5 buoni motivi per imparare ad usare linguaggi di programmazione

Perché chi lavora a stretto contatto con le tecnologie digitali dovrebbe conoscere i fondamenti della programmazione

Suonerà forse banale, ma per essere un imprenditore o un esperto di marketing al passo con i tempi, non si può prescindere dal diventare esperti nell’utilizzo delle nuove tecnologie. Per nuove tecnologie non si intendono soltanto prodotti e piattaforme: sta diventando infatti sempre più importante che i professionisti dell’area digitale imparino ad usare i linguaggi di programmazione anche solo ad un livello base.

Non c’è bisogno di diventare sviluppatori, ma ci sono almeno 5 buoni motivi per cui conviene comprendere le basi del linguaggio dei codici: scopriamoli insieme.

1. Imparare le basi della programmazione per approfondire le conoscenze e rendersi autonomi

Conoscere i codici e il loro funzionamento permette di porsi in maniera diversa difronte ai siti web e alle app che si utilizzano quotidianamente: si possono semplicemente appagare delle curiosità sul loro funzionamento o guardarle da un punto di vista critico e utilizzarle con maggiore cognizione di causa.

Una conoscenza approfondita della tecnologia permette di comprendere ciò che è possibile realizzare e soprattutto di sviluppare nuove idee: chi di noi non ha mai pensato di avere in mente l’idea per l’app o per il sito del secolo?

Conoscendo le basi della programmazione si può anche provare a realizzarli senza l’aiuto di uno sviluppatore. Oppure si possono apportare delle piccole modifiche al proprio sito web senza dipendere da nessuno: competenza impagabile per uno startupper.

2. Analizzare le performance

Per analizzare le performance del proprio sito web c’è bisogno di implementare dei codici – i cosiddetti “tracking codes” – che permettono di tenere traccia delle azioni dell’utente nel sito (impressions, clicks, acquisti, uscite) e di trasformarle poi in informazioni utili per l’ottimizzazione del proprio servizio.

Conoscere le basi del linguaggio HTML e Javascript permette ad un livello base di capire quali codici sono stati implementati nel nostro sito e di quali informazioni tengono traccia, mentre ad un livello superiore anche di implementarli autonomamente.

3. Ottimizzare la negoziazione con agenzie web esterne

Sappiamo davvero che tipo di lavoro l’agenzia con cui collaboriamo ha svolto, quanto tempo avrebbe richiesto e se è stato fatto troppo velocemente o addirittura più lentamente del dovuto così da far lievitare i costi?

Avere qualche domanda tecnica da sfoderare al momento opportuno è molto efficace se ci si relaziona con un’agenzia di cui non ci fidiamo al 100% o con cui collaboriamo per la prima volta.

Dimostrare la propria conoscenza dell’argomento vi porrà su un livello di negoziazione superiore annullando l’asimmetria informativa tra le parti e rendendo i rapporti e i termini di collaborazione trasparenti e convenienti.

4. Migliorare la collaborazione con il team degli sviluppatori

Quando si lavora con un team di sviluppatori (o con un singolo sviluppatore che fa parte del proprio team), è cosa buona sapere quando le proprie richieste sono delle fantasie e quando sono semplicemente delle richieste.

In questo modo si potrà evitare di perdere tempo in discussioni inutili sulla fattibilità di un progetto, cosa che spesso accade quando una mentalità esclusivamente economica ed orientata alla customer experience si “scontra” con una ingegneristica orientata alla praticità tecnica.

Conoscere gli elementi di stile per esempio vi permetterà di capire in quanto tempo i cambiamenti che volete richiedere possono essere realizzati.

5. Analizzare in maniera approfondita i concorrenti

Se si può facilmente dare un’occhiata al bellissimo sito di quel concorrente, e capire con quali elementi è costruito e come funziona, perché non farlo? Conoscere degli elementi di programmazione vi permetterà di capire se il sito ha un design Responsive, se utilizza un targeting comportamentale, un ad server per l’ottimizzazione automatica dei banner interni, etc.

Tutte informazioni impagabili, degne del più sofisticato spionaggio industriale, ma in realtà accessibili liberamente, che vi permetteranno di adeguare la vostra strategia in tempo record.

Imparare i fondamenti del linguaggio dei codici, e della tecnologia più in generale, promuove una maggiore collaborazione tra marketing e tecnologia. Alimenta l’innovazione e la sperimentazione. E’ stimolante e divertente. E’ in poche parole la sintesi e l’essenza di quello che significa lavorare nel settore digitale.

 

Photo Credits Thinkstock

Scritto da

Marienza Benedetti

Sono laureata in Marketing e lavoro per il dipartimento innovazione di una società tedesca. Grazie ai miei studi e al mio lavoro ho sviluppato la passione per la customer ... continua

Condividi questo articolo


Segui Kapoto .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it