Click & Cloud: Aruba si affida a un fumetto per parlare di tecnologia [INTERVISTA]

Rappresentare la tecnologia è meglio che spiegarla

Giovanna Napolano

Marketing Manager

    Stefano Sordi, manager del Gruppo Aruba si occupa del ramo cloud computing della compagnia. La sua esperienza decennale nel settore lo qualifica come uno dei manager più esperti del settore domini e webhosting.

    In una piacevole chiacchierata telefonica abbiamo sviluppato un’intervista che tenta di spiegare come il leader del mercato Italiano nell’Internet Service Provider, voglia stravolgere le regole della comunicazione pubblicitaria con una campagna completamente innovativa.

    E mentre chiacchieravamo, lavoravamo pure, per voi lettori principalmente, per spiegarvi come è nata l’idea di Aruba e perchè vogliono raccontarvela con un linguaggio inedito.

    Fidatevi di me, che non sono una timida.; ho chiesto tutto quello che avreste chiesto al posto mio e ve lo riporto qui, in un’intervista seria ma non seriosa.

    La campagna, declinata per il momento su TV e radio intende portare all’attenzione di un pubblico mainstream i benefici che le aziende possono ottenere dai servizi Cloud di Aruba, fruibili al sito e caratterizzati da semplicità, sicurezza, flessibilità e convenienza.

    Il visual dello spot propone una pagina bianca su cui prendono forma due personaggi disegnati a matita – Click & Cloud – che rappresentano rispettivamente un imprenditore e la nuvola di Aruba. Il primo appare preoccupato e indaffarato dalla vita quotidiana dell’azienda in un momento di mercato difficile, e farfuglia in maniera agitata termini come budget, crisi, spread; Cloud parla invece con un tono di voce giovane, chiaro e rassicurante, spiegando a Click di cosa abbia bisogno per migliorare il proprio business e invitandolo a “fare un salto sulla nuvola” per sperimentare i vantaggi che il Cloud può offrire alla propria azienda.

    Per capire di cosa abbiamo parlato e perchè, vi presento in anteprima lo spot di Aruba “Click & Cloud”:

    [yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=rLywen9vmAc’]

    Quali aspetti volete comunicate prioritariamente del vostro brand?

    L’obiettivo era quello di sdoganare il cloud. Tante persone ancora non conoscono chiaramente che cosa sia e chi lo conosce tecnicamente non ne esprime degnamente le potenzialità di sviluppo per le aziende. Per questo viene usata la linea, per rappresentare attraverso un fumetto, concetti che con gli attori non sarebbero stati correttamente interpretati. Siamo il leader del mercato Italiano ma non abbiamo nomi come Greatsolutionforyou.com, ci chiamiamo Aruba perché non ci prendiamo troppo sul serio e vogliamo connotare in maniera frizzante un settore pesante e serioso come quello del’ IT.

    Come si presenta in Italia il settore della comunicazione per l’internet service provider e come si è adeguata Aruba in merito?

    Il settore si presenta abbastanza piatto, con spot didattici e dimostrativi, noi abbiamo preteso di fare altro. Cercavamo un modo semplice per raccontare una tecnologia complessa e su questa leva abbiamo deciso di coinvolgere i creativi nel nostro lavoro. Pubblicizzare servizi di Internet Provider risulta spesso stucchevole, noi volevamo stravolgere completamente le istruzioni del settore per dirvi il “perché” piuttosto che il “come”. Abbiamo voluto con questa campagna spiazzare tutti, adottando uno stile diverso, e rappresentando metaforicamente quelli che sono i nostri servizi e i nostri punti di forza.

    Non vogliamo appesantire i nostri utenti con tutorial noiosi e didattici, noi andiamo al cuore della questione; con il nostro spot parliamo di potenzialità. Aruba è famosa per aver messo i server sulla spiaggia si intende chiaramente che coltiviamo un mood alternativo. La nostra comunicazione è user friendly e possiamo permettercela solo perchè coraggiosi.

    Su quali canali avete veicolato la vostra pubblicità e su quali media fate maggiormente affidamento?

    Non si tratta di uno spot stand-alone, ci saranno diversi sketch, più puntate, delle pillole insomma. Lo spot che vedrete è istituzionale, ma per la campagna saranno realizzati 7 spot, su La7. Saremo presenti on air su Radio24, quello che la tv ci permetterà di narrare in immagini, in radio la racconteremo come se fosse una storia.

    La pagina Facebook di Aruba verrà personalizzata con i protagonisti della campagna, e nei prossimi 10 giorni verrà inaugurato il canale YouTube. Tutto sarà gestito in maniera cross mediale.

    La scelta del canale La7 e delle frequenze di Radio24, la radio del Sole 24Ore, è una scelta di marketing mirata perché il target di questa comunicazione vuole sdoganare il vecchio stile; vogliamo dirigerci direttamente ai vertici parlando ai manager e agli uomini di business.

    Per trasmettervi al meglio la mentalità che sta dietro Aruba, vi presentiamo qui il backstage della campagna

    [yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=f1QCWqn8R9Y&feature=BFa&list=PLXrZ86nnUOUZV5hvLiEx70Vx1YiVy3Pdw’]

    Scritto da

    Giovanna Napolano

    Marketing Manager

    Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Kiyoshi .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it