La tastiera che non c’è: Fujitsu e il prototipo invisibile

La virtual keyboard rivoluzionerà il modo di scrivere su smartphone e tablet?

La tastiera che non c’è: Fujitsu e il prototipo invisibile

Se Jerry Lewis avesse saputo che la sua macchina da scrivere sarebbe diventata realtà, non ci avrebbe di certo creduto. Sono stati i ricercatori della Fujitsu a realizzare la Tastiera Virtuale pensata per la scrittura su dispositivi mobili.

La tastiera che non c’è: Fujitsu e il prototipo invisibile

Durante il Mobile World Congress, che si è tenuto a Barcellona tra il 25 e il 28 febbraio, l’azienda giapponese ha strabiliato i visitatori con un prototipo destinato (forse) a rivoluzionare il modo in cui noi – esseri digitali – scriviamo su questi dispositivi.

La tastiera virtuale consente all’utente di digitare su qualsiasi superficie, grazie ad un sistema di tracking dei movimenti delle mani. In sostanza: le tue dita pressano tasti invisibili, una telecamera incorporata nel tablet le riprende e infine il software mostra il testo sullo schermo.

Con la virtual keyboard di Fujitsu, il tablet non è invaso dall’interfaccia grafica della tastiera e il typing diventa più comodo e veloce.

La virtual keyboard in azione

Perché tutto il sistema funzioni, il software richiede di allineare le mani in posizione di scrittura, proprio come faresti su una tastiera tradizionale: poi basta mimare i movimenti di scrittura, ad esempio sulla scrivania di fronte al dispositivo, per immettere il testo sul tuo tablet. Significa che non dovrai più digitare con la punta dei pollici o con l’indice, con il rischio di pigiare tasti indesiderati; potrai invece scrivere molto più velocemente e godere del tuo schermo finalmente libero dalle intrusioni del tastierino digitale.

La tastiera virtuale è ancora soltanto un prototipo ma secondo TechCrunch, Fujitsu sta considerando di metterla in produzione, come periferica per alcuni modelli di smartphone e tablet prodotti dall’azienda.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Claretta Brancatelli

Claretta nasce nel 1985 guardando da vicino lo Stretto di Messina. Quando ancora non sa tenere in mano una penna, detta i "pensierini" alla sorella maggiore, che per pura pietà ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui kurarisa .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it