Il piccolo Robin fa impazzire il centro commerciale! [VIDEO]

I mall (o grandi centri commerciali) sono sempre stati teatro di attività pubblicitaria e promozionale: di recente, anche di notevoli azioni di marketing non convenzionale.

Questa campagna però va ad utilizzare un medium completamente nuovo e dal forte impatto: le annunciatrici che segnalano al pubblico i bambini smarriti. Una successione di messaggi annunciano che Robin è stato smarrito. Il ragazzino però è iperattivo e, di volta in volta, fa impazzire l’annunciatrice. Il messaggio finale è: “Crescere un bambino non è facile, per questo ci siamo noi”, o qualcosa del genere.

Ora, io sono piuttosto contrario alla promozione di farmaci e servizi medici rivolti ai bambini, in particolare per disturbi comportamentali: come conferma questo recentissimo articolo su Repubblica.it, spesso si tratta di malattie inventate negli ultimi anni con diffusione di psicosi collettiva, al solo obiettivo di arricchire i profitti delle major farmaceutiche. Detto ciò, credo vada ammesso che dal punto di vista marketing è una campagna geniale!!

Il cliente di questa campagna, lanciata ad ottobre 2010 in uno dei più grandi centri commericaili del Belgio, è una helpline rivolta ai gentitori di bambini “difficili”, dal nome pressochè impronunciabile: Opvoedingslijn.

L’idea è stata partorita dalla brillante ad agency Duval Guillaume di Anversa, in Belgio.

Scritto da

Guido Ghedin

Da poco laureato in comunicazione nella metropoli di Padova, con tesi che parlava di guerrilla applicato al B2B in Italia. Ha iniziato quindi a muoversi nella soleggiata area del ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kuido Kedin .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it