Stampare in 3D è possibile con Be your own souvenir

Un nuovo divertente esperimento di BlablabLAB

Be your own souvenir: la stampa in 3D di sé stessiAvevamo già sentito parlare della stampante 3D e dei suoi possibili utilizzi nel campo dell’imprenditoria ed eravamo rimasti sbalorditi dalla possibilità di dare vita a progetti in tre dimensioni. Con “Be your own souvenir” BlablabLAB, laboratorio di interaction design, ha voluto fare di più: la sua installazione sulla Rambla di Barcellona per due week-end di Gennaio ha coinvolto e fatto divertire migliaia di persone, che sono tornate a casa con un ricordo materiale dell’esperienza vissuta: il souvenir di se stessi.

L’installazione consiste in grossi pannelli dotati di tre scanner che catturano l’immagine a 360° della persona che vi si posiziona davanti, su un apposito piedistallo. Una volta scelta la “posa” che si preferisce viene il bello: attraverso la tecnologia OpenKinect, la stessa utilizzata dalla Xbox 360, l’immagine viene elaborata e inviata alla stampante 3D che, in pochi istanti, crea un piccolo soldatino di plastica sulla base della silhouette rilevata.

Moltissime persone hanno partecipato, diventando performers dell’installazione e divertendosi provando le pose più disparate. Il coinvolgimento è il punto forte del successo del progetto di BlablabLAB, apprezzato soprattutto dai turisti che al posto della solita foto-ricordo hanno potuto esibire un personalissimo souvenir!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Ilaria Galeotti

Romagnola di nascita ma dal sangue misto tra Marche e Campania, nasce nel 1985, fin da subito la sua parlantina la consacra a logorroica di casa. Si laurea in Lingue e Cultura ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Fujiko .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it