4sqOnCampus: una sfida a colpi di check-in all'Università del Kansas

Francesco Gavatorta
Francesco Gavatorta

Editor Social @Ninja Marketing

Che le università americane siano attente a quanto capita nella social sfera sembra esser una verità inconfutabile, e il caso dell’Università del Kansas non fa eccezione.

Dopo aver sfruttato altri canali sociali e aver sviluppato anche app per iPhone e Android per far interagire gli studenti del Campus, ora la KU sbarca su Foursquare, per sfruttare le potenzialità della geolocalizzazione e del social network che si basa su di essa.

A raccontarlo sul blog ufficiale di Foursquare è il Social Media Manager della Kansas University, Justin Henning:

Foursquare seemed like a logical service to integrate with the others given its increasing popularity. We want to be where the students are and we want them to know we’re active and listening.” (“Foursquare ci è sembrata una scelta logica per integrare gli strumenti sociali che già avevamo vista la sua crescente popolarità. Vogliamo sapere dove sono gli studenti e far sapere loro che noi ci siamo e siamo in ascolto”)

Per incentivare l’uso di Foursquare, la KU ha anche lanciato una speciale “sfida” a colpi di check-in, la “Check-in Challenge“, che si è svolta nei primi 30 giorni del semestre: in palio pasti e drink gratis, oltre che ingressi nei cinema e speciali flash driver brandizzati Kansas University. Per vincere, ovviamente, era necessario sbloccare dei campus badge facendo più check-in possibile. Inoltre, è stato creato un hashtag, #ku4sq, con cui caratterizzare i propri check-in.

I premi finali della “Check-in Challenge” erano un iPad e due palloni da football autografati dall’ex allievo e campione della NLF Gale Sayers.

Il bilancio finale è stato un successo: oltre 10,000 check-in e oltre 500 premi vinti. Un risultato così sorprendente che la Kansas University sta già pensando di allargare la sfida, magari realizzando un badge proprio del Campus.

Una bella idea, chissà che magari un giorno anche un’università italiana non provi a realizzare un concorso simile!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?