Dietro le quinte di una campagna di crowdfunding con Ahmed Barkhia [HANGOUT]

Ecco quali possono essere i benefit del costruire una piattaforma di crowdfunding proprietaria, nonché 5 elementi strategici da considerare prima di avviare una campagna di raccolta fondi online.

Il crowdfunding è un ecosistema tecnologico ed umano tanto vasto quanto interessante. Da Indiegogo a Kickstarter, lo storytelling dei progetti che prendono il volo grazie all’unione economica della rete passa dal Pebble alle insalate di patate. Ma è nei progetti di social good che il crowdfunding manifesta tutta la sua portata rivoluzionaria. Vi abbiamo raccontato la settimana scorsa la campagna #UnBacinoPerAhmed e ci siamo incuriositi sull’operatività e sulle decisioni che una campagna del genere richiede.

Guarda l’hangout con Mirko Pallera per approfondire come creare una campagna di crowdfunding a scopo benefico, scegliere la piattaforma più adeguata, lanciare un progetto correlato di merchandising, coinvolgere la community e contribuire a rendere il mondo un posto migliore. Non solo: la campagna di Ahmed scade a novembre, termine entro il quale l’operazione cui dovrà sottoporsi non avrà più senso, quindi a queste competenze si affianca la necessità di raggiungere gli obiettivi in tempo.

5 cose da valutare prima di scegliere una piattaforma di crowdfunding secondo Ahmed Barkhia

  • Il modello All or Nothing vs Keep It All
  • La fee spettante alla piattaforma + obblighi fiscali
  • La presenza di un vincolo temporale
  • I metodi di pagamento disponibili
  • Costi e benefici di sviluppare una piattaforma proprietaria

Come possiamo aiutare Ahmed?

L’operazione di Ahmed può essere eseguita in Belgio ma dovrà necessariamente avvenire entro novembre, altrimenti non avrà efficacia. Il costo dell’intervento è di 75.ooo euro: la cifra è alta e il tempo scorre.

Nasce così #UnBacinoPerAhmed , una campagna italiana per dimostrare come il crowdfunding possa essere utilizzato non solo per finanziare progetti tech e nuovi social network, ma soprattutto per migliorare la vita delle persone!

Donare un bacino non è mai stato così semplice! Vai sul sito di Ahmed, dona e diventa anche tu un “lanciatore di bacini”!

Puoi anche comprare una t-shirt – sto parlando proprio con te, hipster dal baffo trendy! – e , mi raccomando, spargi la voce!

Ninja Marketing supporta #UnBacinoPerAhmed:
dona anche tu!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?