Don’t Fight, Switch: Nokia si prende gioco di Apple e Samsung [VIDEO]

Windows e Nokia tentano di ricambiare con la stessa moneta utilizzando uno slogan Apple vecchi dieci anni.

“The Wedding” è il titolo dello spot di Nokia Lumia 920, diretto da Roman Coppola per  Wunderman. “Don’t fight, switch” è la tag-line utilizzata da Nokia e Microsoft per la campagna pubblicitaria che sta accompagnando il nuovo smartphone.

Non è questa la prima volta che Nokia  va all’attacco con degli spot che si prendono gioco della concorrenza, come nel precedente “Time to #switch” in cui si raffigura uno scenario surreale intento ad attaccare solamente Apple e Iphone. In questo caso Nokia alza il tiro e sfodera un doppio attacco includendo anche Samsung. Infatti il nuovo spot di Nokia, trasmesso precedentemente in televisione negli Stati Uniti e solamente da poco più di una settimana pubblicato su youtube, ci pone davanti ad un classico: “Il matrimonio”.

La sala è gremita, da un lato gli invitati della sposa dall’altro gli invitati dello sposo. I primi intenti a scattare foto con il Samsung Galaxy mentre i secondi con un Iphone 5. Tra una parola e un’altra scatta una mega rissa tra i due schieramenti mentre sullo sfondo due camerieri tranquilli intenti a documentare la scena con il loro Lumia.  Una trama semplice quanto efficace e uno slogan che dice tutto: “Don’t Fight, Switch”.

Naturalmente l’intento è quello di far notare e di sbeffeggiare  l’accanimento degli utenti di smartphone pronti a litigare per difendere il proprio device. Siamo stati più o meno tutti almeno una volta coinvolti in una discussione su “Iphone o Galaxy” , “IOS o Android”, “Apple o Samsung” insomma è ormai nota la diatriba tra i seguaci dei due brand. In questa contesa si aggiunge Nokia con il Lumia 920 utilizzando un vecchio slogan di una campagna Apple del 2002 : “Switch” , quando Apple tramite dei testimonial metteva in evidenza le problematiche del PC. A distanza di più di dieci anni Windows ricambia con la stessa moneta.

Chissà se il fortunato slogan avrà la meglio sul mercato e su gli utenti? Potrebbe funzionare come per Apple?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?