Non rifiutarlo! Il social guerrilla si espande

Stranamente d’estate le aziende sonnecchiano un po’ e le azioni di guerrilla da segnalare scarseggiano oppure riproducono vecchi metodi e stilemi che ormai danno anche un po’ noia a chi se li trova di fronte oppure per chi li deve commentare.

Un’azione interessante invece viene da un ente pubblico, la Provincia di Milano, che attraverso una strategia semplice e poco costosa (come insegnano i manuali di marketing non-convenzionali, almeno quelli buoni) ha realizzato una campagna di grande impatto “scenografico” cittadino e sicuramente di coinvolgente interesse per chi ha il piacere di assistervi.

Sui cestini della spazzatura di buona parte della città meneghina sono stati installati dei fiocchi, simili a quelli che si mettono sulle porte delle case quando nasce un bambino, di colore blu e rosa con un messaggio ben evidente e comprensibile: “NON RIFIUTARLO!”

Al di là della bella iniziativa promossa dalla Provincia di Milano, attraverso un servizio chiamato Madre Segreta, a sostegno della maternità, quello che vogliamo sottolineare dando visibilità a questa azione è il ruolo sempre più importante che il social guerrilla sta assumendo nell’autopromozione degli enti pubblici.

Si sta sviluppando il valore partecipativo di azioni del genere e costruendo delle strade privilegiate con agenzie di marketing non-convenzionale per mettere su strategie complesse che sappiano strutturare un’immagine totalizzante delle istituzioni.

Scritto da

Jvan Sica

Il nostro Jvan è un laureato in Scienze della Comunicazione con il massimo dei voti (SEG) e per non perdere allenamento ha preso un Master in Editoria Libraria e digitale ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kistifellea .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it