Cannes 2012, le anticipazioni esclusive dalla giurata Raffaella Bertini!

Una giurata e la penna di una copywriter proveranno a raccontare gli impegni, i successi e l??atmosfera del Festival Internazionale della Creatività 2012.


Raffaella BertiniNata a milano il 14 luglio del 70, sono molto fiera dalle mia data di nascita.Per ragioni familiari ho vissuto a Parigi fino ai 22 anni.Nel 1992, torno in italia per seguire i corsi in Hdemia di comunicazione a Milano.Nel 1995 apro Effects con due soci, prima agenzia “interattiva italiana”. Poi lavoro in Nurun, Arc Leo Burnet ed attualmente sono in Leagas delaney come Head of digital planing.Da 16 anni lavoro nei new media, ho fatto il giurato nel 2005 per gli ADC*E, nel 2006 a Cannes per i Cyber e lo sarò anche quest’anno per i Promo & activation. Adoro il mio lavoro.nel tempo libero pratico surf, scuba diving, paracadutismo e molto giardinaggio.

Federica Scaramelli – Nel 1997 sceglie di iscriversi alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano per poter conciliare ed esprimere mentalità scientifica e animo umanistico. Nel 2001 scappa in Erasmus, al National College of Art and Design di Dublino. Dopo la laurea, comincia come grafica, prosegue come responsabile editoriale di un portale di informazione, e intanto è redattrice per un magazine online di architettura. Finalmente, nel 2010 molla tutto per il lavoro che ha sempre sognato: la copywriter. Appassionata lettrice di ogni tipo di etichetta, il giallo è il suo colore preferito e odia i numeri pari.

 

Anche quest’anno ci siamo.

Le agenzie hanno selezionato i propri lavori migliori, preparato le case history, decifrato le categorie, e finalmente iscritto le campagne.

Anche quest’anno, è già Cannes.

Una settimana, la settimana che tutti aspettiamo. Nel sole di una Costa Azzurra intrisa di aspettative e salsedine, tra giurie, feste, incontri, strette di mano, shortlist, metalli, Grand Prix e tanto alcool, si premieranno le idee migliori della pubblicità mondiale. Quelle idee di cui subito pensi: vorrei averla avuta io. Quelle idee che siglano l’eccellenza dell’anno appena trascorso e gettano tendenze e suggestioni per i prossimi dodici mesi.

Cannes, 2012.

E già il microcosmo frenetico delle agenzie italiane si spacca in due: chi ci andrà, e chi no. Chi avrà un sacco di cose da raccontare e chi chiederà aggiornamenti, intrepido, dalla propria scrivania.

Come Raffaella Bertini, Head of Digital Planning di Leagas Delaney, che a Cannes sarà giurata nella categoria Promo & Activation, e Federica Scaramelli, Copywriter della stessa agenzia, che da Cannes – e da Raffaella – riceverà notizie in tempo reale.

Gli occhi vigili di una giurata e la penna di una copywriter lavoreranno nell’ardua impresa di raccontare gli impegni, i successi e l’atmosfera del Festival Internazionale della Creatività.

Ma cominciamo subito.

Raffaella, è la tua seconda volta come giurata a Cannes. Che cosa ci puoi dire della tua passata esperienza, e cosa ti aspetti quest’anno?

Essere giurato a Cannes è un grande impegno, mentale e fisico. Da mattina a sera si guardano tutte le campagne in concorso, e sono davvero tante. Mantenere la concentrazione è fondamentale, per garantire a ogni lavoro iscritto un giudizio obiettivo e corretto. E richiede un’attenzione costante, lunga una giornata intera. Poi, la sera, cominciano le feste: un brulicare di creativi che si incontrano, si confrontano, si conoscono, si ritrovano. Strade e locali ebbri di idee e cocktail, per una notte intera. E subito è il giorno dopo, e si ricomincia.

Sarà così anche quest’anno. L’unica cosa che cambierà, per me, è la categoria che sono chiamata a giudicare: nel 2006 ero nei Cyber, quest’anno nella Promo & Activation.

Promo & Activation, una categoria che forse non è ancora chiara a tutti: puoi spiegarci quali campagne ne fanno parte?

Rientrano in questa categoria tutte quelle campagne in grado di attivare una relazione con il consumatore, stabilendo un contatto diretto, concreto e quantificabile. Idee forti, fresche e coinvolgenti che sfruttano ad hoc il media attraverso cui sono veicolate.

Quali saranno i principali criteri di giudizio?

Come sempre, a Cannes, si valutano l’idea creativa, che deve essere originale ma immediata, la strategia, l’esecuzione, i risultati e la replicabilità di ogni campagna in mercati diversi da quello per cui è nata.

Quali sono, secondo te, le campagne Promo & Activation più rilevanti fra quelle che hanno vinto l’anno scorso?

Ne ho selezionate cinque, che con diverse strategie hanno saputo sfruttare al meglio il media, comunicando l’idea con forza ed efficacia.

“American Rom” per Kandia Dulce – McCann Erickson, Bucharest

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=HhRRi8iIL0o’]

Grand Prix più che meritato per questa campagna, che ha portato concreti e significativi risultati. E che dimostra come, da parte del cliente, fiducia nell’agenzia e un po’ di coraggio siano fondamentali per la nascita di idee vincenti.

“Save as WWF” per WWF – DDB, Singapore

(http://www.saveaswwf.com/de/)

Un’idea semplicissima, che coglie e identifica in pieno la mission del cliente. Perché per arrivare al cuore del problema e risolverlo non servono sempre grandi budget.

“The missing child” per Initiative Vermisste Kinder – Kempertrautmann, Hamburg

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=hU5KR7qPAlo’]

Ecco cosa vuol dire utilizzare il potenziale del mezzo in modo davvero efficace. E inaspettato.

“Domino’s APP” per Domino’s Pizza – Hakuhodo, Tokyo

Di una coerenza geniale: risponde al brief e crea per il cliente esattamente quello di cui aveva bisogno. Funziona, e va dritta al punto.

“A hunter shoots a bear” per Tipp-Ex – Buzzman, Paris

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=RcGaTzFV-pw’]

Il bianchetto. Usato su internet. Per interagire su un canale YouTube. Questa campagna dimostra che conoscere le nuove tecnologie è il primo passo per creare linguaggi inaspettati e divertenti.

Ma non è finita qui: in occasione dell’anniversario, è uscita una seconda campagna che, anche quest’anno, ha sbalordito tutti, amplificando l’effetto della prima. A proposito, avete provato a vedere cosa succede con l’anno zero?

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=eQtai7HMbuQ’]

E su questo consiglio, ringraziando Raffaella, possiamo chiudere il nostro primo intervento sul Festival di Cannes.

In attesa del prossimo, ci potete trovare su Twitter.

Raffaella – @raffy_bertini
Federica – @_Geeena_