The Gunn Report: ecco i premi più ambiti dell'advertising

Danilo di Capua

Digital Media Strategist

Il mondo dell’advertising fa ormai parte della cultura popolare. Spot virali, pubblicità su siti e riviste sempre più curate e provocatorie, tweet di brand che c0mmentano con ironia eventi di cronaca. Dall’avvento del web il mondo dell’adv ha smesso di essere pietanza elitaria per palati fini di addetti ai lavori e ha cominciato ad essere vero e proprio contenuto di intrattenimento.

Un fenomeno, quello dell’advertising, che ha trovato la massima celebrazione in numerosi festival internazionali, ideati proprio per premiare innovazione e creatività al servizio dei brand.

Ogni anno, agenzie creative di tutto il mondo salgono e scendono dai palchi di Cannes, New York e Londra con decine di statuette che ne attestano l’eccellenza. Ma esiste un solo titolo che celebra la definitiva ascesa all’Olimpo dell’advertising: il premio del Gunn Report

Il Gunn Report è per molti la vera e propria bibbia dell’advertising. Nato nel 1999 dalla mente visionaria di Donald Gunn, vecchia volpe del mondo pubblicitario, il Report annuale fornisce un servizio unico nel suo genere. Combina tra di loro i vincitori dei 45 maggiori festival internazionali dell’adv e stila una classifica dell’eccellenza che valuta così non solo i premi di prima fascia ma anche le rassegne locali e meno conosciute. Quali siano questi 45 premi non è mai stato svelato, ma questo non fa altro che aumentare la mitologia di quello che a tutti gli effetti è oggi il massimo alloro di chi fa pubblicità.

Abbiamo dato una sbirciatina ai vincitori di quest’anno, e vogliamo condividere con voi i risultati di uno degli anni più entusiasmanti per originalità, innovazione e creatività.

Per non rovinarvi la sorpresa, vi anticipiamo solo  alcuni dei premi assegnati quest’anno, invitandovi a collegarvi al sito ufficiale e a registrarvi per scoprire tutti gli altri vincitori e le nominations.

Ecco quindi  i vincitori delle categorie video, stampa, digital ad e alcuni dei migliori spot su più categorie.

Best Commercial: Volvo Trucks – the Epic Split

La spaccata di Jean Claude Van Damme ideata dagli svedesi Forsman & Bodenfors per Volvo ha impiegato davvero poco a diventare icona pop. Meme e video parodie ormai si sprecano, anche se la risposta più a tono gli è stata data dal suo (falso) competitor nel mercato dei calci volanti: Chuck Norris.

LEGGI ANCHE: Cannes Lions 2014: i vincitori dei Gran Prix

Best Print: Fiat – Don’t text and drive

La sede brasiliana di Leo Burnett è stata premiata per questa campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza alla guida. La sua efficacia sta nella sua immediatezza e semplicità, ma la declinazione in tutti i caratteri tipografici è stata il plus vincente che ha garantito la viralità del messaggio.

Best Digital Ad: Honda Internavi – Sound of Honda Ayrton Senna

La Dentsu Inc di Tokio ha riportato in vita per un giro di pista il campione di Formula 1 Ayrton Senna. Grazie a complesse apparecchiature di scrittura del suono ha ricreato esattamente il rombo della sua Honda al Gran Premio del Giappone del 1989 e ha riproposto un giro di pista al pubblico attonito.

Best Alcoholic drinks ad: Andes Beer – Hurricane Martha

Perchè gli uragani più devastanti hanno nomi di donne? La divisione argentina di Saatchi & Saatchi offre una sua lettura dell’argomento.

Best Home Maintenance & Supplies ad: Pedigree – We have to talk

In Messico la BBDO lancia una campagna di sensibilizzazione per Pedigree in maniera originale e molto sentimentale.

Best Toiletries & Cosmetics ad: Axe – La donna

Croce e delizia di noi maschietti, l’imprevedibilità delle donne è protagonista di questo divertente spot argentino prodotto dall’agenzia Ponce.

Best Medicines & Pharmacy ad: Always – #LikeAGirl

Chiedere di fare quacosa “come la farebbe una donna” rappresenta un insulto? Questo il concept da cui parte la campagna Leo Burnett Canada per Always.

I premi assegnati sono moltissimi ma per il momento ci fermiamo qui. Chiudiamo però con un piccolo vademecum suggerito dagli autori del Report, che racchiude in pochi punti il segreto del successo delle campagne dello scorso anno.

Vuoi costruire una campagna di successo?

  • Sii audace, innovativo, e genera contenuto che interessi davvero il tuo target
  • Falli ridere
  • Falli piangere
  • Usa posti inaspettati come media per diffondere il messaggio
  • Diffondi il tuo messaggio su più media

Volete saperne di più? Collegatevi a www.gunnreport.com. Aspettiamo le vostre impressioni e i vostri commenti!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?