Monetizzare un sito web attraverso i network di affiliazione

Cosa sono e come funzionano i network di affiliazione?

Valerio Novelli, General Manager di Monetizzando.com, dal 2007 si occupa di studiare, testare ed informare gli utenti sui metodi che permettono di lavorare e guadagnare online. Dal 2009 collabora con un network di affiliazione in qualità di Affiliate & Merchant Manager, avendo acquisito negli anni una grande esperienza nel mondo dell’affiliate marketing. Negli ultimi anni è stato invitato diverse volte a partecipare ad eventi e manifestazioni di settore, e nel 2011 era uno dei dodici partecipanti italiani all’evento “Google AdSense Is In Town”, organizzato da Google presso la sede ingegneristica di Zurigo. Ad oggi è uno dei principali punti di riferimento in Italia sul tema “lavorare e guadagnare online” e Monetizzando.com vanta diverse partnership con i principali network di affiliazione attivi in Italia.

 

Da anni lavoro con i network di affiliazione e cerco di studiare quali sono i metodi migliori per riuscire a monetizzare e fare soldi attraverso un sito internet. Oggi è possibile trovare decine di siti internet che promettono soldi facili grazie a Google AdSense.

Penso che Google AdSense sia stato uno strumento eccezionale per far avvicinare tantissime persone ad internet, con un blog o con un sito internet.

Portarsi a casa mensilmente uno stipendio (500 euro o più) lavorando da soli ed utilizzando Google AdSense è una impresa non proprio semplicissima.

Semplificando direi che in media occorrono almeno 4,000 utenti unici al giorno in una nicchia abbastanza competitiva, un buon posizionamento degli annunci ed utenti che non sono “lettori abituali” (i lettori abituali spesso saltano “a piè pari” gli spazi dedicati agli annunci per leggere i contenuti che interessano loro).

Spezzato ed infranto il sogno di chi pensava di poter realizzare in maniera semplice e veloce 500 euro al mese o più con Google AdSense vediamo come è possibile cercare di “monetizzare al massimo” un sito internet sfruttando i Network di Affiliazione.

Come funzionano le affiliazioni in breve

In sintesi entrano in gioco:

Il proprietario del network: mediatore fra “affiliato” o “editore” e “l’azienda” o “Merchant”.

L’azienda: o Merchant, ha bisogno di una campagna pubblicitaria.

Il proprietario di un blog, sito internet, …: chiamato “affiliato” o “publisher“.

Nei network di affiliazione si possono aprire non solo campagne CPC (Cost per click, si viene pagati sui click ricevuti), ma anche CPM (per le impression erogate da un sito internet), CPL (Cost per lead, per le iscrizioni) e CPS (Cost per Sale, per le vendite generate).

Le aziende solitamente preferiscono avere un solo interlocutore (anziché decine o centinaia di siti interlocutori singoli) e gli editori o affiliati potranno raggiungere il payout (soglia minima per richiedere il pagamento) più “facilmente” o “velocemente” (il payout varia a seconda dei network).

L’errore comune di chi utilizza i network di affiliazione: promuovere campagne ed inserire banner “a mai finire” alla ricerca dei soldi facili, promuovere campagne che hanno payout alti (ad es. campagne che pagano 25 euro a lead) e non contestualizzare la pubblicità.

Come un network di affiliazione aiuta a monetizzare un sito internet

All’interno dei network di affiliazione sono presenti numerose campagne di varie categorie (per citarne qualcuna: automotive, finance, scommesse, giochi, moda, viaggi e vacanze, …), di conseguenza ogni sito internet ha una tematica che può sfruttare.

Contestualizzare la pubblicità inserendo un text link in un articolo può essere uno strumento fantastico per monetizzare uno spazio che non sarebbe stato facile monetizzare. Pensiamo ad esempio ad un sito internet che parla di auto: scrive un articolo su una nuova automobile, ne parla bene, ne consiglia l’acquisto, magari una persona cercava proprio la recensione ed entra nell’articolo.

Ipotesi 1: All’interno dell’articolo trova solo gli annunci di AdSense oltre al contenuto.

Ipotesi 2: All’interno dell’articolo, oltre alla recensione, la prova e le informazioni tecniche sul veicolo trova anche dei consigli su una particolare compagnia di assicurazioni che offre dei prezzi vantaggiosi a chi stipula l’assicurazione online (link ad una compagnia di assicurazione), trova un link ad una finanziaria per chiedere un finanziamento per l’acquisto dell’automobile (altro link ad una finanziaria) ed un link per richiedere un test drive.

Queste tre potrebbero essere (ed è facile trovare questo genere di campagne) delle campagne presenti su un network di affiliazione. In questo modo non si prende in giro l’utente, non si fornisce un’informazione falsa e si offre un valore aggiunto ad un articolo.

Ecco perché penso che i network di affiliazione possano aiutare tantissimo un sito internet a monetizzare i suoi spazi, e tu cosa ne pensi?

Come dico sempre sul mio sito internet “Buon lavoro e buon guadagno online”,

Valerio.

ARTICOLI CORRELATI

Papa Benedetto XVI si dimette: le reazioni sui social network

Reddit: cos’è e come funziona

Tre strategie di monetizzazione per la tua app

iAd e Promoted Tweets: doppia sfida a Google Adsense

Gli errori online che possono mandare in fumo la tua vendita offline!

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso Online in Digital PR