Personal branding con i social media: i consigli di Luigi Centenaro

Tutti i consigli dell'esperto per migliorare la visibilità e la propria reputazione online

Vorresti essere la voce fuori dal coro ma non sai dove sbattere la testa? Ce lo spiega Luigi Centenaro – autore del libro Personal Branding, edito da Hoepli – con il suo ebook “Personal Branding con i Social Media” dove, con estrema semplicità, ci introduce ai concetti chiave dell’arte di promuovere sé stessi, ovvero il Personal Branding.

Vista la brutta piega che sta prendendo l’economia con la crisi che coinvolge quasi, se non tutti i settori, e la sfiducia generale che prende sempre più piede, cerchiamo di trovare il lato positivo delle cose! Flessibilità e remotizzazione sempre più richieste, insieme ad una crescente differenziazione e specializzazione. Allora perché non cavalcare l’onda? Vediamo come farlo utilizzando noi stessi.

“Il Personal Branding riguarda il modo particolare in cui tu fai marketing di te stesso.”

Tutto il lavoro passato e presente di un professionista e l’insieme di quello che i clienti (e la Rete) dicono di lui influenza il suo business futuro. E’ importante stare bene attenti, quindi, a:

  • i futuri clienti – e chi assume – si fidano maggiormente delle opinioni dei tuoi vecchi clienti e di chi sta utilizzando i tuoi servizi che del tuo curriculum: gli utenti si lasciano influenzare dal passaparola;
  • il passaparola è un’arma a doppio taglio: grazie ai social media le persone parlano tra di loro scambiandosi opinioni anche su di te e sui servizi che offri – che è sicuramente un fattore positivo – ma, attenzione, perché facilmente il feedback può essere anche negativo!
  • controlla, ascolta e partecipa alla conversazione: in questo modo avrai sempre sotto controllo la tua reputazione e la percezione delle tue competenze e, allo stesso tempo, potrai esprimere il tuo punto di vista ed ascoltare quello del tuo pubblico;
  • utilizzare in modo corretto i servizi social sfruttandoli a proprio vantaggio: condividendo e mostrando in tal senso, le proprie competenze ed incrementando la propria credibilità (dando la percezione di essere esperto di uno specifico settore) ispirando fiducia ai potenziali clienti;
  • sfruttare la propria rete sociale che diventa il principale capitale in tuo possesso: il passaparola e le segnalazioni di chi ha già utilizzato i tuoi o ha fiducia nelle tue competenze sono il miglior biglietto da visita che si possa avere.

I capisaldi del Personal Branding sono quindi reputazione, rete sociale e strumenti giusti! Ma come procedere strategicamente alla costruzione del proprio brand ed essere associato alla categoria di servizi che si offrono?

  1. proporsi come la soluzione al problema offrendo innovazione;
  2. essere i primi facendo qualcosa di diverso da tutti gli altri;
  3. curare un blog personale;
  4. utilizzare gli RSS come legame tra gli utenti e i propri contenuti;
  5. utilizzare i social media condividendo contenuti di qualità;
  6. facendo networking on e offline anche partecipando ad eventi perché le relazioni fanno la differenza;

E se quello che vi abbiamo elencato non dovesse bastare, dovete seguire il corso in Personal Branding e Public Speaking della Ninja Academy :)