I tool per un eCommerce di successo

Un eCommerce di successo non può lasciare nulla al caso: dalla struttura del sito al rapporto con il cliente, ecco gli strumenti essenziali per lanciarti sul mercato

Costruire una struttura eCommerce non è un gioco da ragazzi e soprattutto renderlo un successo non è da tutti, ma questa piccola guida potrebbe aiutarti a rendere il tuo eCommerce il sito che tutti vorrebbero avere tra i preferiti di Google.

Ovviamente per iniziare a parlare degli strumenti utili non possiamo tralasciare la struttura da selezionare prima di iniziare a mettere online un eCommerce: Magento, Shopify e Opencart, tre servizi di gestione e messa in linea. Si differenziano per la complessità che portano con sé nella gestione futura del sito.

Se Magento potrebbe essere considerato il migliore sul mercato, Shopify è quello più chiaro e semplice, mentre Opencart è il giusto compromesso tra i due. La scelta tra uno o l’altro si basa molto sull’esperienza dell’imprenditore.

Partiamo dalle basi: struttura e metodi di pagamento per il tuo eCommerce

Ogni sito internet che si rispetti e che voglia essere online deve essere dotato di una struttura completa e solida, ma soprattutto chiara per l’utente.

Nel caso di un eCommerce questa struttura deve essere integrata anche dalla gestione dei pagamenti attraverso strumenti come Authorize.net, conosciuto come il più popolare gateway per le carte di credito, o Gravity Payments, per la gestione e la processazione vera e propria degli strumenti di pagamento.

Ma anche l’organizzazione del magazzino è fondamentale: eCommHub, ad esempio, ti fornisce un magazziniere completamente virtuale in grado di gestire scorte ed inventari per il tuo eCommerce.

Se hai invece bisogno di fornitori per prodotti specifici puoi affidarti a WorldWideBrands, il più grande database disponibile, seppur non il più economico.

Il tutto con una sola finalità: permettere agli utenti acquisti rapidi e che vadano a buon fine.

Tornando alla composizione della struttura vera e propria di un eCommerce, troviamo le hosting companies come Host Gator, economico ed efficiente, Nexcess.net, indicato soprattutto per chi utilizza Magento, WP Engine, ottimizzato per WordPress ed indicato per coloro che vogliono collegare il loro blog all’eCommerce ed infine Rackspace, un vero proprio supporto IT completo e professionale online.

Parlando poi di servizi aggiuntivi non possiamo non citare SEOmoz per la scrittura SEO dei testi ed i suoi tool e Crashplan servizio di backup per i tuoi dati.

Research Marketing Tools: la strada verso il successo

I tool irrinunciabili per un eCommerce di successo

Il successo di un eCommerce è misurabile con l’andamento dell’eCommerce stesso: è questa la prima regola che un developer deve sapere e per rispettarla gli strumenti a disposizione sono moltissimi.

La base di un buon eCommerce nella sua attrattività di visitatori sta nell’utilizzo al meglio di strumenti in grado di profilare trend e profili di utenti che possono avvicinarsi al nostro sito così da poter studiare campagne marketing ad hoc per la promozione.

I cosiddetti Market Research Tools sono tra i più diversi, da Google Keyword Tool e Google Insights, fino a SEOmoz Toolbar o Open Site Explorer per l’analisi dal punto di vista SEO del tuo eCommerce (parole chiave di ricerca e link o backlink).

Ma come il marketing ci insegna, l’analisi di mercato per lanciare un prodotto di successo è tutto, quindi si hanno a disposizione strumenti quali Compete, che analizza il traffico stimato, Quantcast, che raccoglie info sul visitatore, Online Conversion Insights, per conoscere l’andamento dei competitors, e Wibiya, per creare tutte quelle campagne push e quei contenuti personalizzabili per ogni singolo cliente.

Infine l’analisi statistica dell’andamento del tuo eCommerce. Innanzitutto mai dimenticarsi degli strumenti Google come Google Analytics, per l’analisi statistica delle visite alla pagina, o Google Adwords, in grado di fornirti analisi quantificabile e budgettizzabile delle parole chiave che hai scelto.

Oltre a Guru Google troviamo Kiss Insights: piccolo e utile, permette, se messo in cima ad una specifica pagina, di vedere l’analisi statistica in modo puntuale della stessa. Adroll, è invece uno strumento di remarketing, mentre tool come Topsy o SproutSocial sono in grado di analizzare i trend ed il pubblico da un punto di vista social.

Il cliente ha sempre ragione, anche nell’eCommerce

I tool irrinunciabili per un eCommerce di successo

Un cliente soddisfatto e coccolato tornerà a farci visita e questo se siamo in grado di creare delle campagne marketing personalizzate attraverso la promozione di particolari sconti o mailnews dedicate.

Parliamo quindi di strumenti come Zendesk che permette di vedere i comportamenti dei clienti e tracciare la loro intera storia per intervenire con risposte mirate, insomma, un vero e proprio servizio clienti.

Mai tralasciare anche tutta la parte relativa all’Email Marketing, in cui entrano in gioco Aweber e Mailchimp, ed, infine, PadiAct utilissimo strumento per la conversione di visitatori in contatti.

L’ultimo valore aggiunto che un eComemrce può offrire sono le campagne marketing oriented in cui entra in gioco il tema della fedeltà e quindi Fidelity Visa e Capitalone che rimborsano i clienti abituali con un premio fedeltà fatto di sconti o accumulo punti.

Per non lasciare in sospeso davvero nessuno strumento, neanche dal punto di vista dell’organizzazione aziendale, non puoi tralasciare tool come Asana e LastPass, o tutti quei portali che ti possono supportare nell’outsourcing, come ReplaceMySelf e oDesk, in grado di reclutare freelance per collaborazioni di qualsiasi natura.

Ora hai gli strumenti giusti, basta solo scegliere quelli più adatti a te, in bocca al lupo!



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?