lo dici.

Presta molta attenzione a quello che racconti e a come lo comunichi: cerca di parlare con una dizione pulita, un tono chiaro e corretto. A volte il silenzio fa molto più rumore delle urla. Se hai momenti di pausa o dei dubbi, evita i soliti “mh” “cioè”, “quindi”.

A volte anche una breve pausa può aiutarti durante la tua esposizione orale.

Adesso sai come comportarti per il prossimo meeting, di persona o digitale che esso sia. Una volta seguite queste piccole indicazioni, non avrai certamente risolto ogni problema, ma conoscerai certamente qualche trucco in più su come muoverti nel delicatissimo campo delle reti e delle connessioni per la tua startup.



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Andrea Bono

Nasce a Roma in quartiere poco noto ai più. Per metà è calabrese, ma di mediterraneo ha preso solo la testa dura e la caparbietà. Marketing communication Specialist di ... continua

Condividi questo articolo


Segui Hoyoku su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it