United Blogs of Benetton, un superblog per riunire esperti e appassionati di lifestyle [CASE STUDY]

Il nuovo progetto del brand italiano mira a creare una community intorno ai temi fondamentali del lifestyle

Un blog aggregativo, una piattaforma che permetta di migliorare ancora il rapporto con la community di fan del brand: a questo ha probabilmente pensato il team Benetton di Digital Strategy guidato da Gabriele Lunati.

Il progetto, nominato United Blogs of Benetton, é ufficialmente operativo dal 23 Maggio. L’obiettivo è quello di costruire un luogo virtuale in cui fare convergere voci e idee provenienti da tutto il mondo: sono infatti Messico, Regno Unito, Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Olanda, Cina e Filippine gli stati per ora coinvolti attraverso importanti blogger.

Riprendendo le parole presenti sullo stesso blog, siamo di fronte a “un network di blog locali, un luogo di incontro globale, una finestra aperta sul futuro”. Qui sono trattate novità e trend di quattro principali aree tematiche:

  • Fashion: non solo vestiti, ma tutto ciò che cattura l’attenzione e diventa istantaneamente irresistibile;
  • Young: tutto quello che ha a che fare con i giovani, la loro creatività e la loro voglia di cambiamento;
  • Culture: le iniziative che hanno il compito di avvicinare persone e popoli attraverso l’arte;
  • Tech: la tecnologia al servizio dell’uomo e della semplificazione dei rapporti sociali.

Un progetto ambizioso, dunque, che mira a internazionalizzare ancora di più il brand da sempre sinonimo di stile giovane e contemporaneo. I vantaggi attesi vanno oltre il semplice aumento del numero di fan mondiali: si punta soprattutto ad utilizzare la filosofia del marketing tribale per creare valore grazie e insieme ad essi, aumentando le conversazioni ed il reciproco scambio di idee e consigli tra le parti.

L’azienda italiana si dimostra così sempre più attenta alla dimensione partecipativa del web e sembra destinata a diventare uno dei leader mondiali nell’uso delle nuove tecnologie: ricordate anche l’utilizzo delle pratiche di casting online e di augmented reality?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?