Cinque consigli per gestire al meglio la tua startup in crescita

Ecco le migliori strategie per ottenere il massimo da una startup in fase di crescita

Startup, che passione. E che fatica! Molti sono gli imprenditori che si chiedono come sia possibile gestire con successo un’azienda in fase di crescita. Poche sono le riposte che ci offrono la ricetta magica per avere successo nel business. Gli aspetti fondamentali da rispettare per avere un’opportunità in più per decollare sono passione e risorse umane.

Tradotto, vuol dire che è molto importante mettere amore e passione in quello che si sta portando avanti. La determinazione, la voglia e l’amore potranno essere di grande aiuto nella vostra scalata verso il successo.

Secondo aspetto, non meno importante, sono le persone: è necessario assumere risorse in grado di portare un valore aggiunto alla vostra impresa, ed è fondamentale investire su di loro, senza pausa, in maniera che la loro crescita lavorativa sia in grado di salire in concomitanza con quella della vostra startup. Ma mettiamo da parte le chiacchiere e andiamo al sodo.

Ecco cinque pratici consigli che forse non vi aiuteranno a diventare Bill Gates, Steve Jobs o Zuckerberg, ma che certamente vi aiuteranno a lanciarvi nel migliore dei modi nello spietato mondo del lavoro.

Starup, la collaborazione tra ruoli è fondamentale

Quando una società è in fase di sviluppo, il primo passo da compiere è chiarire immediatamente tutti i ruoli all’interno dell’impresa e definire in maniera esaustiva la missione aziendale. Lavorare su una struttura e su un piano prestabilito aiuta tutti i singoli ruoli a dare il massimo. La conoscenza completa dei propri ruoli, delle strategie aziendali e degli obiettivi da perseguire, rappresenta la freccia in più nell’arco di una startup che ambisce al successo.

Attenzione, non basterà realizzare un business plan e lasciar tutto nelle mani del destino. Pensate alla vostra azienda come una pianta. Questa non crescerà mai da sola, ma bisognerà continuamente curarla: i dirigenti devono prestare attenzione a ogni reparto e a ogni dipendente sia nella formazione personale, lavorativa e umana. Solo così avrete la possibilità di ottenere il meglio dal vostro team.

LEGGI ANCHEStartup, è il momento di assumere un Project Manager

Startup, un vero leader deve saper comunicare

Essere leader non vuol dire solamente essere degli sceriffi. Il leader, è vero, deve essere autorevole e non autoritario, sapere quando spronare i suoi dipendenti e metterli in riga, ma anche quando aiutarli.

La comunicazione conta: i migliori leader sono quelli che parlano in maniera chiara e concisa e che lo fanno spesso. È importante per il futuro del vostro business impostare riunioni periodiche. Questi incontri vi aiuteranno a calcolare i progressi del vostro business e a capire i bisogni e le necessità dei vostri dipendenti.

È consigliabile portare avanti un piano di comunicazione continuo nel proprio team, una comunicazione che aiuti nell’analisi degli obiettivi raggiunti e di quelli mancati, in maniera da poter imparare da tutte le esperienze vissute all’interno della startup.

Startup, mostrare sempre un atteggiamento positivo

Che sia al comando di una grande o di una piccola impresa non vuol dire niente. Un vero leader ha il compito di essere sempre un faro in grado di guidare e nutrire le persone che gli stanno accanto. Trasmettere carica, passione ed entusiasmo ai propri colleghi di lavoro è uno dei segreti per far decollare il proprio business.

Non bisogna mai mostrare paura di sbagliare, gli errori li commettono solamente le persone che agiscono, agli altri resteranno sterili parole.

Perciò bisogna sostenere ogni sfida con passione, se poi si cade in qualche errore nel farlo, non importa.
È nell’affrontare gli sbagli con un atteggiamento positivo che si può apprendere da loro. Il segreto è saper trasformare i propri incidenti di percorso in punti di forza.

Startup, è anche dal processo di assunzione che arrivano i successi

L’azienda è fatta di persone ed è proprio per questo che è opportuno che siano scelte nel migliore dei modi.

Quando sarà il caso di ampliare il personale, sarà bene, durante i colloqui, evitare di chiedere ai candidati solamente riguardo al loro passato lavorativo, ma orientare le domande in un’altra dimensione. Bisogna cercare di capire le competenze trasversali di ogni singolo individuo, cercare di comprendere le sue effettive conoscenze lavorative, la passione, la voglia e l’entusiasmo per la missione aziendale.

Saranno queste a dare un valore aggiunto a voi e alla vostra startup.

Startup, il lavoro di squadra è essenziale

Il successo arriva solo con il lavoro di squadra. È fondamentale investire nelle persone nel loro complesso: l’obiettivo è di realizzare un team che sappia lavorare in armonia, affrontando le difficoltà con un approccio sul lavoro che miri alla collaborazione e al lavoro di squadra.

I problemi non si possono affrontare da soli, sia che siate il boss aziendale, sia che siate uno stagista: per raggiungere il successo è più che mai fondamentale il gruppo, la collaborazione e la condivisione di idee e obiettivi.



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Andrea Bono

Nasce a Roma in quartiere poco noto ai più. Per metà è calabrese, ma di mediterraneo ha preso solo la testa dura e la caparbietà. Marketing communication Specialist di ... continua

Condividi questo articolo


Segui Hoyoku su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it