L'alleanza esplosiva tra l'acqua Perrier e la street art


Questo articolo è a cura di INWARD, osservatorio che svolge ricerca e sviluppo nell’ambito della creatività urbana (street art, urban design, graffiti), operando con un proprio modello di valorizzazione, attraverso attività di Ricerca e azioni di Sviluppo nei settori Pubblico, Privato, No profit e Internazionale. La sua unità Streetness, omonima di questa rubrica, sostiene i migliori street artisti nel sistema dell’arte contemporanea e verso le imprese italiane e internazionali per produzioni innovative in edizione limitata.

(di Francesca Cartolano)

Dopo aver parlato dell’iniziativa Campari la scorsa settimana, è ancora un marchio beverage a sposare la street art per una campagna di marketing non convenzionale legata alla creatività urbana.
Il prestigioso marchio Perrier, produttore della leggendaria acqua minerale frizzante, si è affidato alla creatività di tre diversi artisti scatenando un esplosivo e globale successo.
Ancora una volta, un anno dopo aver sposato lo stile pop di Andy Warhol, Perrier si affida all’arte per rappresentare i tre diversi aspetti della sua acqua.

Scintillante, con JonOne. Americano di nascita, parigino di adozione dagli anni 80, l’artista ha personalizzato con colori vivaci e linee forti la classica bottiglia di vetro.

Elegante e sensuale con Sasu, da Tokyo. L’unica donna del team, rompe gli schemi ripensando al design dell’etichetta, portando la natura del Giappone e la calma presenza dell’Asia per il restyling della confezione in plastica.

Kobra, infine, passa dalle grandi facciate di San Paolo alle piccole dimensioni con straordinaria vivacità. L’eccentricità e l’amore per la vita di uno stile giovane, caleidoscopico che risulta ancora più di tendenza grazie al richiamo alle figure delle pin up, divertite e spensierate sulle vivacissime lattine.

Il risultato è sorprendentemente e totalmente al passo con i tempi per un marchio iconico e storico: sfruttare la street art, in sé effimera ma in uno stato di permanente rivoluzione, dimostra che non c’è limite alla creatività e al suo utilizzo.
Che si voglia pensare all’acqua Perrier come squisita acqua minerale o come ingrediente di frizzantezza – in alternativa all’alcool – per particolari cocktail , certo è che la street art rende più glamour il suo consumo.

Oltre ad essere presentata in esclusivi eventi in giro per il mondo, per completare questa campagna di street art Perrier ha puntato anche a performance live in strada: Brooklyn, Manhattan, Chicago e Los Angeles hanno accolto grandi e coloratissimi murales.
A completare la campagna, a Dicembre, si aspetta il grande murale di Miami annunciato per l’attesissima Miami Art Week.

Stay tuned & join the experience su facebook.com/perrier