Facebook e il caso della sostituzione massiva degli indirizzi mail

Facebook email bug

A tutti sarà capitato ultimamente di consultare le proprie informazioni personali nell'area apposita del proprio profilo facebook e di aver notato qualcosa di strano alla voce "indirizzo mail". Perché a questa voce è stato inserito l'indirizzo con @facebook.com? Da quanto tempo è così? Chi ha avuto l'autorizzazione di cambiarlo sul mio profilo personale senza chiedere alcun permesso?

Molte domande come queste sono state poste da migliaia di utenti all'assistenza Facebook nei giorni scorsi per capire il motivo di tale sostituzione non richiesta. Le segnalazioni si sono trasformate ben presto in lamentele, provenienti da tutto il mondo, e il caos si è scatenato sul social tutto blu.

Seguendo le importanti informazioni in proposito che Punto Informatico ha riportato nel suo blog, la motivazione pare sia da riscontrare in un bug, che avrebbe causato la sostituzione massiva degli indirizzi mail tradizionali, inseriti dall'utente sul proprio profilo, con quelli @facebook.com. Ma le 'magagne' non finiscono qui: pare infatti che gli utenti si siano lamentati anche per il fatto che queste mail non funzionassero. Oltre il danno, la beffa, dunque. Sì, perché con l'indirizzo Facebook i messaggi non sono mai arrivati a nessun utente nella casella inbox. Dunque di fatto la sostituzione automatica delle mail con l'indirizzo Facebook non solo ha violato la privacy degli utenti (sappiamo bene come questo tema sia caldo sul social network) senza chiedere alcun permesso, ma si è rivelata uno strumento totalmente inutile, in quanto non funzionante.

Tra i tanti disservizi creati da questo bug improvviso, ecco la dichiarazione di una dipendente Adobe, che sul suo blog personale ha scritto:

"Oggi un mio collega ha scoperto che le informazioni relative al mio contatto di cui lui disponeva sono state aggiornate senza nessun avviso, in modo da sostituire il mio tradizionale indirizzo di posta con quello di Facebook. E, cosa ancora peggiore, i messaggi non sono nemmeno nell'apposita casella Facebook. Ho controllato: spariti nel nulla."

Dunque, quale via di uscita? La soluzione più semplice è sicuramente andare a sostituire manualmente, sul proprio account Facebook, l'indirizzo impropriamente modificato con quello corretto, che vogliamo sia presente tra le informazioni della nostra timeline. Ma pare che questo non risolva il problema. infatti, anche andando a rimuovere manualmente l'indirizzo @facebook.com, facendo un refresh del proprio profilo, alla voce Informazioni compare di nuovo la stessa mail appena rimossa, e non quella corretta.

Un'altra dichiarazione di un utente inviperito su Slashdot, riportata sempre da Punto Informatico:

"Ho sincronizzato il mio telefono con Facebook per molti tra i miei contatti, e ora mi ritrovo con una rubrica piena di email fasulle"
Il problema evidenziato sui dispositivi mobile è infatti notevole, poiché il bug che ha causato il disservizio preleverebbe dalle informazioni dell'utente l'ultimo account inserito, ossia @facebook.com, e non quello impostato come "E-mail principale" nel pannello di gestione delle proprie informazioni personali su Facebook, rendendo così essenzialmente inutile la sincronizzazione degli utenti in rubrica con le rispettive mail.

A quanto pare, il caos generato dalle Facebook mail fuori controllo ha causato notevoli disservizi, e anche se la sostituzione degli indirizzi era già stata annunciata ad Aprile, come strumento in grado di portare più traffico sui siti aziendali aumentando inoltre la possibilità di connessione tra utenti, sembra che la decisione non sia stata accolta con il successo sperato, soprattutto per il malfunzionamento del sistema e per la mancanza di avvisi preventivi. I responsabili del sito affermano che presto la situazione sarà ripristinata e il bug (vero o presunto) verrà risolto. Speriamo!

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy