I migliori giochi per Android tablet: Asphalt 6 Adrenaline HD

Folli e pazze corse firmate Gameloft: la review di un'app adrenalinica!

Il Videogioco “Asphalt 6: Adrenaline HD” è un’applicazione gaming per tablet, sviluppata dalla nota casa sviluppatrice francese Gameloft, appartenente al genere Racing di corse d’auto “arcade”.

Nelle ultime settimane abbiamo avuto modo di testare, in maniera intensiva e prolungata, questo videogioco su uno specifico modello di tablet Android, il Sony Tablet S.

Siete pronti a scoprirne di più? :-)

Diciamo subito che un’ottima cinematica di presentazione ci darà il benvenuto, facendoci da preludio ad un parco macchine (con licenze ufficiali) davvero d’eccezione di magnifiche supercar, e non solo.
Ben 42 veicoli disponibili, tra cui: Audi, BMW, Lamborghini, Maserati, McLaren, fiammanti Ferrari, e anche delle moto “tricolori” come le Ducati.
La modalità single player detta Gara Veloce ci catapulterà immediatamente nella nostra prima corsa da assoluti principianti, dando la possibilità di scelta tra la Gara normale, 1 contro tutti, Eliminazione e Collezionista.
In alternativa potremo decidere di intraprendere la modalità “Carriera” che darà modo disputare gradualmente 11 Campionati. Partiremo dal Bronzo fino ad arrivare al Platino e al Diamante, successivamente potremmo correre nella Serie Nitro professionisti, Nitro d’elite, e in quella All-Star; per arrivare infine alla Coppa Adrenalina e alla Coppa finale di Asphalt.
Inoltre all’interno della modalità “Carriera” potremo sbloccare nuove e più impegnative prove come Derapata, Gara a tempo, Duello e Sotto pressione.

Specifiche del sistema hardware utilizzato

Ecco le caratteristiche tecniche del nostro testing: CPU: Processore mobile NVIDIA Tegra 2 da 1 GHz. Memoria: 1 GB di Ram. Schermo: Display tattile LCD da 9,4 pollici con risoluzione 1280×800, retroilluminazione LED.  Sistema Operativo: Android Honeycomb 3.2 .

Ambientazioni e Gameplay

Le nostri folli corse prenderanno vita sui 12 diversi circuiti di gara.
Partiremo dall’esotica ambientazione delle Bahamas della città di Nassau, che è la pista urbana meno tecnica, caratterizzata da una galleria sottomarina, che darà un tocco futuristico e fantasioso alla nostra prima corsa in Asphalt 6. Successivamente la pista di l’Avana a Cuba riuscirà a trasmettere un eccellente senso di velocità grazie alle sue strette stradine del centro città. Proseguendo nella nostra esperienza abbiamo molto gradito le piste “notturne” come quella di New Orleans, e in particolar modo quella Tokio che riesce davvero a sorprendere la prima volta in virtù degli inaspettati e spettacolari salti su più livelli; senza dubbio la pista più divertente. Non possiamo non citare la pista “tecnica” (seppur parliamo sempre di un gioco arcade) di New York, con le sue curve ad angolo.
A nostro avviso la pista più particolare risulta essere quella di Los Angeles per le sue singolari strade dissestate post-terremoto, mentre quella più bella è Montecarlo grazie ai suoi leggendari tornanti . Infine, il circuito cittadino più impegnativo è quello Shangai, provare per credere. ;-)

Andare avanti lungo tutto il campionato non sarà cosi facile come avevamo immaginato. Infatti sarà importante scegliere il veicolo giusto ed investire negli appositi potenziamenti, migliorarsi nella combinazione tra frenate, derapate e sfruttamento energetico del risorsa “nitro”.

Da segnalare l’abnorme ed esagerata assegnazione di punti-denaro a fine corsa.
Ci siamo ritrovati con una dozzina di milioni di dollari nonostante avessimo acquistato e potenziato diversi veicoli.

Quando raggiungeremo le “200 stelle” avremo modo di sbloccare finalmente la Pagani Zonda Cinque, l’auto “copertina” del gioco caratterizzata da una stravagante forma, quasi più un’astronave che una macchina. L’abbiamo provata ma la guida ne è risultata abbastanza legnosa, rispetto alla Ferrai 599 GTO (la nostra auto preferita) che è riuscita a mantenersi competitiva, grazie ai potenziamenti al motore, alla manovrabilità e alla scelta del giusto sponsor,  che danno la possibilità di raggiungere in modalità nitro 438 km/h con una fulminea accelerazione da 0-100 km/h in meno di 3 secondi!

In definitiva, i nostri consigli sono semplici: Evitare sempre e comunque il traffico della corsia opposta; evitare di strisciare e sbattere nei muri, negli angoli e di fare attenzione a tutti i possibili incroci. Fate attenzione a non essere spintonati dagli avversari. Prendete le scorciatoie, sempre se sarete abbastanza bravi da sfruttarne i bonus.

Comandi di gioco e touchscreen 

La reattività nella risposta dei comandi in gara sarà bene settarla con la giusta e dovuta attenzione.
Tra le diverse opzioni abbiamo optato per lo Schema A che sfrutta pienamente l’acellerometro inclinando il dispositivo a sinistra o a destra, in combinazione all’accellerazione automatica. Mentre per la attivare la frenata e la nitro potremo utilizzare manualmente il touchscreen.

Il Multiplayer

La modalità multi giocatore è usufruibile sia locale (tramite Wi-Fi o Bluetooth), che online su “Gameloft LIVE” (l’apposito servizio di gaming online) in cui sarà necessario crearsi gratuitamente l’account per accedere a questo gradito servizio.
60 i livelli di esperienza raggiungibili.

Avremmo però gradito la presenza del traffico in gara, una caratteristica imprescindibile nel gameplay del gioco single player. Le corse, di conseguenza  sono risultate fin troppo lineari e i circuiti fin troppo vuoti.

Individuazione di possibili Bug

Se deciderete di correre nel senso di marcia opposto la gara risulterà infinita!
Diciamo che questa può essere una valida alternativa alle nostre corse, quindi da questo punto di vista non lo considereremo un vero e proprio bug.  :-)

Giudizi e voto finale

Grafica: 8
Risulta evidente l’alta definizione grafica mentre si corre.
Sono ottimi i riflessi realistici delle luci ambientali sulla carrozzeria degli stessi veicoli.
Macchine e moto sono rappresentate fedelmente.

Sonoro: 8.5
L’audio del menù di selezione potrebbe risultare ripetitivo, ma dall’altro canto stimola ad accendere subito i motori. La musica trasmette quella giusta dose d’immersione sonora richiesta per dare la giusta carica. Consigliamo di bilanciare gli effetti sonori del gioco con il volume del motore e la voce del copilota.
Inoltre, la resa audio risulterà magnifica se utilizzeremo degli auricolari stereo.

Gameplay: 9.5
Divertente e coinvolgente.
La modalità “adrenalina” regala una sensazione unica nel catalizzare l’attenzione del giocatore, trasmettendo una sensazione di velocità davvero particolare. I replay degli incidenti, seppur brevi, sono davvero ben realizzati. I tempi di caricamento alle partite sono veloci e quasi istantanei.

End Game e Rigiocabilità: 9
Ritornare sui tracciati già percorsi con macchine più potenti non sarà mai una sfida banale, gli avversari risulteranno quasi sempre proporzionati alla macchina che decideremo di utilizzare.
La longevità e rigiocabilità di questo titolo è garantita per molto tempo.

VOTO FINALE: 9 su 10
La gaming experience in Asphalt 6 Adrenaline HD assume una propria personalità, si distingue dai titoli per PC grazie all’uso dell’accellerometro e del touchscreen, e grazie alla sua resa grafica e all’ampiezza del display ne risulta essere decisamente più coinvolgente rispetto alla sua versione per smartphone.
Non ci si annoierà di certo.

In conclusione, ringraziamo per lo svolgimento di questo testing ufficiale sia Gameloft, per averci mandato il gioco, e sia Sony per averci inviato il tablet, di cui effettueremo al più presto la specifica recensione sempre qui sulle pagine della sezione mobile di Ninja Marketing. ;-)

Il link al gioco dell’Android Market: 

ARTICOLI CORRELATI

I migliori giochi su PS Vita: ASPHALT INJECTION

I migliori giochi per Android tablet: Need for Speed “Shift” HD

Gameloft: 5 giochi HD per i nuovi tablet della Sony [BREAKING NEWS]

I migliori giochi per iPhone, iPad ed Android: Dungeon Hunter 2 Action RPG

I migliori giochi per iPhone, iPad ed Android: Order & Chaos Online MMORPG

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso in Facebook Marketing