I 20 brand più preziosi al mondo

Sarete sorpresi da chi occupa il primo posto, o forse no!

Sono 20, sono potenti. Sono imperi costruiti su basi solide, comunicazioni strategiche dall’impatto notevole. Sono valutati su due piani: la forza finanziaria e il legame con i consumatori, i più forti infatti creano dei mondi nei quali una volta entrati non si può più uscire; fanno parte della nostra vita, ci rappresentano e allo stesso tempo rassicurano.

Sono i 20 brand più preziosi al mondo. Scopriamoli uno ad uno grazie alla classifica stilata da Millward Brown, Business Insider e Forbes.

20. MasterCard

Brand Value: $27.8 billion – Percent Change v. 2012: 34%

In un periodo di importante crescita della tecnologia mobile, grazie ai molti consumatori che si affidano allo shopping online, le marche come Mastercard e Visa raccolgono i frutti dei metodi di pagamento online.

19. SAP

Brand Value: $34.36 billion – Percent Change v. 2012: 34%

Il marchio tedesco riflette la trama precedente legata alle esigenze dello shopping mobile: SAP fornisce il miglior servizio di “Data Solutions” di cui le imprese hanno bisogno.

18. Walmart

Brand Value: $36.2 billion – Percent Change v. 2012:5%

You can’t buy milk online  è il motto della multinazionale americana, proprietaria dell’omonima catena di negozi al dettaglio Walmart, fondata da Sam Walton nel 1962. È il più grande rivenditore al dettaglio nel mondo, capace di una fedele cerchia di consumatori in costante crescita, anche a livello internazionale.

17. Vodafone

Brand Value: $39.7 – Percent Change v. 2012: -8%

La causa del recente calo dell’ 8% può essere attribuito a O2 e Orange che stanno ottenendo molto successo. Ma, a quasi 40 miliardi di dollari, Vodafone è ancora uno dei più grandi operatori di telefonia mobile nel Regno Unito.

16. ICBC

Brand Value: $41.1 billion – Percent Change v. 2012: -1%

Mentre gli americani potrebbero non aver mai sentito parlare della Banca industriale e commerciale della Cina, in altri paesi il logo è onnipresente. ICBC è la prima delle due marche cinesi nella top 20, un numero che è in gran parte dovuto ai paesi in crescita della classe media.

15. UPS

Brand Value: $42.7 billion – Percent Change v. 2012: 15%

Sempre a causa della fortissima tendenza dei consumatori di acquistare on-line, si ha la necessità di ricevere i prodotti comprati agli indirizzi personali, è in questa fase che entra in gioco UPS.

14. Amazon

Brand Value: $45.7 billion – Percent Change v. 2012: 34%

Un nuovo Business per Amazon: vendere i propri utenti!

There’s no stopping amazon as they go international
E’ quasi impossibile per i negozi di mattoni competere con la vasta scelta di Amazon, i prezzi bassi, e la padronanza del mercato mobile – che facilmente permette ai consumatori di acquistare qualsiasi cosa, da qualsiasi posto del mondo. Le recenti acquisizioni di Audible.com e Goodreads mostrano anche la determinazione della società di dominare tutti gli aspetti del consumo di e-book e di condivisione.

13. Wells Fargo

Brand Value: $47.7 billion – Percent Change v. 2012: 20%

Nata in California è una delle poche banche rimasta indenne alla crisi finanziaria, perciò ricca di affliliati, e ha anche iniziato un significativo rebranding in previsione della grande espansione.

12. Verizon

Brand Value: $53 billion – Percent Change v. 2012: 8%

Verizon ha ricevuto una forte spinta dopo che Apple ha aperto i suoi servizi a vettori diversi da AT & T. Mentre la rivalità tra i due si scalda, si prevede che la concorrenza sarà il gioco sul quale faranno leva entrambi i marchi.

11. GE

Brand Value: $55.3 billion – Percent Change v. 2012: 21%

Uno dei marchi di consumo e industriali più rispettati al mondo, General Electric ha recentemente investito per far sapere che produce di tutto: dai motori di aerei a turbine eoliche ed attrezzature mediche. In termini di B2B, GE è uno dei marchi più proliferi, usato persino come case history in molti studi scolastici.

10. China Mobile

Brand Value: $55.4 billion – Percent Change v. 2012: 18%

China Mobile è il più grande operatore di telefonia mobile e di marca in Cina, quindi è un gioco da ragazzi che si tratta di uno dei marchi più prestigiosi al mondo. Lo sapete che ci sono più abbonati alla telefonia mobile in Cina che negli Stati Uniti?

9. Visa

Brand Value: $56 billion – Percent Change v. 2012: 46%

Un modo sicuro per rafforzare la sua presenza a livello mondiale è di sponsorizzare le Olimpiadi. Ma non è l’unica cosa che ha aumentato il valore del marchio Visa così drasticamente. Considerato uno dei nomi più fidati nel pagamenti non in contanti, Visa ha guadagnato fiducia nel mondo degli acquisti online e pagamenti mobili per un servizio efficace e impeccabile.

