Mobile Marketing

Il successo delle applicazioni mobile inizia dal nome

Gli errori più comuni da evitare nella scelta del naming

Avete già deciso il nome da dare alla vostra applicazione? Siete certi di aver fatto la scelta giusta? Ricordate la prima impressione è quella che conta. Cosa c'è di tanto importante nel naming?

Nell'universo delle applicazione, dove gli utenti Apple e Android hanno a disposizione più  di tre milioni di applicazioni tra cui scegliere  la risposta è semplice: tutto.

Individuare il nome giusto può determinare e influire  sul successo di un'applicazione. Vediamo quali sono gli errori più comuni da evitare quando si procede nella scelta del nome.

LEGGI ANCHE: Come promuovere la tua app con un video

Nome difficile da memorizzare

app-nome-guida

Considerando la quantità vertiginosa di applicazioni presenti sul mercato distinguersi diventa faticoso, ma la scelta del nome giusto può dare una mano a farsi largo tra i concorrenti.

Uno degli errori più comuni è quello di optare per un nome difficile da ricordare, la prima regola fondamentale da seguire è quella di orientarsi su un nome che si presti a rimanere impresso nella mente degli utenti. Individuare il nome perfetto  non è semplice ma non per questo impossibile!

Per riuscire ad emergere nella folla che anima il mondo delle applicazioni mobile è necessario trovare un nome chiaro e intuitivo.

Generalmente le applicazioni che hanno riscosso maggior successo sono state quelle in cui gli ideatori sono riusciti a combinare nel nome funzionalità e stile, pensate ad esempio ad Evernote o a Flipboard.

Essere prolissi

Sinteticità e semplicità sono le armi vincenti. Generalmente i nomi migliori sono quelli composti da due o tre  sillabe, in quanto più facili da ricordare, ma la cosa più importante da evitare sono i nomi che superano gli undici caratteri in quanto sui sistemi operativi mobile possono essere bruscamente troncati con dei puntini di sospensione.

Effettuare il conteggio dei caratteri e verificare che il nome appaia perfettamente agli utenti  farà si che la vostra applicazione si presenterà in modo serio e professionale al suo debutto.

Se con il nome individuato nel rispetto del numero dei caratteri consigliati non riuscite a comunicare tutto ciò che vorreste, aggiungete un breve slogan così come ha fatto la nota applicazione mobile Evernote prima con remember everything per poi ampliare il suo messaggio con Your life’s work

Avete in mente una frase o un paio di parole che descrivono perfettamente il vostro prodotto?

Combinatele insieme per dar vita al nome della vostra app.

Molte delle applicazioni di successo esistenti devono il loro naming al giusto abbinamento di due differenti parole, per citarne qualcuna pensiamo a Snapchat, Facebook, Instagram.

Non conoscere il proprio pubblico

Sinteticità e semplicità sono le armi vincenti. Generalmente i nomi migliori sono quelli composti da due o tre sillabe, in quanto più facili da ricordare

Conoscere il proprio target è di fondamentale importanza per qualsiasi imprenditore, ciò non fa eccezione per gli sviluppatori di applicazioni mobile.

Di certo prima di dar vita al vostro prodotto mobile vi sarete messi nei panni dei vostri potenziali clienti, ponendovi un ipotetico problema che gli stessi avrebbero dovuto affrontare e quindi risolvere attraverso la vostra applicazione.

Fate lo stesso e identico ragionamento per la scelta del nome, immedesimatevi, capite quali sono le esigenze e i desideri dei vostri consumatori. Date vita ad un nome descrittivo facilmente riconoscibile che aiuti le persone ad associarlo immediatamente alla vostra applicazione.

Prima di procedere con la scelta del naming analizzate quali sono i termini di ricerca più frequenti, utilizzate strumenti come Sensortower   per vedere ciò che il pubblico sta cercando e quali sono le parole chiave più utilizzate dai vostri competitor. Capire ciò che la gente vuole vi aiuterà senza dubbio nella vendita del vostro prodotto.

Non essere originali

app-nome-guida

Un errore che spesso viene commesso è quello di battezzare le applicazioni con un nomi molto simili a quello di altre già popolari, è vero che è importante seguire le tendenze,  ma in questo caso è ancora più importante lanciare una nuova.

L'utilizzo delle metafore e dei nomi evocativi può essere una giusta strada da intraprende per dar vita ai nomi più originali e creativi, pensate a Tinder o  Periscope.

Non consultare un professionista specializzato in marchi e brevetti

app-nome-guida

Prima di decidere il nome definitivo della vostra applicazione è bene considerare anche eventuali problemi legati al marchio. Ogni marketplace ha delle regole e dei processi specifici per l'utilizzo dei nomi.
E' necessario chiedere il parere di un esperto per verificare e accertarsi che il nome in questione non vada a violare o infrangere la normativa sui marchi, evitando così di trovarsi nella situazione di dover cambiare nome o di ritrovarsi la propria applicazione rimossa dagli store.

In definitiva i nomi migliori sono quelli facili da cercare, da pronunciare e soprattutto quelli che restano cosi impressi nella mente delle persone al punto tale da generare il passaparola.

Sinteticità e semplicità sono le armi vincenti. Generalmente i nomi migliori sono quelli composti da due o tre  sillabe, in quanto più facili da ricordare.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY