Axon Elite: scopriamo il flagship smartphone di ZTE [REVIEW]

Riconoscimento biometrico, dual-camera e batteria da 3000mah: la ninja review di Axon Elite, top di gamma di ZTE

Federica Bulega

Corporate Training Coordinator Ninja Academy

axon_elite

Qualche giorno fa, al covo Ninja milanese è arrivato un Axon Elite, flagship smartphone dell’azienda cinese ZTE. Mi sono offerta volontaria per testarlo e per raccontarvi le feature che mi hanno colpito di più. Devo ammettere che questo dispositivo Android, presentato all’IFA 2015 lo scorso 24 settembre, è un prodotto potente con caratteristiche da top di gamma, prestazioni affidabili, design originale e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Leggi anche: IFA 2015, ecco le innovazioni proposte da Lenovo, Huawei e Acer

La confezione contiene una dotazione di base: cuffie auricolari, caricabatterie con ingresso USB, cavo dati USB e la classica manualistica.

DSCN0933

Estetica ed ergonomia

Maneggiando il device, la prima sensazione al tatto è la gradevolezza della scocca realizzata interamente in una lega di alluminio e magnesio (metallo aerospaziale utilizzato anche per costruire i Boeing 787). La finitura posteriore in finta pelle, insieme alla lieve bombatura, garantisce un’ottima presa ma a livello estetico potrebbe non piacere (in fondo, de gustibus non disputandum est :) ).

La decorazione sul fronte è un segno distintivo della casa costruttrice: una texture cesellata da piccoli triangoli, quasi fosse un simbolo tribale. I tasti fisici per l’accensione e per il controllo del volume sono posti lateralmente, molto comodi da usare, il jack per le cuffie si trova in alto, mentre quello per la carica sul fondo. Nonostante la sua grandezza di 175x75mm, dimensione quasi da phablet, ed il suo spessore di circa 9 mm, si maneggia senza troppo sforzo. Il peso è leggermente maggiore rispetto la media dei telefoni di fascia alta (170 grammi). Il vetro in Gorilla Glass assicura una buona resistenza.

DSCN0940

DSCN0924

Caratteristiche tecniche, tra RAM da 3 GB ed ottima autonomia

Axon Elite offre un display a risoluzione Full-HD da 5.5 pollici e 1950 x 1080 pixel, con una densità di pixel pari a 534 ppi ed un processore grafico Adreno 430. Luminoso, nitido e con un touch molto reattivo e preciso, fa davvero bene il suo lavoro.

Il motore è il processore Qualcomm Snapdragon 810, supportato da un’ottima RAM da 3GB che mantiene il sistema molto veloce. La memoria interna è di 32 GB, espandibile attraverso una scheda micro SD fino a 128 GB. Un mix del genere offre delle prestazioni eccellenti: l’esperienza è molto fluida e il device non presenta problemi di surriscaldamento. Axon Elite monta di default Android 5.1.1 Lollipop, con interfaccia proprietaria MiFavor, che rende l’user experience molto piacevole.

Nota di merito, la batteria da 3.000 mAh: in stand-by il telefono ha un’autonomia di quasi due giorni e con un utilizzo intenso arrivo tranquillamente a fine giornata. Grazie al Quick Charge 2.0 nel giro di mezzora il telefono si ricarica da zero al 60%. 5 minuti di carica, il tempo di un caffè al bar, mi hanno consentito di fare una chiamata di oltre un’ora. L’ottima autonomia è mano santa per me che tra corsi ed eventi sono sempre in viaggio, e spesso è difficile trovare una presa libera per caricare uno smartphone all’1% di batteria. :-)  L’altra faccia della medaglia: data la struttura in metallo, non è possibile aprire la scocca e quindi rimuovere la batteria. 

Largo alla tecnologia biometrica

Sbloccare il telefono con lo sguardo? Se pensavate fosse possibile solo nei film di James Bond, dovete ricredervi. :) L’Axon Elite riconosce perfettamente l’iride, organo dal pattern unico per ogni essere umano: persino due gemelli monozigoti posseggono lo stesso patrimonio genetico ma hanno iridi diversi. Ci sono altri due  riconoscimenti biometrici a disposizione: un lettore di impronte digitali sul lato posteriore ed il riconoscimento vocale.

eyesceeen Una ricerca di Juniper Research riportata da TechWeek Europe stima che oltre 41 smartphone a riconoscimento biometrico siano stati presentati nel 2015, e che la percentuale di device dotati di sensori biometrici stia crescendo esponenzialmente (dal 3% del 2014 al 50% stimato nel 2016). ZTE contribuisce quindi alla penetrazione di questa tecnologia avanzata nel mercato mobile di massa.

Tre fotocamere

Il device è equipaggiato con tre fotocamere: un sistema dual-camera sul retro, con un sensore primario da 13 Megapixel ed un secondario da 2 Megapixel, più una camera frontale da 8 Megapixel.

201508251852212036

Attraverso il modo Bokeh è possibile regolare la messa a fuoco dello scatto, simulando l’ampia apertura di una macchina fotografica manuale: dopo aver scattato la foto, con la feature Refocus si può sfumare lo sfondo, grazie alla percezione di campo recepita dal sensore secondario. 

PicMonkey Collage

In generale, Axon Elite cattura foto di qualità molto buona, nitide e ricche di dettagli in condizioni di piena illuminazione. Con luminosità scarsa o scenari notturni il sensore invece soffre un po’, ma complessivamente il risultato è soddisfacente. 

IMG_20151107_141023IMG_20151108_144550(1)

Tirando le somme

L’esperienza con questo smartphone è stata positiva, ZTE Axon Elite è uno smartphone che mostra diversi punti di forza: la costruzione è di buon livello e le prestazioni sono elevate per le esigenze di un utente medio.

Per un elenco completo delle specifiche tecniche del device, vi consiglio di dare un’occhiata su GearBest, dove è anche possibile acquistare la versione per il mercato europeo.

Per tutti i lettori di Ninja Marketing, Gear Best ha messo a disposizione il codice sconto ZTEAXONEU: utilizzandolo in fase di acquisto, il prezzo finale sarà scontato da 399$ a 369$ (343.47€ al cambio attuale).