Epic Win/Fail

Epic win & fail: quando un ragazzino del Tennessee vince sulla Trump Family

Keaton Jones diventa social media win, i Trump sbagliano su Pearl Harbor e Matuidi scivola su Higuain: un'altra settimana epica

Avete presente uno di quelle fredde mattine in cui il tram è in ritardo, il traffico non scorre, il cielo non dà appigli? Ecco, buongiorno. Noi ninja però abbiamo i nostri rimedi: oltre al caffè caldo, una bella dose di epic win e fail, per affrontare al meglio il resto della settimana.

Epic Win

Iniziamo con un lieto fine: la storia di Keaton Jones, un ragazzino del Tennessee vittima di bullismo. La madre ha filmato il suo sfogo quando il ragazzo, stanco dei soprusi, ha raccontato l’incubo della pausa pranzo.

Denunciare il bullismo è sempre un super win, ma in questo caso Keaton ha vinto anche sul piano social, dato che il suo video ha scatenato una serie di risposte di supporto da parte delle grandi star di Holliwwod. Chris Evans, Mark Ruffalo e numerosi altri super uomini dello schermo hanno dato il loro sostegno, mostrando come denunciare il bullismo sia molto più cool che rovesciare latte sulla testa di qualcuno.

Solo una specie sa ricevere più cuori dei gattini: i panda. Come non premiare la capacità del Smithsonian’s National Zoo di raccontare le dinamiche di gestione degli animali con l’arrivare delle basse temperature attraverso questo video. Ovviamaente già virale.

LEGGI ANCHE: Da Italia-Svezia a Gomorra 3: gli Epic Win & Fail della settimana

Epic Fail

Certo ricordarsi le date senza l’aiuto di Facebook è ormai un compito difficile che la maggior parte di noi non riesce a portare a termine. Eppure Melania Trump ha spostato il gioco a un piano ancora più alto (o basso) quando ha scritto su Twitter per la commemorazione di Pearl Harbor indicando il giorno sbagliato. Il tweet è stato cancellato, ma Melania dovresti sapere che la rete non dimentica. Non così in fretta.

Schermata 2017-12-11 alle 10.19.19

Ma la giornata di commemorazione di Pearl Harbor è stata un piccolo disastro social anche per il presidente Trump, che ha comunque citato in modo errato il discorso che Roosevelt fece in seguito all’attacco. C’è da dire, però, che il presidente è rimasto fedele e leale ai suoi errori: il tweet non è stato corretto.

E chiudiamo con una gaffe calcistica. L’accoppiata corezione automatica e social visibility ha trasformato gli auguri di compleanno in un fail. Blaise Matuidi ha scritto "Tanti auguri Pippa" a Gonzalo Higuain su Instagram. Date le performance non esattamente brillanti di Higuain la svista che probabilmente ha trasformato il soprannome “Pipita“ o "Pipa" in Pippa è subito diventato virale portando Matuidi tra i nostri fail.

matuidi-higuain

Alla prossima settimana! Segnalateci i vostri momenti epici preferiti!

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy