Project Unity: il Godzilla delle console

Per il piacere di tutti gli appassionati gamer, la storia racchiusa in un'unica console: scopriamo Project Unity!

Project Unity, il Godzilla delle console
Il paradiso dei retrogamer esiste, ed è in Terra. Si chiama Project Unity e l’ha creato Bacteria, esperto di hardware. Un solo sistema, 15 console diverse: dai “preistorici”, ma sempre bellissimi, Amstrad Gx100 e Atari 7800 fino alla Play 2, passando per console poco fortunate come il Sega Saturn e il Nintendo 64.

Roba da far venire un coccolone anche al più freddo dei retrogamer. Un unico joypad, un unico trasformatore, un’unica uscita scart: ma ciò che più sorprende è che per la realizzazione della superconsole Bacteria ha utilizzato l’hardware originale delle diverse console, per sposare al meglio lo spirito del tempo in cui vissero il loro momento d’oro, e non emulatori o affini.

Le 15 console sono:

1) Armstrad GX1000
2) Atari 7800
3) Colecovision
4) Intellivision
5) NEC TurboGrafx X
6) NeoGeo MVS
7) Nintendo Entertainment System (NES)
8 ) Nintendo Gamecube
9) Nintendo 64
10) Sega Dreamcast
11) Sega MegaDrive (Genesis)
12) Sega Master System
13) Sega Saturn
14) Sony PlayStation 2
15) Super Nintendo (SNES)

3500 ore di lavoro, circa 800 euro di spesa: un’impresa titanica. Ora la cattiva notizia: Project Unity non sarà messa in vendita, anche per ovvi problemi di copyright. Un vero peccato! Per consolarvi almeno in parte, potete ammirare il video realizzato dall’ideatore.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Ivano Steri

Web content writer, amo la letteratura fantasy, l'Inter e la scrittura a 360°. Nei miei interessi rientrano la musica indie, i documentari, l'universo digitale, i videogiochi, ... continua

Condividi questo articolo


Segui Hivoaki su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it