I loghi più famosi ridisegnati per riflettere la realtà

Maentis analizza i brand contemporanei più importanti e ne modifica i loghi a scopo satirico

Era accaduto anche in un film di Dudley Moore. Cosa succederebbe se la pubblicità iniziasse a mostrare tutti i reali pregi e difetti dei prodotti che promuove?

Un insieme di artisti di stanza a Parigi ha provato a immaginarlo. Il risultato è una riproposizione di importanti loghi con l’aggiunta di alcune verità scomode riguardo gli stessi prodotti o le realtà in cui le aziende operano.

Maentis riesce a riproporre importanti brand che appartengono alla nostra quotidianità e con un tocco di cinismo li trasforma per dare loro un significato diverso. Forse più duro ma decisamente veritiero. Un esercizio forte ma efficace.

Apple e la divinizzazione del suo stesso logo

Nike e lo sfruttamento di minori

McDonald’s e l’obesità

Ikea e le istruzioni di montaggio

L’Euro e il collasso greco

Simbolo della pace e ‘missioni di pace’

Unicef e la violenza

Angry Birds e i disastri petroliferi

Gillette e l’aumento delle lame dei rasoi

 

Olimpiadi e doping

Lacoste e l’estinzione dei coccodrilli

Red Bull e la caccia ai bisonti

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?