Come promuovere se stessi puntando sulle capacità personali

Senza una buona base tecnica nessuno vi prenderà mai in considerazione, ma se volete colpire dovete dimostrare di avere una marcia in più

Hard skill VS soft skill

Le competenze tecniche, le hard skill del mondo anglosassone, comprendono quelle abilità specifiche legate alla crescita professionale, come ad esempio , la capacità di utilizzare programmi software, analizzare dati, utilizzare macchinari specifici, o qualunque professionalità riconosciuta tramite certificazione.

Definire le capacità personali, o soft skill, è un po’ più difficile perché ci si riferisce a tratti del carattere o abilità individuali. All’interno di questa categoria possiamo includere capacità di comunicazione, creatività, leadership, capacità di adattamento e molto altro.

Probabilmente sono proprio le voci che ci mettono più in difficoltà durante la compilazione del CV e spesso ci ritroviamo a pensare: ” ma dai le butto lì tanto chi le guarda“.

Niente di più sbagliato, le capacità personali possono realmente fare la differenza.

Come promuovere se stessi puntando sulle capacità personali Joji Gill, direttore delle risorse umane di Microsoft India ha dichiarato in un’intervista al Wall Street Journal India:
“Le abilità comportamentali a volte possono prevalere sulle competenze tecniche. Noi cerchiamo persone brillanti e intelligenti che ci dimostrano di saper far qualcosa di diverso con la tecnologia

Secondo Joji Gill le prime tre qualità da considerare in un candidato sono l’integrità, la responsabilità e la capacità di autocritica, fondamentale per raggiungere l’eccellenza personale.

Promuovi te stesso: le nuove regole per il successo professionale

Anche Dan Schawbel nel suo ultimo libro “Promote Yourself: The New Rules for Career Success” sostiene che oggi non ci si può più aspettare di essere ricompensati solo perchè svolgiamo il lavoro richiesto per la nostra mansione, è necessario andare oltre puntando tutto sulle capacità personali.

Secondo Dan Schawbel le abilità più importanti sono:

# 1: Saper stabilire le priorità

Molti manager considerano importante la capacità di ordinare i vari progetti in base al giusto grado di importanza. Se vuoi fare carriera devi riuscire a comprendere come i singoli progetti possano contribuire agli obiettivi dell’azienda, a gestire le aspettative dei manager e avere una buona conoscenza del business nel quale ti trovi.

Nessuno poi ti vieta di continuare ad evadere il lavoro in base all’ordine nel quale arriva o saltare da un progetto all’altro a seconda di quale responsabile urla più forte, ma dove può portarti questo?

# 2: Comunicare in modo efficace

Per avere successo occorre capire che ogni situazione richiede un tipo di comunicazione diversa e imparare a gestire i vari strumenti per comunicare. Non si può sperare di crescere se ci si riduce a utilizzare solo testo e mail solo perché più veloci, a preparare una presentazione all’ultimo minuto o peggio ancora ignorare le reazioni degli interlocutori.

# 3: Dimostrare “buonsenso social”

Saper postare su Facebook, Twitter e LinkedIn sono competenze tecniche che ormai quasi tutti coloro che entrano nel mondo del lavoro possiedono, ma il buon senso sociale non è altrettanto scontato.

Anche se non ci occupiamo di social media come professione, ognuno di noi dovrebbe imparare a gestire la propria reputazione online, a separare il vostro “personaggio personale” dal lavoro o ad utilizzare i social per iniziare conversazioni professionali e coinvolgere potenziali clienti.

Come promuovere se stessi puntando sulle capacità personali

La lista potrebbe continuare ancora per molto: Creatività, acccountability, negoziazione, il feedback, la capacità di dire di no, la diplomazia … ognuna di queste caratteristiche può aiutarvi ad emergere nel mondo del lavoro e non solo.

Come posso migliorare le mie capacità personali?

Il modo migliore è fare tanta, ma tanta pratica, attraverso attività di:

Mentoring: trovatevi un mentor o diventatelo, questo può aiutarvi molto nella comunicazione face-to-face e stimolerà la vostra curiosità spingendovi verso nuove idee;

Volontariato: fatevi coinvolgere da qualcosa che vi appassiona, anche proponendo ai vostri manager di poter collaborare con una divisione della vostra azienda che vi interessa particolarmente;

Networking: frequentate eventi e manifestazioni, interagite sui social media, insomma iniziate qualsiasi attività possa aumentare la vostra rete di contatti.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?