Appunti di videomaking sul primo piano [HOW TO]

Raccolta video, tips & tricks, tutorial ed emozione.

PPP e PP non sono epiteti che farebbero arrossire la più pudica delle educande bensì due acronimi che stanno, rispettivamente, per Primissimo Piano e Primo Piano.


Il PPP di Miley Cyrus in Wrecking Ball ricopre da metà mento a metà fronte, la macchina da presa funge da vera e propria psicologa, prova ad esaminare ogni lacrima, ruga ed espressione.


Il Primo Piano di Chris Martin in The Scientist parte dalle spalle e lascia un po’ di respiro alla testa, il centro del mondo è il soggetto ma questa volta lo sfondo, a differenza del Primissimo Piano, viene intravisto.

Soap Opera & Youtubers: pochi mezzi, morbosità ed emozione

Diciamocelo, i primi piani sono usatissimi, non è richiesto un virtuosismo dell’uso della macchina da presa né una cura maniacale della scenografia, è facile da effettuare nei piccoli ambienti ma, soprattutto, è la radiografia dell’emotività di una scena.

Diciamoci anche che il rovescio della medaglia è che, se il protagonista della scena non fosse dotato del giusto livello di espressività (troppo alto o troppo basso), il primo piano potrebbe avere effetti esilaranti.

L’emozione di un volto umano in ogni caso cattura, che sia la mascella di Ridge Forrester o quella di Willwoosh, d’altronde la morbosità lombrosiana connessa al primo piano regala perle come queste:

Il già citato Her di Spike Jonze nei suoi primi 70 secondi ha una camera fissa sul primissimo piano di Joaquin Phoenix, tutte le sue mutevoli microespressioni trasudano e non si avverte necessità di un controcampo, piuttosto si preferisce indagare quello stesso volto.

In principio era il cinema

Uno dei primi piani più commoventi risale agli inizi degli anni ’20 ad opera di Carl Theodor Dreyer (regista) e della straordinaria mimica facciale di Renée Falconetti (attrice) ne La Passione di Giovanna D’arco.

Poi venne tutto il resto..

Ok vada per l’emozione. Ma se si volesse uscire al di fuori delle convenzioni? Se volessimo usare l’emozione del primo piano ma il nostro protagonista non fosse poi così espressivo?
Si potrebbe armeggiare con la stop-motion.

o altri tipi di sperimentazioni …

Tips & Tricks

Ad ogni modo, è bene ricordare che lo sguardo è fondamentale, è come se il personaggio agisse di specchio riflesso, gli occhi ci suggeriscono cosa stia avvenendo fuori campo, le reazioni dell’interlocutore, la posizione del soggetto rispetto all’oggetto desiderato. Finora abbiamo visto primi piani del tutto centrati, non è però da sottovalutare la forza del decentramento, il quale crea un movimento dinamico opposto alla staticità del primo piano assolutamente centrato.

Un tutorial scelto per voi

A questo punto un consiglio sugli obiettivi da usare per i primi piani ci sta tutto!

Allora qual è il primo piano cinemato-pubblicitar-videoclippettaro che avete impresso nella memoria? Ma soprattutto avete altri suggerimenti e consigli?