8. Marlboro

Brand Value: $69.4 billion – Percent Change v. 2012: -6%

Marlboro è un classico nella top ten, il che sta a dimostrare che anche se il fumo è “limitato” in molti stati, questo vincolo non ha cambiato le abitudini. Circa il 25% della popolazione mondiale ha il vizio del fumo, una spesa che supera quella legata al consumo quotidiano di bottiglie di acqua. L’azienda ha costantemente investito nel marchio fin dal suo inizio, il cowboy robusto s’impone con un aspetto molto forte e coerente a livello globale.

7. Microsoft

Brand Value: $69.8 billion – Percent Change v. 2012: -9%

Come un marchio di 70 miliardi dollari, Microsoft è in gran forma anche a dispetto di una diminuzione del valore del 9%. Ha la reputazione di uno dei marchi più forti in tecnologia del settore. La fortuna della società è in gran parte legata al business dei PC, ma è sta emergendo anche sulla scena mobile.

La società ha attraversato un importante rebranding nell’estate del 2012 per imporsi in modo rilevante, stiamo a vedere i risultati.

6. AT&T

Brand Value: $75.5 billion – Percent Change v. 2012: 10%

AT&T è un’altra azienda che guadagna valore grazie al crescente consumo di prodotti di telefonia mobile. Per tanto tempo, il fornitore del servizio ha avuto un accordo in esclusiva con iPhone. Ma ciò che è veramente interessante è che anche quando Apple ha aperto l’iPhone ad altri fornitori il valore di AT&T non è diminuito.

5. Coca-Cola

Brand Value: $78.4 – Percent Change v. 2012: 6%

“What’s consistently impressive about Coca-Cola is its ability to innovate.”

Quest’anno la Coca-Cola ha rilasciato una serie di macchine che permettono ai consumatori e rivenditori di mescolare i sapori di sciroppo per fare il proprio gusto Coca-Cola.

L’azienda è costantemente aggiornata a livello di immagine, attenta alle tendenze di mercato e stabile su un linguaggio semplice e internazionale.


4. McDonald’s

Brand Value: $90.3 billion – Percent Change v. 2012: -5%

Una chiave vincente di McDonald’s è stata la capacità di ascoltare i sentimenti dei consumatori e di adattarsi, in principio con l’esigenza del low cost poi con le crescenti esigenze salutari: menù molto più sani ricchi di frutta, farina d’avena, pollo e persino edizioni speciali in collaborazione con nomi rilevanti nelle cucine internazionali. Recentemente ha anche guadagnando una roccaforte nello spazio del caffè, un interessante tentativo da osservare, soprattutto in Italia.

3. IBM

Brand Value: $112.5 billion – Percent Change v. 2012: -3%

Il 3% di valore perso non è una cifra incisiva, IBM è particolarmente rispettato in ambito B2B grazie alla “Smarter Planet” (Ogilvy), campagna in cui la società ha spiegato i suoi piani per aiutare i clienti a innovare e rendere il mondo un posto migliore, inducendo i consumatori a credere nel marchio.

2. Google

Brand Value: $113.7 billion – Percent Change v. 2012: 5%

17 contenuti che faranno felice Google

Google ha colpito e affondato diffondendosi trai consumatori come una società basata non solo sulla ricerca: con Maps, Gmail, Play e altri servizi si è integrato nella vita di tutti noi.

È il sito più visitato al mondo, talmente popolare che in inglese è nato il verbo transitivo to google con il significato di fare una ricerca sul web.

La società sta facendo parlare molto di sé in seguito alla presentazione dei Google Glass. Sarà interessante vedere come ciò contribuirà al valore, già rilevante, del marchio.

1. Apple

Brand Value: $185 billion – Percent Change v. 2012: 1%

Millward Brown, Business InsiderForbes hanno analizzato il fenomeno della società che si classifica in pole position tra le marche più potenti al mondo tenendo conto della combinazione tra il valore finanziario e l’attaccamento emotivo che i clienti hanno nei confronti dell’azienda.

A dispetto del muro creatosi per le capacità di leadership di Tim Cook, Apple continua ad essere un marchio forte agli occhi dei consumatori. Conosciuta in tutto il mondo dai primi anni ottanta grazie alla vasta gamma di computer Macintosh, attualmente il suo nome è associato anche al lettore di musica digitale iPod, al negozio di musica online iTunes Store, all’iPhone, smartphone basato sul sistema operativo iOS, e al tablet iPad.

L’azienda ha rivoluzionato radicalmente il linguaggio tecnologico dei computer, ha semplificato (a suo modo) i prodotti riducendo il distacco con l’utente, offre servizi a 360° con un’immagine incisiva a tal punto da definire stili e tendenze e diventare un vero status symbol, unico nel suo genere.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?