Super Bowl: ecco come i brand si preparano alla finale

Il match non è solo in campo, ma anche in tv

Alle 00.30 di lunedì 2 febbraio – ora italiana – tornerà la partita di football più attesa dal popolo statunitense: il Super Bowl XLIX. Il campo di Glendale quest anno vedrà sfidarsi i Patriots contro i Seahawks. Negli USA questo evento è considerato quasi un giorno di festa nazionale perché è in grado di catalizzare l’attenzione di milioni di spettatori davanti lo schermo.

Oltre al match in campo però, ci sarà un’altra grande sfida: quella degli spot tv. Essendo infatti l’evento sportivo più seguito degli Stati Uniti, il Super Bowl riesce ad attrarre investimenti pubblicitari milionari, divenuti ormai iconici. Basti pensare che quest’anno uno spazio di 60 secondi è arrivato a costare 9 milioni di dollari.

Ecco i migliori spot che si vedranno durante il match:

1. Victoria’s Secret

Non è la prima volta che Victoria’s Secret propone uno spot tv per il Super Bowl ma, a memoria d’uomo non si ricordano mai campagne particolarmente interessanti. Il brand di lingerie si è presentato al match per la prima volta nel 1999 e poi ancora nel 2008.

Questa volta però si è sbizzarrito proponendo per il Super Bowl XLIX, un suo spot di 80 secondi in cui traveste le divine Adriana Lima, Doutzen Kroes, Lily Aldridge, Behati Prinsloo e Candice Swanepoel da giocatrici di football. Due squadre in uniformi bianche e rosse si sfidano nel video. E la squadra rossa vince dopo il touchdown del loro capitano, Adriana Lima.

2. Dove Men

Lo spot di Dove Men si apre in connessione con la festa del papà e sfrutta proprio questa occasione per poter porre un focus dai padri in generale a tutti gli uomini, utilizzando l’hashtag #RealStreght. La campagna è in pieno stile Dove, con un accenno al sociale, al familiare, al personale. “Il 90% degli uomini di tutto il mondo dice che la propria cura è parte della propria mascolinità” dice l’annuncio del Super Bowl.

3. Bud Light

Bud Light incoraggia a vivere la vita e ad avere il famoso “time of your life” tanto prospettato dagli americani. Con il suo spot di 15 secondi anticipa quello di 60 secondi che si vedrà al Super Bowl, creato dall’agenzia BBDO. L’hashtag è #upforwhatever e incoraggia le persone a bere e divertirsi più responsabilmente. Non vi sveliamo lo spot in ballo questa sera, ma restate connessi 😉

4. Bmw

Immancabile nella tradizione del Super Bowl è uno spot di automobili. Ed ecco che si presenta BMW con la sua nuova i3. Il brand riporta sugli schermi Katie Couric e Bryant Gumbel, i conduttori di uno show televisivo del mattino nel 1994 sulla NBC a cui i telespettatori erano molto affezionati. La campagna è stata rilasciata ben prima dell’evento, e BMW ci spiega perchè!

5. Coca-Cola

Di tutt’altro avviso è Coca-Cola, invece. Lo scopo del brand stavolta non è creare attenzione intorno al prodotto, come il caso BMW, ma fare branding e creare attenzione intorno al marchio. Ed ecco che ci presenta una campagna teaser in cui ci avvisa che il mondo non sarà più lo stesso, che cambierà, senza dirci null’altro.

Sappiamo solo che continuano con l’hashtag #MakeItHappy. Cosa aspettarci?!

6. Budweiser

Anche Budweiser si orienta sul branding e quest anno ci propone la dolce storia di un cagnolino, scappato dalla propria cuccia che, messosi in pericolo, viene salvato da alcuni cavalli i quali, vedendolo in pericolo, si liberano per salvarlo e riportarlo al padrone. Una dolce risposta a chi ama da sempre i simboli di Budweiser.

LEGGI ANCHE: Red Bull Red Robot, la nuova comunicazione fatta di passione ed energia.

7. Pepsi

Per questa edizione del Super Bowl, Pepsi fa le cose in grande e crea uno spot in collaborazione con Comedy Central. La campagna si chiama Hyped for Halftime, ed è una commedia in tre parti (qui la prima) in cui il brand di bibite dice: “Katy Perry è la top star della serata, ma quanto sarebbe stato meglio se invece fossero stati Craig Robinson e Nasty Delicius?!”

Non ci resta che dare un grosso in bocca al lupo alle squadre, ed ai brand.
E tu? Sei pronto per stasera? Hai già scelto il tuo preferito?