E-commerce, Marketing Tribale e Rockettari in una parola: EMP

Intervista ad Alberto Gaglio, Managing Director EMP Italia: un caso mondiale di successo di marketing tribale.

emp_merketing_tribale_ecommerce

Il mese scorso ho letto un libro di Seth Godin che si chiama “Siamo tutti strambi”. Lui lo conoscete di sicuro, il guru del marketing che ha scritto, tra le altre cose, “La Mucca Viola”.

Bè comunque nel libro Godin parla dell’opportunità/necessità di smettere di cercare un mercato di massa fatto di prodotti che vanno bene per tutti, per rivolgersi invece a gruppi più ristretti ma più interessati e fedeli: gli strambi. Che poi a dirla tutta sono cose che Alex Giordano diceva già nel 2008 quando parlava di marketing tribale.

Nel mondo degli E-commerce esiste un esempio concreto e di grande, grandissimo successo di mercato per strambi, o marketing tribale: EMP.

Per chi non lo conoscesse è e-commerce di abbigliamento rock ‘n roll o forse è meglio dire “alternativo”. Che negli anni (le sue ogni risalgono alla metà degli anni 80) è diventato un punto di riferimento nel mondo per tutti coloro in cerca di uno stile diverso da quello che si può trovare passeggiando per le vie del centro.

Il successo così eclatante di un progetto come questo mi ha stupito molto, come suo utente e come marketing coso digital ma ha fatto davvero piacere avere quindi l’opportunità di intervistare Alberto Gaglio, Managing Director di EMP Italia.

Alberto Gaglio

Alberto Gaglio

Ciao Alberto, ma allora esistono davvero così tanto rockettari nel mondo ?

Sì! Moltissime persone ascoltano e amano il rock, ma magari preferiscono non dimostrarlo apertamente durante la vita quotidiana. Ogni giorno scopro che sempre più persone amano il nostro mondo, i nostri prodotti. Chi non vuole vivere la propria vita in modo rockeggiante? EMP esiste, ed è diventato quello che è, proprio perché soddisfa questo bisogno.

Sulla carta un e-commerce come EMP sembra un progetto di nicchia, invece è un successo mondiale. Qual’è la ricetta di questo successo?

Descrivere in poche parole una storia di oltre 25 anni non è facile, essendo la nostra casa madre attiva dal lontano 1986 in Germania. Se dovessi riassumere il tutto direi che porre il cliente e le sue richieste al centro del proprio business creando un mondo nel quale possa realizzare i suoi desideri è stata una scelta vincente.

Lo stile di EMP è molto definito seppur trasversale nelle tipologie di capi, come selezionate cosa mettere a catalogo?

Siamo in grado di soddisfare moltissime richieste di stili diversi, mantenendo però un carattere unico e decisamente ben definito. La selezione dei capi spesso avviene proprio grazie alle segnalazioni che riceviamo. Oggi non è più come una volta in cui il buyer decideva quali prodotti acquistare e proporre, oggi è il cliente che decide. A lui viene giustamente riconosciuto il potere di decidere il successo o l’insuccesso di un prodotto e, permettimi anche di aggiungere, il successo o l’insuccesso di una azienda.

Recentemente si è vista una campagna affissione che promuove il sito italiano, non è certo usuale per un e-commerce e per di più tematico, quali sono i vostri obiettivi di marketing?

La campagna promozionale sulla metropolitana di Milano ci ha dato delle grandissime soddisfazioni soprattutto in termini di “branding”. L’obiettivo era proprio questo: far avvicinare potenziali nuovi clienti al mondo dell’e-commerce ed ovviamente di EMP. Purtroppo in Italia la diffidenza verso l’acquisto on-line è ancora alta e spesso dovuta alla mancanza di fiducia o il timore di essere truffati. EMP si rivolge solo apparentemente ad una nicchia, mentre in realtà coinvolge persone di qualunque sesso ed età che abbiano passioni nel mondo musicale e alternativo. Affermo sempre con decisione che EMP può soddisfare le richieste dei ragazzi, ma anche delle persone ben più mature ed, ovviamente, le statistiche confermano il tutto.

So che il marchio EMP sponsorizza i più importanti festival rock da anni, c’è qualche progetto in corso di cui ci vuoi parlare?

EMP considera l’evento dei festival come una grandissima occasione per incontrare i proprio clienti… i propri fedelissimi. E’ una esperienza fantastica essere presenti agli eventi ed essere in prima linea per poter ascoltare i clienti, avere un feedback e poter capire come migliorarsi.

Spesso si investono molte risorse in ricerche di mercato e sondaggi, cosa che facciamo anche noi chiaramente, ma ripeto sempre che basta saper ascoltare i propri clienti ed oggi grazie al web è tutto molto più facile. Prendiamo l’esempio di Facebook.

EMP ha una pagina molto importante e spesso dedico il mio tempo a leggere i commenti ed i post dei nostri clienti, non mancando di rispondere. Sono con loro… tra loro!

C’è un progetto in particolare a cui teniamo e cioè il crowdfunding del circolo Magnolia, la più grande campagna di questo tipo mai realizzata in Italia. Un bellissimo progetto a cui EMP ha partecipato, che coinvolge tra gli altri il Politecnico di Milano, la Bicocca e l’accademia di Brera e che prevede che questo circolo musicale, diventato davvero importante a livello di eventi musicali, sia ad impatto zero sull’ambiente. Siamo entusiasti di partecipare e felicissimi che l’obiettivo sia stato raggiunto, per altro in anticipo sulla data di scadenza per la raccolta fondi. EMP_2013_Italia_Main

Che peso ha il merchandising dei gruppi all’interno del vostro business?

Il merchandising dei gruppi è importante perché l’offerta che abbiamo è davvero ampia e spesso i più o meno giovani posso acquistare comodamente da casa l’articolo tanto sognato.

Vendiamo anche molto merchandising di altro tipo, dalle serie TV ai videogiochi ad esempio, e moltissimo abbigliamento non brandizzato e cioè neutro – per capirci, il pantalone militare o la maglietta semplice – proprio per dare un’offerta a 360°. Spesso sono gli stessi clienti appassionati di merchandising rock che acquistano anche questa tipologia di prodotti. Il rock rimane comunque il nostro core-business. Siamo un e-commerce rock e così rimarremo.

Ma voi vi vestite sempre così? Nel caso vi stimo molto…

In EMP ognuno è libero di vestirsi come meglio crede. Abbiamo stili molto diversi e direi anche originali, ma abbiamo una grande passione comune: la musica! Una grande azienda nel quale i ragazzi si realizzano e condividono sogni e permettimi di rubare una riga per ringraziarli. EMP esiste, ed è quello che è, grazie anche al loro lavoro!

 

E anche stavolta è tutto, se qualcuno di voi ha mai provato EMP, o frequenta altri e-commerce “tribali” mi faccia sapere che ne pensa!

Jack ‘n Roll